Inviare un messaggio

In risposta a:
GIORNATA INTERNAZIONALE DI MOBILITAZIONE STUDENTESCA. Contro la privatizzazione e il "caro-prezzo", lo slogan è "Education is not for sale".

SCUOLA E UNIVERSITA’: CORTEI IN EUROPA E IN ITALIA, E ASSEMBLEA A BRUXELLES. Una giornata internazionale di mobilitazione - a cura di Federico La Sala

L’Udu: "Riforma Gelmini è dequalificante". Occupato il rettorato a Bari.
martedì 17 novembre 2009 di Federico La Sala
[...] Per gli studenti universitari, il disegno di legge del ministro Mariastella Gelmini, già approvato dal Consiglio dei ministri e ora all’esame delle commissioni parlamentari, punterebbe ad obbligare gli atenei a consegnarsi nelle mani di privati: "E’ un disegno compiuto e ragionato ad arte - dice Giorgio Paterna, coordinatore nazionale dell’Unione degli universitari - perché anche i nuclei di valutazione, che dovrebbero fare verifiche qualitative, verranno affidati a mani esterne, (...)

In risposta a:

> SCUOLA E UNIVERSITA’: CORTEI IN EUROPA E IN ITALIA, E ASSEMBLEA A BRUXELLES. ---- CORTEI IN 59 CITTA’. A Roma protesta contro "La Repubblica delle banane". Tensione a Milano e a Torino.

martedì 17 novembre 2009


-   Gli studenti scendono in piazza per la "Giornata di mobilitazione internazionale
-  per il diritto allo studio". A Roma protesta contro "La Repubblica delle banane"

-  Scuola-università, cortei in 50 città
-  Tensione a Milano e a Torino
*

ROMA - Proteste del mondo della scuola e dell’università in tutta Italia, per la ’’Giornata di mobilitazione internazionale per il diritto allo studio’’. In oltre 50 città si sono svolte manifestazioni: momenti di tensione a Milano, mentre a Torino c’è stato un lancio di uova contro la sede regionale del Miur e l’occupazione del Rettorato.

Milano. Toni e atmosfera accesi nel capoluogo lombardo, dove gli studenti protestano, oltre che per le scelte del ministro Mariastella Gelmini, anche contro lo sgombero del liceo civico Gandhi, avvenuto sabato scorso. Il corteo, formato da alcune centinaia di ragazzi, è partito da largo Cairoli e poi si è diretto a largo Treves, dove si trova una sede degli uffici comunali. In piazza Mercanti hanno trovato gli agenti della polizia e i carabinieri in assetto antisommossa: ci sono stati momenti di tensione.

Roma. Contro la "Repubblica delle banane": questo uno degli slogan della manifestazione della capitale. E infatti i partecipanti hanno sfilato con banane vere nelle mani. E ancora: "Il futuro è nostro riprendiamocelo sciopero generale studentesco". Il corteo va da piazza Vittorio all’università La Sapienza, con assemblea pubblica finale.

Torino. Un applauso per Vito Scafidi, lo studente morto un anno fa nel crollo del liceo Darwin di Rivoli: si è aperta così la manifestazione. Alcune migliaia di studenti delle scuole superiori, ai quali si sono uniti anche gli universitari, hanno sfilato per le vie del centro. C’è stato un lancio di uova e carta igienica contro la sede regionale del Miur e una finta rapina in banca inscenata da due manifestanti con in spalla dei caschi neri, pieni di banconote finte raffiguranti il ministro Gelmini. Parte degli studenti ha occupato il Rettorato: alcuni hanno realizzato un finto preservativo, fatto con un grosso sacchetto di nylon pieno di palloncini, con sopra la scritta "Preserviamo l’Università pubblica".

Palermo. Corteo con lo slogan "Riprendiamoci il futuro". I manifestanti si sono radunati in piazza Politeama, e da qui hanno sfilato per le vie del centro fino a piazza Indipendenza, dove ha sede la presidenza della Regione. Il traffico ha subito pensanti conseguenze. Un corteo studentesco si è svolto anche a Catania, con partenza da piazza Roma.

Napoli. Lanci di palloncini carichi d’acqua contro il portone d’ingresso chiuso della sede della Provincia, in piazza Matteotti. "Siamo circa 5.000" hanno detto i manifestanti, ex Onda, riuniti nel movimento denominato Fuck, Future under construction kollettive. Sempre in piazza Matteotti gli studenti hanno esposto anche uno striscione con la scritta: "Questo palazzo fa acqua da tutte le parti"

* la Repubblica, 17 novembre 2009


Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Titolo:

Testo del messaggio:
(Per creare dei paragrafi separati, lascia semplicemente delle linee vuote)

Link ipertestuale (opzionale)
(Se il tuo messaggio si riferisce ad un articolo pubblicato sul Web o ad una pagina contenente maggiori informazioni, indica di seguito il titolo della pagina ed il suo indirizzo URL.)
Titolo:

URL:

Chi sei? (opzionale)
Nome (o pseudonimo):

Indirizzo email: