Inviare un messaggio

In risposta a:
AL DI LA’ DELLA TRINITA’ EDIPICA. "DIO NON E’ CATTOLICO" (Carlo M. Martini). E LA "CHARITAS" NON E’ LA "CARITAS" (Benedetto XVI, Deus caritas est, 2006)!!!.

LA VITA, L’ETICA E LA VERITA’ E IL LORO FONDAMENTO NASCOSTO, L’AMORE (DEUS CHARITAS). Come un "padre" diventa "figlio del suo figlio" - e il figlio "padre del suo padre" ... Una parabola per riflettervi - a cura di Federico La Sala

sabato 13 settembre 2008 di Maria Paola Falchinelli
źUn uomo aveva due figli. Il pi¨ giovane disse al padre: Padre, dammi la parte del patrimonio che mi spetta. E il padre divise tra loro le sostanze. Dopo non molti giorni, il figlio pi¨ giovane, raccolte le sue cose, partý per un paese lontano e lÓ sperper˛ le sue sostanze vivendo da dissoluto. Quando ebbe speso tutto, in quel paese venne una grande carestia ed egli cominci˛ a trovarsi nel bisogno. Allora and˛ e si mise a servizio di uno degli abitanti di quella regione, che lo mand˛ nei (...)

In risposta a:

> Come un "padre" diventa "figlio del suo figlio" - e il figlio "padre del suo padre" ... Il segreto del figlio.

mercoledì 29 marzo 2017

      • GUARIRE LA NOSTRA TERRA: VERIT└ E RICONCILIAZIONE. Lettera aperta a Israele (giÓ inviata a Karol Wojtyla) sulla necessitÓ di "pensare un altro Abramo"


Massimo Recalcati, Il segreto del figlio *

Dopo le fondamentali e fortunatissime analisi della figura del padre e della madre nella civiltÓ contemporanea, con questo libro Massimo Recalcati completa un’ideale trilogia concentrando il suo sguardo sulla figura del figlio. Lo splendore di un figlio consiste nel suo segreto, che si sottrae alla retorica dell’empatia e del dialogo oggi conformisticamente dominante. Un figlio Ŕ un’esistenza unica, distinta e irriducibile a quella dei suoi genitori.

Contro ogni autoritarismo e contro una pedagogia falsamente libertaria che vorrebbe annullare la differenza simbolica tra le generazioni, Recalcati afferma il diritto del figlio a custodire il segreto della sua vita e del suo desiderio. Il confronto tra due figure mitiche di figlio - quella dell’Edipo di Sofocle e quella del figlio ritrovato della parabola lucana, alle quali fanno eco quelle di Isacco e di Amleto - offre una prospettiva particolare attraverso la quale osservare il segreto del figlio.

Edipo resta imprigionato in un destino che non gli lascia scampo, dove tutto Ŕ giÓ scritto sin dall’inizio: il tentato figlicidio del padre si rovescia nel parricidio e nell’incesto del figlio.

Diversamente, il figlio ritrovato di cui Ges¨ narra la vicenda Ŕ colui che sa, pur nell’erranza e nel fallimento, distinguersi dalle sue origini. L’abbraccio del padre, in questo caso, non vuole soffocare o punire il figlio, ma riconoscerlo nella differenza incomprensibile e incondivisibile di una vita diversa.

“Nel tempo in cui tramonta la Legge che punisce e castiga inesorabilmente, il compito primo - il pi¨ alto e il pi¨ difficile - dei genitori Ŕ quello di avere fede nel segreto incomprensibile del figlio e nel suo splendore.”

* Pagina dal sito: Alzogliocchialcielo (29 marzo 2017).


Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Titolo:

Testo del messaggio:
(Per creare dei paragrafi separati, lascia semplicemente delle linee vuote)

Link ipertestuale (opzionale)
(Se il tuo messaggio si riferisce ad un articolo pubblicato sul Web o ad una pagina contenente maggiori informazioni, indica di seguito il titolo della pagina ed il suo indirizzo URL.)
Titolo:

URL:

Chi sei? (opzionale)
Nome (o pseudonimo):

Indirizzo email: