Inviare un messaggio

In risposta a:
Appello

Il blog "Accaddeinsicilia", curato dallo storico Carlo Ruta, resta chiuso perché trattasi di «stampa clandestina». Una sentenza shock - a cura di pfls

giovedì 4 settembre 2008 di Maria Paola Falchinelli
[...] I blogger infatti denunciano che la sentenza «lontana dai motivi di una vera democrazia, ma prossima alle logiche che vigono a Teheran e a Pechino, apre di fatto un varco pericolosissimo, offrendo ai potentati italiani, sempre più timorosi della libertà sul web, un precedente per poter colpire i blogger scomodi i siti che fanno informazione libera, documentazione, inchiesta» [...]

Accaddeinsicilia non riapre. Era stampa (...)

In risposta a:

> Il blog "Accaddeinsicilia", curato dallo storico Carlo Ruta, resta chiuso ---- La sentenza del giudice siciliano Patricia Di Marco fa discutere ben oltre i confini italiani. L’informazione anglosassone interviene sulla sentenza di Modica, con un coro di critiche e proteste.

sabato 27 settembre 2008

Comunicato stampa

Emergenza web. L’informazione anglosassone interviene sulla sentenza di Modica, con un coro di critiche e proteste.

Ci siamo. La sentenza del giudice siciliano Patricia Di Marco fa discutere ben oltre i confini italiani. Dopo gli interventi dell’ organizzazione European Digital Rights e di alcune autorevoli fonti informative europee, a partire da Register del Regno Unito, la vicenda sta facendo infatti il giro del mondo. Ne danno riscontro parecchie decine di blog e di siti, soprattutto anglosassoni, nei quali il caso viene rappresentato come sintomo e sintesi di gravi deficit giuridici e civili. Da tanti viene associato alla mafia e ai potentati affaristici che allignano soprattutto nelle regioni del sud, oggetto peraltro delle inchieste di Ruta, e alle vocazioni illiberali dell’attuale ceto dirigente nazionale. Da tutti viene colto il significato regressivo della sentenza siciliana, ravvisando in essa un attacco gravissimo ai diritti di espressione e d’informazione, sanciti da tutte le costituzioni liberaldemocratiche.

-  Per la redazione di Voci Libere
-  Giovanna Corradini

-  www.giornalismi.info/vocilibere

— -

Fra i numerosissimi siti esteri che in questi giorni si stanno occupando del caso, segnaliamo i seguenti:

www.theregister.co.uk/2008/09/26/italian_law_kills_blog/

http://obotheclown.blogspot.com/2008/09/who-needs-eu-to-make-blogging- illegal.html

http://heresycorner.blogspot.com/2008/09/blogging-without-licence. html

http://www.edri.org/edrigram/number6.18/stupid-law-italy

http://taxingtennessee.blogspot.com/

http://www.britishblogs.co.uk/similar-to/blogging-without-a-licence/

http://boardreader.com/tp/sicilian+mafia.html

http://shadowfirebird.tumblr.com/post/51861146/how-an-italian-judge- made-the-internet-illegal-the

http://cjbulow.blogspot.com/

http://livepaola.wordpress.com/

http://www.metamorphosis.org.mk/content/view/1162/4/lang,en/

http://episteme.arstechnica. com/eve/forums/a/tpc/f/174096756/m/685002754931/inc/1

http://jesrad.wordpress.com/

http://luisramirez.cl/blog/?tag=carlo-ruta


Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Titolo:

Testo del messaggio:
(Per creare dei paragrafi separati, lascia semplicemente delle linee vuote)

Link ipertestuale (opzionale)
(Se il tuo messaggio si riferisce ad un articolo pubblicato sul Web o ad una pagina contenente maggiori informazioni, indica di seguito il titolo della pagina ed il suo indirizzo URL.)
Titolo:

URL:

Chi sei? (opzionale)
Nome (o pseudonimo):

Indirizzo email: