Inviare un messaggio

In risposta a:
ultimo appello

Ha vinto la NDRANGHETA: la Voce di Fiore alla morte per l’indifferenza in Calabria

Fino a gennaio la raccolta per salvare il laboratorio culturale antimafia, poi buio e silenzio
mercoledì 14 gennaio 2009 di Francesco Saverio Alessio
L’immagine a corredo dell’articolo è di Giancarlo Contu ndr.
La Ndrangheta, quella con la maiuscola, ha vinto. Per ora. Come si poteva prevedere.
Ha vinto l’indifferenza, ha vinto il menefreghismo, ha vinto lo scetticismo esibito alla bisogna. Ha vinto il silenzio, ha vinto l’ordine naturale delle cose. Effetto della recessione o volontà di far morire un’attività antimafia leale ed effettiva?
Avevamo chiesto un sostegno per “la Voce di Fiore”, laboratorio culturale antimafia e (...)

In risposta a:

> Ha vinto la NDRANGHETA: la Voce di Fiore alla morte per l’indifferenza in Calabria

giovedì 1 gennaio 2009

Un giovane brahmino si rivolge al maestro e gli chiede :

-  Perchè, amico Gautama, osserviamo negli uomini bassezza e nobiltà ? Vediamo, infatti, uomini dall’esistenza breve e uomini che vivono a lungo, che hanno una buona o una cattiva salute, che sono brutti o belli, influenti o senza potere, ricchi o poveri, stupidi o intelligenti. Per quale causa, per quale ragione, amico Gautama, osserviamo negli uomini questa bassezza e questa nobiltà ?

-  A causa dei loro atti gli esseri hanno i loro atti per eredità, i loro atti per matrice, i loro atti per parentela, i loro atti per rifugio. Sono gli atti che dividono gli uomini secondo la loro bassezza o nobiltà ...

Accade che un monaco che ha la fede pensi tra sé e sé : Se dopo la morte potessi rinascere in una casa principesca ! Vi fissa il suo pensiero, lo stabilisce solidamente. Le sue tendenze, associate alle sue abitudini così incoraggiate e sviluppate, lo portano a rinascere nell’esistenza alla quale aspira. Se un uomo coltiva intensamente e costantemente una condotta da cane, una mentalità da cane, un comportamento da cane, al momento della dissoluzione del corpo, dopo la morte, andrà a raggiungere i cani. Per questo dico: gli uomini sono eredi dei loro atti.

Majjhima Nikaya, in Lilian Silburn , Le Bouddhisme

Personalmente non sono d’accordo con la legge del Karma (i nostri atti ci seguono !) perchè da cristiano credo in una sola vita, nella quale dobbiamo preparare la nostra eternità. Se falliamo non avremo altre possibilità, non potremo più ricominciare. Come scrive Matteo nel suo vangelo (25), un giorno dovremo rendere conto delle nostre azioni, dei nostri atti. Ciò però non mi permette di non avere una grande ammirazione per le esperienze spirituali autentiche, come quella descritta dal nostro Francesco Saverio, che gli permette di vincere la paura, ritrovare la serenità, la pace e il coraggio.


Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Titolo:

Testo del messaggio:
(Per creare dei paragrafi separati, lascia semplicemente delle linee vuote)

Link ipertestuale (opzionale)
(Se il tuo messaggio si riferisce ad un articolo pubblicato sul Web o ad una pagina contenente maggiori informazioni, indica di seguito il titolo della pagina ed il suo indirizzo URL.)
Titolo:

URL:

Chi sei? (opzionale)
Nome (o pseudonimo):

Indirizzo email: