Poster un message

En réponse à :
ARTE E FILOSOFIA. PER LA CRITICA DEL PLATONISMO E DEL CATTO-HEGELISMO DI MASSA - IL BERLUSCONISMO ....

AL DI LA’ DEL NARCISISMO E DELLA FASCINAZIONE MORTALE DELLO SPECCHIO. A MILANO, LA GRANDE LEZIONE DI RENE’ MAGRITTE. Una riflessione di Francesca Bonazzoli e altre note e informazioni - a cura di Federico La Sala

« Io voglio con la pittura ricostruire un mondo felice », aveva scritto nel 1943, nel suo diario.
dimanche 30 novembre 2008 par Maria Paola Falchinelli
[...] René Magritte nacque a Lessines (Belgio) nel 1898. Dopo gli studi all’Accademia di Bruxelles, s’interessò alle ricerche d’avanguardia (Futurismo, Cubismo). Si convertì al Surrealismo dopo aver scoperto la pittura di Giorgio De Chirico. Era il 1925
quando aderì al gruppo surrealista di Bruxelles, l’anno dopo entrò in contatto con André Breton, leader del movimento. Morì nel 1967 [...]
[...] La vicenda di Magritte si muove così dai bellissimi e quasi sconosciuti dipinti futuristi per (...)

En réponse à :

> AL DI LA’ DEL NARCISISMO E DELLA FASCINAZIONE MORTALE DELLO SPECCHIO. --- Il tradimento delle immagini (Questa non è una pipa !). Magritte, pensare con gli occhi (di Tomaso Montanari)

mardi 11 février 2014

Magritte, pensare con gli occhi

di Tomaso Montanari(il Fatto Quotidiano, 10 febbraio 2014)

      • René Magritte, Il tradimento delle immagini (Questa non è una pipa !), Los Angeles, County Museum of Art, 192 9

« Babbo, cosa c’è scritto sotto quella pipa ? »

« Questa non è una pipa ».

« Tradimento ! Come sarebbe "non è una pipa" ? Ma, babbo, io vedo proprio una pipa... »

« Voglio dire che sotto quella pipa, c’è scritto "Questa non è una pipa" »

« Ma perché c’è scritto così, se è proprio una pipa ?!? »

« Tu vedi una pipa, ma ...Prova a stendere una mano, a toccarla... ad accenderla ! »

« Tradimento ! Doppio tradimento !! Ma certo che non la posso accendere, lo sapevo. Non sono mica scema ! Cioè, è una pipa, ma non una pipa vera. Insomma... è un quadro che rappresenta una pipa. O no ? »

« Certo che sì. E io, che ti avevo detto ? “Non è una pipa”. Infatti è un quadro »

« Ma che giochino scemo è ? Allora su un quadro con un paesaggio si dovrebbe scrivere "questa non è una valle" ? O sotto un ritratto "questo non è una persona vera". Ma tutti lo capiscono benissimo ! »

« Hai ragione, Maria. Ma, vedi, per migliaia di anni i pittori e gli scultori hanno cercato di ingannarci facendoci credere che le cose e le persone che rappresentavano erano proprio vere ».

« Infatti. Te lo dici sempre che un ritratto sembra vivo, o che un albero dipinto pare di toccarlo. E io mi diverto a vedere se hai ragione o no. »

« Giusto. Ma circa cent’anni fa, i pittori e anche gli scultori hanno cambiato idea, e ora cercano di farci credere che tutto quello fanno sia falso »

« Ma allora ci pigliano in giro ? »

« Beh, forse sì. Ma, pensiamoci un attimo, ci prendevano più in giro prima, o ci prendono più in giro oggi ? Qual è il tradimento vero : quello di prima, o quello di ora ? »

« Non lo so proprio : chi è che dice le bugie ? »

« Questo il punto. Se io ti dico "sto dicendo una bugia" dico una cosa strana. Perché se è vero che è una bugia, allora dico la verità. E se invece dico il vero, non sto dicendo una bugia ».

« Ma babbo, volevi intendere che era una bugia una cosa che avevi detto prima ! »

« Brava Maria ! Ma, vedi, i quadri non sono come le parole, perché non hanno il prima e il dopo : succede tutto in un solo momento ».

« Non lo so proprio, babbo : è troppo complicato. E io mi divertivo di più quando i quadri creavano un altro mondo. Ora sembra che abbiano paura di farlo ».

« Beh, forse anche io mi divertivo di più. Ma questo quadro vuole farti pensare. Vuole farti pensare che le immagini, anche le fotografie, non dicono sempre la verità. O meglio : che per capire la verità che dicono, bisogna sempre pensare. »

« C’è poco da pensare : per conto mio, quella è proprio una pipa. È dipinta così bene che mi sembra di vederne il fumo. E a me piace pensare con gli occhi, quando vedo i quadri ».


Ce forum est modéré à priori : votre contribution n'apparaîtra qu'après avoir été validée par un administrateur du site.

Titre :

Texte de votre message :
(Pour créer des paragraphes, laissez simplement des lignes vides.)

Lien hypertexte (optionnel)
(Si votre message se réfère à un article publié sur le Web, ou à une page fournissant plus d'informations, veuillez indiquer ci-après le titre de la page et son adresse URL.)
Titre :

URL :

Qui êtes-vous ? (optionnel)
Votre nom (ou pseudonyme) :

Votre adresse email :