Inviare un messaggio

In risposta a:
Una storia fantastica da divulgare

Contea di Ulůla, nello Stato estero della ’ndrangheta. Eletto Brachicefalo. I "deboli" non si inchinano

giovedì 2 luglio 2009 di Emiliano Morrone
Questa sotto č una storia inventata, al cui cospetto anche il famoso libro che contiene il verso «arma virumque cano» appare rigorosa cronaca di eventi.
Il testo che segue, dedicato con stima all’amico e collega Paride "Il ciromista", puň girare dappertutto. Divulghiamolo liberamente, sapendo che nessuno potrŕ mai querelarci, non essendoci riferimenti a luoghi e personaggi reali. In particolare, pubblicandolo sui blog impegnati, offriremo al lettore, qualunque sia la sua provenienza, degli (...)

In risposta a:

> Contea di Ulůla, nello Stato estero della ’ndrangheta. Eletto Brachicefalo. I "deboli" non si inchinano

mercoledì 24 giugno 2009
In assoluto, guai a riverire a qualcuno chiunque sia. lo insegnano gli "Anarchici" per coerenza di principi, fosse anche l’anarchia l’oggetto della riverenza; lo insegna "Vattimo" con la sua visione debolista; lo insegna "De Andrč" che non voleva che si facesse della sua figura un santino; tanti "Altri" insieme a questi e "Noi" insieme a loro. Franco Spina.

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Titolo:

Testo del messaggio:
(Per creare dei paragrafi separati, lascia semplicemente delle linee vuote)

Link ipertestuale (opzionale)
(Se il tuo messaggio si riferisce ad un articolo pubblicato sul Web o ad una pagina contenente maggiori informazioni, indica di seguito il titolo della pagina ed il suo indirizzo URL.)
Titolo:

URL:

Chi sei? (opzionale)
Nome (o pseudonimo):

Indirizzo email: