Inviare un messaggio

In risposta a:
Memoria della libertà....

A FREUD (Freiberg, 6 maggio 1856 - Londra, 23 settembre 1939), GLORIA ETERNA!!! IN DIFESA DELLA PSICOANALISI. Federico La Sala risponde a Dario Antiseri. E lo scontro piace. La loro dialettica è tutta da gustare - lo scritto è del prof. Federico La Sala

A seguire, i testi di riferimento
venerdì 16 maggio 2008 di Emiliano Morrone
[...] "anche se il futuro riplasmerà o modificherà questo o quel risultato delle sue ricerche, mai più potranno essere messi a tacere gli interrogativi che Sigmund Freud ha posto all’umanità; le sue scoperte scientifiche non si possono né negare, né occultare (...) e se mai alcuna impresa della nostra specie umana rimarrà indimenticabile, questa sarà proprio l’impresa di Sigmund Freud" (Thomas Mann) [...]
Costituzione dogmatica della chiesa "cattolica"... e costituzione dell’Impero del Sol (...)

In risposta a:

> A FREUD, GLORIA ETERNA!!! IN DIFESA DELLA PSICOANALISI. Federico La Sala risponde a Dario Antiseri. E lo scontro piace. La loro dialettica è tutta da gustare - lo scritto è del prof. Federico La Sala

sabato 24 novembre 2007

IL LASCITO DI FREUD

Che fine ha fatto Sigmund Freud? Le teorie “scientifiche” del padre della psicanalisi ci spiegavano, fino a ieri, che ogni comportamento umano era dovuto al subconscio. Molte patologie fisiche - vedi la stessa ulcera - erano considerate neurotiche, psicosomatiche, da guarire sul divano del ben pagato psicanalista. L’autismo del figlio era poi imputato a papà e a mammà. La ricerca del trauma infantile - e chi non l’ha subito? - forniva la chiave di tutto. Dietro ogni comportamento eccezionale, dietro ogni atto di dedizione e d’altruismo, i seguaci della religione freudiana scorgevano il ghigno della bestia umana. Gli eroi e i santi erano persone che avrebbero avuto invece bisogno di lunghe sedute psicanalitiche per sanare i loro conflitti irrisolti. La psicanalisi saturava la cultura, il linguaggio. Ogni romanzo, ogni film americano aveva il suo bravo intreccio psicanalitico. Oggi, invece, nelle serie televisive americane trionfano il DNA, i gruppi sanguigni, i liquidi organici, le autopsie, le necroscopie, le analisi al microscopio. Le telecamere hanno lasciato il divano psicanalitico per installarsi in obitorio.

La famiglia è uscita con le ossa completamente rotte dall’ubriacatura psicanalitica. I rapporti familiari erano stati posti da Freud sul piano dell’eros, con l’invidia del pene, il complesso di castrazione, il desiderio di andare a letto con la madre e di uccidere il padre. E il “pater familias” è stato effettivamente ucciso, in Occidente, grazie anche al matrimonio gay... La rivoluzione, quella vera, quella sessuale - auspicata da Freud - ha trionfato su tutta la linea. Ma non ha dato i frutti promessi. Il sesso gioioso, che pur avrebbe dovuto trionfare, trionfa solo nella pubblicità. Il pericolo dell’AIDS ha sostituito la sanzione morale contro il sesso promiscuo. Sono poi apparse nuove patologie come l’anorexia, il body piercing, l’automutilazione, i tatuaggi sul fondoschiena... Le “nevrosi” abbondano. L’“alienazione” trionfa. Chi tra voi non è depresso alzi la testa!

Nel trionfante permissivismo odierno, sopravvivono, non si sa come, solo gli antichi tabù dell’incesto e della pedofilia. Dare oggi una caramella ad un bambino che non sia nostro figlio rischia di farci avere seri guai. Un nuovo tabù, sancito dal codice penale, è poi apparso in Occidente: il Negazionismo. Il freudismo è passato di moda. Ma quanti guasti! Claudio Antonelli (Montréal)


Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Titolo:

Testo del messaggio:
(Per creare dei paragrafi separati, lascia semplicemente delle linee vuote)

Link ipertestuale (opzionale)
(Se il tuo messaggio si riferisce ad un articolo pubblicato sul Web o ad una pagina contenente maggiori informazioni, indica di seguito il titolo della pagina ed il suo indirizzo URL.)
Titolo:

URL:

Chi sei? (opzionale)
Nome (o pseudonimo):

Indirizzo email: