Inviare un messaggio

In risposta a:
ORRORISMO. Strategia terroristica...

INDIA. A Mumbai, Ŕ stata l’organizzazione indo-pakistana Lashker e Toyba a scatenare l’inferno. Ultimi aggiornamenti - a cura di pfls

sabato 29 novembre 2008 di Maria Paola Falchinelli
[...]
MUMBAI: LIBERI GLI ITALIANI. UCCISI TERRORISTI AL TAJ MAHAL *
Dopo circa 60 ore da quando un gruppo di terroristi ha scatenato l’inferno a Mumbai, le teste di cuoio indiane questa mattina hanno preso il controllo anche dell’hotel Taj Mahal, uccidendo gli ultimi tre estremisti. Il bilancio delle vittime Ŕ salito ad almeno 195, di cui 22 stranieri, ma Ú destinato ad aggravarsi, riferiscono fonti ufficiali sul posto. Continua infatti il ritrovamento di corpi senza vita nell’albergo (...)

In risposta a:

> INDIA. A Mumbai, Ŕ stata l’organizzazione indo-pakistana Lashker e Toyba a scatenare l’inferno. --- India, alta tensione con il Pakistan: "Pronti a rivedere processo di pace".

domenica 30 novembre 2008


-  Dopo il massacro dei terroristi a Mumbai. Il ministro degli interni indiano si dimette
-  Uno dei terroristi confessa: "I cittadini israeliani erano uno dei nostri obiettivi"

-  India, alta tensione con il Pakistan
-  "Pronti a rivedere processo di pace"
*

ROMA - Il governo indiano Ŕ pronto a sospendere il processo di pace con Islamabad in seguito agli attentati di Mumbai, la cui paternitÓ viene attribuita a gruppi terroristici con base in Pakistan. Lo scrive oggi l’agenzia stampa indiana Pti. E intanto il massacro di Mumbai provoca le prime conseguenze interne: il ministro dell’interno, Shivraj Patil, si Ŕ dimesso, ammettendo di avere una responsabilitÓ morale nell’accaduto. Lo ha riferito la televisione Ndtv.

La decisione di Patil fa seguito ad una ondata di critiche che in modo compatto la stampa indiana ha rivolto nelle ultime ore al comportamento del governo e di tutto il mondo politico, unendo nel biasimo sia il partito del Congresso, al potere a livello federale, sia l’opposizione rappresentata essenzialmente dai nazionalisti ind¨ del Bharatiya Janata Party.

Poco dopo il ministro dell’Interno si Ŕ dimesso il consigliere per la sicurezza nazionale del governo indiano, M.K.Narayan. Stando ai canali Ndtv e Times Now, M.K. Narayanan ha giÓ presentato le dimissioni al primo ministro, Manmohan Singh, che le ha accettate. Secondo fonti vicine al premier, "molti altri membri importanti del governo dovrebbero lasciare".

Intanto (lo scrive il "Times of India") il pachistano Azam Amir Kasab, l’unico dei terroristi catturato vivo, ha detto alla polizia che il gruppo Ŕ stato inviato anche con la specifica missione di colpire cittadini israeliani per "vendicare le atrocitÓ commesse contro i palestinesi". Ed Ŕ per questo, avrebbe sempre detto Kasab, che i terroristi hanno preso d’assalto il centro ebraico alla Nariman House.

Il ministero degli esteri israeliano ha reso noto ieri che sono in totale nove i cittadini israeliani uccisi negli attentati di Mumbai.

* la Repubblca, 30 novembre 2008


Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Titolo:

Testo del messaggio:
(Per creare dei paragrafi separati, lascia semplicemente delle linee vuote)

Link ipertestuale (opzionale)
(Se il tuo messaggio si riferisce ad un articolo pubblicato sul Web o ad una pagina contenente maggiori informazioni, indica di seguito il titolo della pagina ed il suo indirizzo URL.)
Titolo:

URL:

Chi sei? (opzionale)
Nome (o pseudonimo):

Indirizzo email: