Poster un message

En réponse à :
TERREMOTO : SITUAZIONE DRAMMATICA. STATO DI EMERGENZA NAZIONALE

L’Abruzzo sconvolto dal terremoto. Polemiche sul sisma, allarmi ignorati.

Giampaolo Giuliani , ricercatore dei laboratori del Gran Sasso, aveva previsto un terremoto di proporzioni disastrose
lundi 6 avril 2009 par Federico La Sala
[...] Il capo della Protezione civile, Guido Bertolaso, inviperito martedì 31 marzo si era scagliato contro « quegli imbecilli che si divertono a diffondere notizie false », chiedendo una punizione. Tra gli « imbecilli » c’era Giampaolo Giuliani, ricercatore presso i Laboratori nazionali del Gran Sasso che, in seguito allo sciame sismico che sta interessando l’Abruzzo da più di un mese, aveva lanciato l’allarme : la regione sarà colpita domenica 29 marzo da un terremoto « disastroso ». Giuliani è (...)

En réponse à :

> L’Abruzzo sconvolto --- Il sisma di magnitudo 5,8 della scala Richter si è verificato tra L’Aquila, Collimento e Villagrande alle 3.32. In mattinata avvertita nuova scossa... Almeno 27 le vittime, tra cui 5 bambini, oltre 50 feriti... Migliaia di sfollati e di edifici crollati.

lundi 6 avril 2009

Si continua a scavare sotto le macerie

Terremoto in Abruzzo, decine di morti. Migliaia di sfollati e di edifici crollati

Almeno 27 le vittime, tra cui 5 bambini, oltre 50 feriti. Vittime anche fra le suore clarisse a Paganica. Il sisma di magnitudo 5,8 della scala Richter si è verificato tra L’Aquila, Collimento e Villagrande alle 3.32. In mattinata avvertita nuova scossa. Berlusconi ha firmato il decreto per lo stato di emergenza nazionale. Convocata unità di crisi al ministero della Salute. Bertolaso : ’’E’ la peggiore tragedia da inizio millennio". Matteoli : ’’Vertice operativo per misure urgenti’’.

ultimo aggiornamento : 06 aprile, ore 11:42

Roma, 6 apr. (Adnkronos/Ign) - E’ di 27 morti e 50 dispersi il bilancio provvisorio del sisma che ha colpito all’alba l’Abruzzo. Tra le vittime accertate ci sono anche 5 bambini. Spaventoso il numero degli sfollati, la Protezione civile ha reso noto che potrebbero arrivare a 45-50mila, mentre gli edifici inagibili sarebbero tra i 10 e i 15mila.

Il terremoto di magnitudo 5,8 della scala Richter (pari all’ottavo, nono grado Mercalli), avvenuto intorno alle 3.32, si è verificato nella zona tra L’Aquila, Collimento e Villagrande. Secondo quanto hanno riferito i Vigili del Fuoco, la zona più colpita sarebbe Paganica, una frazione a sette chilometri dall’Aquila ai piedi del Gran Sasso d’Italia. La fortissima scossa di terremoto è stata avvertita anche a Roma.

Panico in Abruzzo tra la popolazione che si è riversata in strada in cerca di salvezza. Particolarmente colpiti i palazzi del centro storico. Cittadini, volontari della protezione civile e vigili del fuoco scavano tra le macerie. Evacuato l’ospedale. Crollato l’Hotel Duca degli Abruzzi, uno dei piu’ noti alberghi cittadini.

Anche la struttura della Casa dello Studente dell’Aquila in via XX Settembre ha ceduto parzialmente, sotto le macerie potrebbero esserci 5 giovani . Nel crollo dell’edificio e’ morto uno studente, mentre altri due sono stati estratti vivi dalle macerie. Sulla stessa via e’ crollata una palazzina di tre piani degli anni ’50. I vigili del fuoco stanno lavorando a mani nude per estrarre dalle macerie una donna ancora viva. Diverse testimonianze riferiscono di perdite d’acqua di odore di gas percepibile in diversi palazzi della zona.

Una studentessa greca e’ rimasta ferita ed e’ stata ricoverata in ospedale e suo fratello risulta disperso. Lo ha riferito ad Atene il viceministro degli Esteri Thoedoros Kassimis, precisando che e’ pronto a partire per l’Abruzzo un C-130 con squadre di soccorritori greci se le autorita’ italiane lo richiederanno.

Sono diversi i comuni colpiti dal devastante sisma : Roio Coggio, Massa, Paganica e Fossa, tutti in provincia dell’Aquila. Una delle situazioni piu’ drammatiche, oltre a Paganica, sarebbe da segnalare a Onna, dove il 50% delle case e’ crollato.

Sono tantissime le persone che a piedi stanno lasciando l’Aquila. Si muovono con piccoli bagagli di fortuna, preparati in pochi minuti nella fuga da casa. E’ in via di allestimento un campo base presso la Scuola Superiore Reiss Romoli dell’Aquila : lo comunicano i Vigili del Fuoco del capoluogo abruzzese. La struttura servira’ ad ospitare le squadre in arrivo da tutta Italia e a coordinale la gestione dei soccorsi.

L’Esercito, fin dall’inizio dell’emergenza, ha affiancato la Protezione Civile nelle zone colpite dall’evento sismico. "Sto coordinando l’afflusso di mezzi e uomini che servono per affrontare l’emergenza", ha detto il ministro della Difesa, Ignazio La Russa. "Non sto andando a L’Aquila, perche’ c’e’ gia’ il ministro dell’Interno Maroni e soprattutto c’e’ il capo della Protezione Civile Guido Bertolaso, ma sono qui a disposizione".

E’ ancora operativo, ma versa nel caos, l’ospedale dell’Aquila . Le sale operatorie non sono agibili e alcuni reparti sono stati evacuati. A quanto si apprende, ci sarebbero stati dei crolli interni causati dal sisma, ma la struttura in cemento armato ha retto alle violente scosse, consentendo che nell’ospedale aquilano procedessero i soccorsi. Nelle prossime ore verra’ allestito un ospedale da campo, probabilmente nel piazzale antistante al nosocomio, dove dovrebbero confluire le attivita’ dell’ospedale aquilano che dovrebbe essere completamente evacuato. Diversi punti di soccorso, inoltre, sorgeranno in diversi punti della cittadina. La Protezione civile ha anche preallertato i principali ospedali capitolini per gestire la maxi-emergenza.

"La situazione all’ospedale de L’Aquila e’ drammatica. Stiamo procedendo con l’evacuazione dei pazienti, per ora trasferiti in una chiesa qui vicino, in attesa dell’ospedale di campo", racconta all’ADNKRONOS SALUTE Alessandro Mastromarino, chirurgo vascolare all’ospedale San Salvatore de L’Aquila. "Qui al San Salvatore - spiega - molti reparti sono a rischio crollo. Soprattutto chirurgia e ortopedia. Le sale operatorie sono inagibili e quindi non e’ possibile fare nessun tipo di intervento chirurgico. Stiamo lavorando intensamente proprio per evacuare la struttura al piu’ presto", conclude Mastromarino.

Una nuova scossa è stata avvertita in mattinata intorno alle 9. "Pochi secondi fa abbiamo avvertito in citta’ una nuova scossa, la situazione e’ drammatica e ci sono cadaveri per strada fuori dalle macerie", ha riferito Giampaolo Arduini, consigliere comunale del capoluogo abruzzese. "Ci sono 20 mila studenti all’Aquila che si stanno attivando in maniera meravigliosa" ha aggiunto, ribadendo l’invito "a non venire in citta’ e a non circolare nelle stradine del centro".

’’E’ una situazione gravissima. Abbiamo segnalazioni anche dall’entroterra, non solo dall’Aquila, ma da tanti paesi vicini. La priorita’ e’ intervenire dove ci sono le macerie, per verificare se ci sono persone disperse’’, afferma il governatore dell’Abruzzo, Gianni Chiodi, in collegamento telefonica con ’’Unomattina’’.

Il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi ha firmato un decreto per dichiarare lo stato di emergenza nazionale . Ed è stata convocata al ministero della Salute di Lungotevere Ripa, l’Unita’ di crisi per far fronte all’emergenza terremoto. "L’Unita’ - si legge in una nota del ministero - e’ presieduta dal ministro del Lavoro, della salute e delle politiche sociali Maurizio Sacconi".

"E’ una situazione drammatica, la peggiore tragedia da inizio millennio", ha commentato il responsabile della Protezione Civile Guido Bertolaso, che e’ arrivato in mattinata a l’Aquila. "E’ possibile prevedere numerose vittime e migliaia di sfollati", ha aggiunto.

Alla luce delle piccole scosse dei giorni passati "la scorsa settimana - ha riferito Bertolaso - si e’ riunita all’Aquila la Commissione Grandi Rischi, che ha avuto una riunione con i tecnici locali e i piu’ importanti sismologi nazionali perche’ avevamo bisogno di avere elementi : la conclusione e’ che non si poteva prevedere quello che sarebbe successo" nei giorni successivi. "Non potevamo evacuare una intera regione senza sapere cosa sarebbe successo", ha affermato Bertolaso.

"Chiediamo agli italiani di evitare di intasare le strade che conducono in Abruzzo e di stare vicino alle vittime", ha affermato il responsabile della protezione civile. "Sull’Aquila e Provincia stanno convergendo 8 squadre di soccorso, mentre nel resto della giornata arriveranno da resto Italia", ha aggiunto. A causa del sisma le autostrade abruzzesi A24 e A25 restano chiuse intorno al capoluogo abruzzese.

Il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Altero Matteoli, ha convocato per le prossime ore un vertice operativo presso il Dicastero di Porta Pia. Al centro della riunione i provvedimenti piu’ urgenti per fronteggiare le conseguenze di questo gravissimo evento tellurico. ’’Fra le misure che assumeremo - ha dichiarato il ministro - anche lo stanziamento di risorse per i primi interventi’’.

Il presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, profondamente colpito dalle tragiche notizie relative al terremoto, si mantiene in stretto contatto con Bertolaso. Partecipazione al dolore delle popolazioni è stato espresso da Benedetto XVI. "La drammatica notizia del violento terremoto -si legge nel testo- che ha scosso il territorio di codesta arcidiocesi ha riempito di costernazione l’animo del Sommo Pontefice". E’ quanto si legge in un telegramma inviato dal Pontefice attraverso il suo segretario di Stato, il cardinale Tarcisio Bertone, all’arcivescovo dell’Aquila, mons. Giuseppe Molinari.


Ce forum est modéré à priori : votre contribution n'apparaîtra qu'après avoir été validée par un administrateur du site.

Titre :

Texte de votre message :
(Pour créer des paragraphes, laissez simplement des lignes vides.)

Lien hypertexte (optionnel)
(Si votre message se réfère à un article publié sur le Web, ou à une page fournissant plus d'informations, veuillez indiquer ci-après le titre de la page et son adresse URL.)
Titre :

URL :

Qui êtes-vous ? (optionnel)
Votre nom (ou pseudonyme) :

Votre adresse email :