Inviare un messaggio

In risposta a:
EU-ROPA ED EU-ANGELO: A SCUOLA DI "FRATE SOLE"!!! DIO E’ AMORE (Charitas), NON MAMMONA (Benedetto XVI, "Deus caritas est", 2006)!!! NEGLI USA SI ACCENDONO TUTTE LE STELLE, IN EUROPA....

NEL BUIO E NEL GELO DELL’INVERNO. "NATALE" A OXFORD NON SI DICE PIU’ "CHRISTMAS"? MA IN VATICANO "AMORE" NON SI DICE "CHARITAS" GIA’ DA TEMPO !!! Un articolo di Marco Tosatti - con una nota di Federico La Sala

LA "SACRA FAMIGLIA" DELLA GERARCHIA CATTOLICO-ROMANA E’ ZOPPA E CIECA: IL FIGLIO HA PRESO IL POSTO DEL PADRE DI GESU’ E DEL "PADRE NOSTRO" ... E CONTINUA A "GIRARE" IL SUO FILM PREFERITO, "IL PADRINO".
giovedì 6 novembre 2008 di Maria Paola Falchinelli
Al di lÓ del gioco degli equivoci, delle polemiche strumentali, e della cecitÓ delle varie gerarchie religiose, la decisione del Consiglio Comunale di Oxford sembra essere - in buona fede - un’altra: riportare l’Acqua della "vecchia" Sapienza nella CittÓ nuova!!!
"CHRISTMAS" VUOL ESSERE - SEMPLICEMENTE E SENZA CONTRAPPOSIZIONI - LA "FESTA DELLA LUCE D’INVERNO", SIA NATURALE SIA SOPRA-NATURALE!!!
VERITA’ E RICONCILIAZIONE: AL DI LA’ DI OGNI DUALISMO E DI OGNI FONDAMENTALISMO - NEL SEGNO (...)

In risposta a:

> NEL BUIO E NEL GELO DELL’INVERNO. ----- Gli Stati Uniti oggi hanno dato una lezione importante anche alla Vecchia Europa... In quale Paese europeo oggi sarebbe possibile immaginare un presidente di colore figlio di un immigrato?.

mercoledì 5 novembre 2008

America avvera sogno di Martin Luther King

(di Stefano Polli) *

ROMA - Il sogno di Martin Luther King Ŕ diventato realtÓ: i cittadini americani hanno deciso che Barack Hussein Obama sarÓ il primo presidente nero degli Stati Uniti, il primo uomo di colore ad insediarsi alla Casa Bianca. E’ un segnale indiscutibile di coraggio, di capacitÓ di cambiare. E’ un segnale che conferma che l’America sa sempre trovare dentro di sÚ - soprattutto quando tutto sembra andare per il verso sbagliato - la forza, la determinazione e le motivazioni per scegliere strade nuove, per avviarsi in sentieri inesplorati alla ricerca ancora di un’ altra "nuova frontiera".

Obama Ŕ figlio di un immigrato keniano e di una donna bianca del Kansas. Ha vissuto la sua infanzia tra le Hawaii, dove Ŕ nato, e l’Indonesia, ha combattuto per poter crescere in un’America che non gli mai ha regalato niente, ma che gli ha anche dato le possibilitÓ di meritarsi una scalata sociale - dalla Columbia University alla Harvard Law School - che sarebbe molto difficile in qualunque Paese europeo. Il nuovo presidente Usa ha saputo incarnare l’anima profonda degli americani, quella che sa vivere di sogni e traguardi apparentemente irraggiungibili, di cambiamento e di nuove sfide. In lui, gli americani che oggi guardano con paura a un futuro dai contorni indefinibili e carico di presagi negativi, hanno visto un uomo capace di dare nuove speranze e, forse, di indicare una strada diversa da quella difficile e tortuosa che sono costretti a percorrere da qualche tempo.

I paragoni, per ora sicuramente prematuri, fatti con John Fitzgerald Kennedy si giustificano, in parte, pi¨ dal lato emotivo che da quello concreto dei programmi e dei fatti, anche se Obama ha giÓ indicato alcuni cambiamenti strutturali davvero significativi. Ma il punto fondamentale Ŕ che Obama ha saputo parlare al cuore dei suoi concittadini, dando loro la sensazione e, forse, la convinzione che un cambiamento non solo Ŕ necessario, ma anche possibile.

Gli Stati Uniti oggi hanno dato una lezione importante anche alla Vecchia Europa. Nei momenti difficili gli americani sanno ritrovarsi come hanno fatto oggi nelle lunghe file, in tutti gli angoli del Paese, davanti ai seggi elettorali. Sanno decidere con coraggio senza guardarsi indietro, sanno scegliere senza paura di sbagliare, sanno osare e voltare pagina. In quale Paese europeo oggi sarebbe possibile immaginare un presidente di colore figlio di un immigrato?

* ANSA╗ 2008-11-05 10:22


Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Titolo:

Testo del messaggio:
(Per creare dei paragrafi separati, lascia semplicemente delle linee vuote)

Link ipertestuale (opzionale)
(Se il tuo messaggio si riferisce ad un articolo pubblicato sul Web o ad una pagina contenente maggiori informazioni, indica di seguito il titolo della pagina ed il suo indirizzo URL.)
Titolo:

URL:

Chi sei? (opzionale)
Nome (o pseudonimo):

Indirizzo email: