Inviare un messaggio

In risposta a:
COSTITUZIONE E SCUOLA DELLA REPUBBLICA ITALIANA. Al Liceo classico "A. Manzoni" e al Suo Preside, un piccolo omaggio e una piena totale solidarietà ...

SCUOLA: COMUNICAZIONE, INSEGNAMENTO, E COSTITUZIONE. Una risposta ad una mail di "Esposito Gennaro" - di Federico La Sala

IL SUONO E LA VOCE (E LA SCRITTURA): CONSAPEVOLEZZA CULTURALE, EDUCAZIONE MUSICALE E FORMAZIONE. Pierre Boulez ha dichiarato di aver migliorato enormemente la propria capacità di direttore d’orchestra nel momento in cui ha imparato ad ascoltarsi mentre dirigeva.
domenica 27 settembre 2009 di Federico La Sala
UNA QUESTIONE DI ECO. L’orecchio disturbato degli intellettuali italiani
GELMINI PREPARA IL NUOVO ANNO SCOLASTICO DEL REGIME E PROPONE ZERO IN CONDOTTA PER CHI NON PARTECIPA AL RITO MATTUTINO DELL’ALZABANDIERA E AL CANTO DELL’INNO DEL PARTITO UNICO "Forza Italia"


Da: Esposito Gennaro
Inviato: sabato 19 settembre 2009 19.06
A: federicolasala
Oggetto: mi scusi ma non capisco i suoi articoli
Gentile (...)

In risposta a:

> SCUOLA: COMUNICAZIONE, INSEGNAMENTO, E COSTITUZIONE. ---- Cineforum 2009-2010 (Liceo classico "Manzoni" di Milano).

lunedì 21 settembre 2009


-  Liceo Ginnasio Statale «Alessandro Manzoni» - Milano



-  Cineforum 2009-2010

-  IO NON MI SENTO ITALIANO

-  (MA PER FORTUNA O PURTROPPO LO SONO)

Raccogliendo (ma in chiave un po’ provocatoria) il progetto di rilanciare lo studio dell’educazione civica, ventilato a suo tempo dal ministro Gelmini, il cineforum di quest’anno propone una rassegna incentrata sulla maleducazione civica degli Italiani e sul loro rapporto, spesso molto elastico, con le regole e la comunità di appartenenza.

L’intento è quello di favorire la riflessione su alcuni atteggiamenti tanto diffusi e radicati nella nostra penisola da diventare parte integrante dell’identità nazionale. Per un giovane, acquisire coscienza critica di questo retaggio culturale è il primo passo per ribellarsi a certe forme di malcostume che hanno tradizionalmente ostacolato il funzionamento del Paese, evitando di assorbirle passivamente, per osmosi, dal contesto in cui si trova a vivere.

Articolato in nove film che coprono l’arco temporale di un secolo, dalla prima guerra mondiale all’attuale crisi economica, il ciclo punta anche ad approfondire la conoscenza della storia italiana recente, focalizzando l’attenzione su alcuni problemi chiave nell’evoluzione della nostra società: le trasformazioni legate allo sviluppo economico, il ruolo e la condizione della donna, il rapporto dell’individuo con la famiglia e la religione.

Il titolo è tratto da una delle ultime canzoni di Giorgio Gaber, anch’egli indicato dal ministro come autore di testi da insegnare nelle scuole, benché quanto mai critico verso il “tipo” antropologico nostrano e refrattario ad ogni forma di ufficialità nazionale.


Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Titolo:

Testo del messaggio:
(Per creare dei paragrafi separati, lascia semplicemente delle linee vuote)

Link ipertestuale (opzionale)
(Se il tuo messaggio si riferisce ad un articolo pubblicato sul Web o ad una pagina contenente maggiori informazioni, indica di seguito il titolo della pagina ed il suo indirizzo URL.)
Titolo:

URL:

Chi sei? (opzionale)
Nome (o pseudonimo):

Indirizzo email: