Inviare un messaggio

In risposta a:
ARCHEOLOGIA, MITOLOGIA E ANTROPOLOGIA. Il ramo d’oro: da Freud a Eliot, le influenze di un rito ...

IL BOSCO DEL LAGO DI NEMI, JAMES G. FRAZER, E IL RAMO D’ORO: LA SCOPERTA DEL VASO IN CUI CRESCEVA L’ALBERO. Un resoconto di Francesco Erbani, con una nota di Marino Niola - a cura di Federico La Sala

Quel vaso, sostiene l’archeologo Filippo Coarelli, potrebbe essere l’alloggiamento dell’albero fra i cui rami ce n’era uno che un’altra leggenda racconta fosse d’oro e avesse un potere speciale ...
venerdì 19 febbraio 2010 di Federico La Sala
[...] SENZA Il ramo d’oro di James G. Frazer la cultura del Novecento non sarebbe la stessa. Quei dodici volumi usciti nel 1890 sono uno sterminato catalogo dell’immaginario umano. Un fantastico viaggio che parte dal lago di Nemi e dall’uccisione rituale del sacerdote di Diana per mano di un uomo pił giovane e forte che vuole prenderne il posto. E attraversa la mitologia degli antichi, i riti dei primitivi e le credenze dei moderni ricerca il filo che unisce il passato e il futuro (...)

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Titolo:

Testo del messaggio:
(Per creare dei paragrafi separati, lascia semplicemente delle linee vuote)

Link ipertestuale (opzionale)
(Se il tuo messaggio si riferisce ad un articolo pubblicato sul Web o ad una pagina contenente maggiori informazioni, indica di seguito il titolo della pagina ed il suo indirizzo URL.)
Titolo:

URL:

Chi sei? (opzionale)
Nome (o pseudonimo):

Indirizzo email: