Poster un message

En réponse à :
Passato e Presente. Memoria della Liberazione e della Costituzione, la Legge dei nostri Padri e delle nostre Madri Costituenti....

MEMORIE DI GUERRA. 8 SETTEMBRE. DA SALERNO UN "INVITO" A RICORDARE. Ritrovamento di un ordigno bellico, durante lavori di scavo, nel quartiere del Carmine - a cura di Federico La Sala

jeudi 11 septembre 2008 par Maria Paola Falchinelli
LA SVOLTA DI SALERNO... E LA LOTTA PER LA LIBERTA’ E LA DEMOCRAZIA, OGGI !
60° ANNIVERSARIO DELLA COSTITUZIONE DELLA REPUBBLICA DEMOCRATICA ITALIANA....
PER L’ITALIA, UN VERO PATRIOTTISMO - QUELLO COSTITUZIONALE.
E’ ORA DI DEPORRE LA TRACOTANZA E LA FURBIZIA DI UN PARTITO DELLA REPUBBLICA CHE OPERA E GRIDA SOLO PER I PROPRI INTERESSI "FORZA ITALIA" !!! Una sollecitazione del Presidente della Repubblica

ORDIGNO BELLICO A SALERNO :
NOTTE DI (...)

En réponse à :

> MEMORIE DI GUERRA. 8 SETTEMBRE. DA SALERNO UN "INVITO" A RICORDARE. --- Allarme bomba e pericolo per il centro di Salerno fino a domenica. Per i prossimi giorni cinquemila abitanti dovranno vivere fuori dalle loro abitazioni a causa di un ordigno dell’ultima guerra mondiale rinvenuto in un cantiere di via Rafastia e classificato dagli artificieri come "pericoloso".

mardi 9 septembre 2008


-  La bomba, trovata ieri, potrebbe esplodere nelle prossime 144 ore
-  Sgomberati tutti gli abitanti nel raggio di 250 metri dal congegno

-  Salerno, ordigno bellico in città
-  In cinquemila sfollati dal centro

Allestite strutture di emergenza per chi ha dovuto abbandonare la propria abitazione

SALERNO - Allarme bomba e pericolo per il centro di Salerno fino a domenica. Per i prossimi giorni cinquemila abitanti dovranno vivere fuori dalle loro abitazioni a causa di un ordigno dell’ultima guerra mondiale rinvenuto in un cantiere di via Rafastia e classificato dagli artificieri come "pericoloso".

Il congegno, cinquecento libbre a innesco ritardato, una volta rimosso potrebbe esplodere nelle 144 ore successive. Così, per evitare pericoli, è stata decisa l’evacuazione degli abitanti di tutti gli stabili nel raggio di 250 metri dal luogo di ritrovamento della bomba. Circa cinquemila persone saranno costrette a trovare, per i prossimi sei giorni, un alloggio alternativo.

Secondo la Prefettura di Salerno, al momento circa l’80% dei residenti interessati ha lasciato la propria abitazione. Nelle prossime ore le forze dell’ordine provvederanno a sgomberare le restanti abitazioni che rientrano nella zona al confine con il luogo del ritrovamento.

Intanto gli sfollati si organizzano come possono. La maggior parte ha trovato sistemazione presso parenti e amici ma alcuni, soprattutto anziani e famiglie con difficoltà economiche, hanno trascorso parte della notte nelle strutture di emergenza allestite dal Comune.

Il sindaco di Salerno De Luca esprime soddisfazione per lo svolgimento dell’evacuazione. "Stiamo intervenendo per spostare qualche residente ancora in area a rischio ma comunque marginale rispetto al luogo del ritrovamento e siamo estremamente soddisfatti - ha spiegato il primo cittadino - il piano ha funzionato perfettamente. E’ stata un’ottima prova di efficienza e di capacità organizzativa, oltre che di collaborazione di tutte le forze dello Stato".

* la Repubblica, 9 settembre 2008.


Ce forum est modéré à priori : votre contribution n'apparaîtra qu'après avoir été validée par un administrateur du site.

Titre :

Texte de votre message :
(Pour créer des paragraphes, laissez simplement des lignes vides.)

Lien hypertexte (optionnel)
(Si votre message se réfère à un article publié sur le Web, ou à une page fournissant plus d'informations, veuillez indiquer ci-après le titre de la page et son adresse URL.)
Titre :

URL :

Qui êtes-vous ? (optionnel)
Votre nom (ou pseudonyme) :

Votre adresse email :