Poster un message

En réponse à :
EV-ANGELO, COSTITUZIONE... E L’UNTO DEL SIGNORE : L’ITALIA COME VOLONTA’ E RAPPRESENTAZIONE DI UN SOLO PARTITO : "FORZA ITALIA" !!!

L’IDEOLOGIA CATTOLICO-FASCISTA DEL MAESTRO UNICO E L’ART. 7 DELLA COSTITUZIONE, UN BUCO NERO CHE DISTRUGGE L’ITALIA E LA STESSA CHIESA CATTOLICA. Per un ri-orientamento teologico-politico. Una nota - di Federico La Sala

Date a Cesare quel che è di Cesare e a Dio quel che è di Dio ... un cattolicesimo-ROMANO che ha sempre e per lo più confuso "Erode" con Cesare e Dio con "Mammona" !!!
mercredi 25 avril 2012 par Maria Paola Falchinelli
[...] Il messaggio del patto costituzionale, come quello del patto eu-angelico ...e della montagna è ben-altro !!! La Costituzione è - ripetiamo : come ha detto e testimoniato con il lavoro di tutto il suo settennato il nostro Presidente, Carlo A. Ciampi - la nostra “Bibbia civile”, la Legge e il Patto di Alleanza dei nostri ’Padri’ e delle nostre ’Madri’ Costituenti (21 cittadine-sovrane presero parte ai lavori dell’Assemlea), e non la ’Legge’ di “mammasantissima” e (...)

En réponse à :

> L’ART. 7 DELLA COSTITUZIONE, UN BUCO NERO CHE DISTRUGGE L’ITALIA E LA STESSA CHIESA CATTOLICA. --- La Lega attacca ancora il Vaticano : Stop accuse o revisione dei Patti Lateranensi

mercredi 26 août 2009


-  La Padania accusa la Chiesa : "Ingerenze nelle faccende di uno Stato laico"
-  e Famiglia cristiana critica Renzo Bossi per il gioco ’Rimbalza il clandestino’

La Lega attacca ancora il Vaticano "Stop accuse o revisione dei Patti"

-  Il ministro Frattini : "Escludo che il Carroccio voglia fare annegare i migranti"
-  Il Guardasigilli : "Il sovraffollamento delle carceri dovuto agli stranieri"

ROMA - Basta accuse al Carroccio da Oltretevere, altrimenti tornano in discussione i Trattati lateranensi che regolano, per costituzione, i rapporti fra Italia e Vaticano. Il monito leghista alla Santa Sede, ultimo di una serie di scontri sempre più duri tra la Lega e la Chiesa giunge - alla vigilia dell’incontro all’Aquila fra il premier Silvio Berlusconi e il cardinal Tarcisio Bertone - dalle colonne della Padania, quotidiano del partito di Umberto Bossi, che non è solo il segretario dei Lumbard ma anche il ministro in carica delle Riforme.

L’articolo della Padania, in prima pagina, dal titolo "Strane ingerenze ideologiche in uno stato laico", definisce le parole di ieri di monsignor Vegliò all’indirizzo del ministro leghista Calderoli come "l’ultimo episodio di una lunga serie di ingerenze ideologiche e squisitamente politiche da parte di uomini delle gerarchie ecclesiastiche nelle faccende di uno Stato che, fino a prova contraria, è laico". Ed elenca tutti gli interventi di prelati e porporati contro le politiche, soprattutto in tema di sicurezza e immigrazione, degli attuali ministri leghisti.

"I confini e le sfere di ingerenza reciproca fra Stato e Chiesa - si legge ancora dopo il riassunto del contenuto dei Patti lateranensi come attualmente disciplinati e in vigore - sono precisi. Ed è anche vero che la Chiesa rappresenta uno dei cosiddetti ’poteri forti’. Tuttavia se i rapporti fra lo Stato e la Chiesa andranno avanti lungo questa deriva, ossia le gerarchie ecclesiastiche proseguiranno in questa politica marcatamente interventista nei confronti delle decisioni e degli orientamenti della politica e delle istituzioni al di là di ogni ragionevole confine di neutralità delle rispettive sfere di intervento - avverte l’articolo a firma Stefano B. Galli - bisognerà inserire nell’agenda delle riforme anche una revisione di Concordato e Patti lateranensi. Non ci pare il caso".

Frattini difende la Lega. Il ministro degli Esteri, nel corso di un’intervista al programma Faccia a Faccia su Radio3, ha avvertito che "la vita umana viene sopra di ogni altra cosa" e che "nessuno si può sottrarre al salvataggio" dei migranti. "Credo che questa sia anche l’opinione di Calderoli e della Lega", ha sottolineato Franco Frattini, "escludo che la Lega voglia fare annegare" i migranti. "Dire che la vita umana non debba essere salvata è un’aberrazione", ha aggiunto. Il titolare della Farnesina ha inoltre ricordato come l’Italia sia "il Paese che ha salvato di gran lunga più vite umane nel Mediterraneo e continuerà a esserlo".

Famiglia Cristiana contro Bossi jr. Famiglia cristiana critica duramente il gioco ideato da Renzo Bossi, figlio del leader della Lega, ’Rimbalza il clandestino’, su Facebook. "Fresco dell’agognato diploma (preso al quarto tentativo) Renzo Bossi, primogenito di Umberto - scrive ironicamente il settimanale dei paolini In un box intitolato ’L’angolo di brontolo’ - si è subito applicato ideando l’agghiacciante videogame ’rimbalza il clandestino’. Vince chi respinge con un clic più barconi di naufraghi. Il pargoletto muove i primi passi nella politica. Non è meraviglioso ?".

Alfano : "Carceri piene per gli immigrati". Parlando con i giornalisti poco prima di intervenire sul palco del Meeting di Rimini, il ministro della Giustizia, Angelino Alfano, ha affrontato anche il tema caldo del sovraffollamento delle carceri spiegando che le ragioni sono dovute sostanzialmente alla presenza dei detenuti stranieri : "Ci sono oltre 63 mila detenuti. E oltre 20 mila sono stranieri. Il che vuol dire che le carceri italiane sono idonee ad ospitare i detenuti italiani. Con l’aggiungersi degli stranieri agli italiani si supera la capienza regolamentare, ma anche quella tollerabile". Da qui l’appello del Guardasigilli all’Europa : "La Ue deve o farsi promotrice di trattati oppure dare risorse economche agli stati più interessati dal problema per costruire nuove carceri".

* la Repubblica, 26 agosto 2009


Ce forum est modéré à priori : votre contribution n'apparaîtra qu'après avoir été validée par un administrateur du site.

Titre :

Texte de votre message :
(Pour créer des paragraphes, laissez simplement des lignes vides.)

Lien hypertexte (optionnel)
(Si votre message se réfère à un article publié sur le Web, ou à une page fournissant plus d'informations, veuillez indiquer ci-après le titre de la page et son adresse URL.)
Titre :

URL :

Qui êtes-vous ? (optionnel)
Votre nom (ou pseudonyme) :

Votre adresse email :