Inviare un messaggio

In risposta a:
STORIA E MEMORIA DELLA LIBERTÀ E DELLA LIBERAZIONE

ROSA LUXEMBURG (1870/71), ASSASSINATA A BERLINO NEL 1919, RITROVATA - OGGI, 2009. IL SUO CORPO NELL’OBITORIO DELL’OSPEDALE "CHARITÉ" DELLA CITTA’. Ne dà notizia "Der Spiegel". Fondazione Luxemburg sconvolta: «Il governo faccia luce» - a cura di Federico La Sala

La Fondazione Luxemburg e la Linke di Oskar Lafontaine chiedono al governo tedesco, «nella sua qualità di successore dei governi del Reich», di «fare il possibile per identificare i resti del cadavere di donna rinvenuto alla "Charité" e darle finalmente l’estrema sepoltura».
domenica 31 maggio 2009
SPIEGEL, TROVATI VERI RESTI DI ROSA LUXEMBURG *
BERLINO - Il direttore del dipartimento di medicina legale dell’ospedale berlinese Charité, Michael Tsokos, potrebbe avere scoperto i veri resti di Rosa Luxemburg, figura storica del socialismo tedesco assassinata 90 anni fa nella capitale insieme a Karl Liebknecht. Lo riporta oggi lo Spiegel online. Secondo Tsokos, quindi, nella tomba della Luxemburg, nel cimitero di Friedrichsfelde, non ci sarebbe il vero cadavere della donna, che invece (...)

In risposta a:

> ROSA LUXEMBURG (1870/71), ASSASSINATA A BERLINO NEL 1919 ---- Rosa Luxemburg e Karl Liebknecht (risponde Luigi Cancrini)

martedì 24 gennaio 2012

Rosa Luxemburg e Karl Liebknecht

risponde Luigi Cancrini (l’Unità, 24.01.12)

      • È passato quasi sotto silenzio un importante anniversario: l’assassinio il 15 gennaio 1919 a Berlino di Rosa Luxemburg e del suo compagno Karl Liebknecht. Avevano fondato il movimento comunista detto «La lega di Spartaco». Represso nel sangue da coloro che in futuro si sarebbero trasformati in nazisti.

RISPOSTA La storia del mondo sarebbe stata un’altra se un po’ di rispetto in più vi fosse stato per chi, come Rosa Luxemburg e Karl Liebknecht, predicava la fratellanza, la solidarietà e l’uguaglianza fra gli esseri umani basandosi sulle idee di Marx e di Engels. Del comunismo si ricordano oggi solo le degenerazioni staliniste perché molto piace (fa comodo) a chi parla di storia senza averla studiata, identificare il comunismo con il totalitarismo sovietico e perché assai scomodo sarebbe parlare dei comunisti che sono morti per un ideale di libertà.

Nati dall’odio verso questi uomini e queste donne e dalla paura delle loro idee, nazismo e fascismo in tutto hanno fallito, forse, tranne che nel tentativo di sporcarne la memoria e il compito di chi in un’idea comunista ha creduto diversa da quella paranoica di Stalin e dei gulag, è quello di restituire ai giovani di oggi il senso di quello che è stato ed è davvero il ruolo delle idee di Marx e di Rosa Luxemburg nella storia del nostro tempo. Senza nulla nascondere delle atrocità compiute in nome loro ma senza aver paura, neppure, di recuperarne e difenderne il discorso originario.


Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Titolo:

Testo del messaggio:
(Per creare dei paragrafi separati, lascia semplicemente delle linee vuote)

Link ipertestuale (opzionale)
(Se il tuo messaggio si riferisce ad un articolo pubblicato sul Web o ad una pagina contenente maggiori informazioni, indica di seguito il titolo della pagina ed il suo indirizzo URL.)
Titolo:

URL:

Chi sei? (opzionale)
Nome (o pseudonimo):

Indirizzo email: