Poster un message

En réponse à :
IL VANGELO DI RATZINGER, BERTONE, BAGNASCO E TUTTI I VESCOVI, E’ QUELLO DEL "LATINORUM". BENEDETTO XVI, "DEUS CARITAS EST" - TUTTO A "CARO-PREZZO" ("CARITAS") !!!

IL POTERE E LA GRAZIA. I SANTI PATRONI - IN MOSTRA. NEL NOME DEL DIO DEGLI AFFARI, RINNOVATO PATTO DIABOLICO "STATO-CHIESA". Un’anticipata e preoccupata lettera di don Paolo Farinella, a Bertone e a Bagnasco - a cura di Federico La Sala

Una gerarchia di potere senza Grazia ("Charis") e senza Grazie (in greco, Χάριτες - Charites) e un papa che scambia la Grazia ("Charis") di Dio ("Charitas") con il "caro-prezzo" del Dio Mammona ("Caritas").
vendredi 9 octobre 2009
[...] Nella serata di mercoledì 7 ottobre il cardinale Tarcisio Bertone, segretario di Stato, insieme con il presidente del Consiglio dei ministri della Repubblica Italiana, Silvio Berlusconi, ha inaugurato a Palazzo Venezia, a Roma, la mostra "Il Potere e la Grazia. I santi patroni d’Europa".
Erano presenti, tra gli altri, i cardinali Angelo Bagnasco, arcivescovo di Genova e presidente della Conferenza episcopale italiana, Julián Herranz, Sergio Sebastiani, e Albert Vanhoye [...]
apprendo (...)

En réponse à :

> IL POTERE E LA GRAZIA. I SANTI PATRONI - IN MOSTRA. --- LA "RIFORMA GENTILE". L’unico non tenuto a presentare le dimissioni, il cardinale Tarcisio Bertone (di Gian Guido Vecchi - Le grandi manovre nel governo della Chiesa)

samedi 19 décembre 2009

Le grandi manovre nel governo della Chiesa

di Gian Guido Vecchi (Corriere della Sera, 19 dicembre 2009)

L’unico non tenuto a presentare le dimissioni era il cardinale Tarcisio Bertone, dato che l’ufficio del Segretario di Stato si esercita ad nutum Summi Pontificis : dipende dalla sola volontà del Papa. Così quando Bertone, 75 anni il 2 dicembre, si è presentato con la lettera, Benedetto XVI ha sorriso, « guardi che non ce n’era bisogno ! », e lo ha confermato finché resterà lui. Per tutti gli altri vertici della Curia romana, invece, a 75 anni si rimette il mandato, al massimo ci sono proroghe : e anche quelle limitate.

Perciò nei prossimi mesi si preparano a cambiare alcune caselle decisive, nel governo della Chiesa : a cominciare dalla potente Congregazione per i vescovi, che dal 2000 è guidata dal cardinale Giovanni Battista Re. La sostituzione di Re è data per imminente, il 30 gennaio compirà 76 anni, scadrà il primo anno di proroga e Oltretevere non è previsto un secondo. Ci sono state dilazioni più lunghe, due anni e oltre, ma il dicastero che « provvede a tutto ciò che attiene alla nomina dei vescovi » non vive un bel momento : da ultimo, lo scandalo dei preti pedofili in Irlanda, con relativi vescovi che li hanno coperti, ha provocato lo « sdegno » e la « vergogna » del Papa, qualcosa non ha funzionato nella gestione dei pastori e si impone un rinnovamento. Non sono ancora state prese decisioni, anche se il nome più accreditato è quello dell’arcivescovo Giuseppe Bertello, 67 anni, nunzio apostolico in Italia : originario del Canavese come il cardinale Bertone, è molto stimato dal segretario di Stato, che lo volle nunzio nel 2007. Un altro nome autorevole è quello del cardinale George Pell, arcivescovo di Sydney : a luglio, però, il Papa ha nominato segretario della congregazione (cioè numero due) il portoghese Manuel Monteiro de Castro, ed è quindi più probabile che il prefetto sia italiano. Il cardinale Pell, piuttosto, potrebbe guidare in futuro Propaganda Fide , congregazione per le terre di missione, il cui prefetto viene definito « Papa rosso » : il cardinale Ivan Dias, 73 anni, non è in scadenza ma ha qualche problema di salute.

Oltre la scadenza, invece, è il cardinale Walter Kasper, 77 anni a marzo, presidente del Consiglio per l’unità dei cristiani : entro Pasqua è atteso il successore (sì è parlato, ma è solo un’ipotesi, del vescovo di Ratisbona Gerhard Müller). Anche il cardinale Claudio Hummes, prefetto della Congregazione per il clero, compie in agosto 76 anni, come in settembre il cardinale Franc Rodé, alla guida degli istituti di vita consacrata, e il cardinale Paul Cordes, presidente del pontificio consiglio « Cor Unum » per i progetti umanitari. Si provvederà per gradi : nello stile della « riforma gentile » avviata nel 2005 da Benedetto XVI.


Ce forum est modéré à priori : votre contribution n'apparaîtra qu'après avoir été validée par un administrateur du site.

Titre :

Texte de votre message :
(Pour créer des paragraphes, laissez simplement des lignes vides.)

Lien hypertexte (optionnel)
(Si votre message se réfère à un article publié sur le Web, ou à une page fournissant plus d'informations, veuillez indiquer ci-après le titre de la page et son adresse URL.)
Titre :

URL :

Qui êtes-vous ? (optionnel)
Votre nom (ou pseudonyme) :

Votre adresse email :