Inviare un messaggio

In risposta a:
LA COSTITUZIONE, LE REGOLE DEL GIOCO, E IL "GIOCO" DEL "MENTITORE" ISTITUZIONALIZZATO CHE CONTINUA: "FORZA ITALIA", FORZA "POPOLO DELLA LIBERTA’". Avanti tutta, fino alla castrofe ...

ELEZIONI REGIONALI: LE LISTE DEL PDL NEL CAOS E IL RISPETTO DELLE REGOLE E DELLA DIGNITA’ DEL POPOLO ITALIANO NEL FANGO. Gianfranco Rotondi, il ministro per l’Attuazione del programma: "Comunque abbiamo sbagliato" - a cura di Federico La Sala

Liste escluse, il Cavaliere studia una leggina. Bersani: "Noi non siamo d’accordo". Ed è ancora scontro tra An e Forza Italia.
sabato 6 marzo 2010 di Federico La Sala
[...] Che qualcosa, però, non vada come dovrebbe nel Pdl lo confermano le parole del ministro per l’Attuazione del programma, Gianfranco Rotondi: "Sono il primo a criticare i dirigenti del Pdl che hanno presentato le liste a poche ore della chiusura. Nel Pdl saranno presi provvedimenti in merito, bisogna avviarsi verso una regolamentazione giuridica dei partiti" [...]
ALLARME COSTITUZIONALE, LOGICO E LINGUISTICO. L’ITALIA DELL’INDECENZA: IL NOME E L’IDENTITA’ DI TUTTO IL PAESE NELLE MANI DI (...)

In risposta a:

> ELEZIONI REGIONALI: LE LISTE DEL PDL NEL CAOS --- La Russa: "Se ci escludono pronti a tutto". Ed è polemica

mercoledì 3 marzo 2010


-  La decisione della Corte d’appello del Lazio. La Corte d’appello di Milano
-  chiamata a pronunciarsi sulla lista Formigoni. E cresce la tensione

-  Lazio ammessa con riserva lista civica Polverini
-  Attesa per verdetto su listino e sul Pdl a Roma

La Russa: "Se ci escludono pronti a tutto". Ed è polemica *

ROMA - Per il pasticcio delle elezioni regionali in casa del centrodestra è giunta l’ora della verità. Un primo verdetto c’è già stato: la lista civica regionale per il Lazio di Renata Polverini, esclusa ieri, è stata riammessa con riserva dalla Corte d’appello di Roma. Il problema che i giudici ancora devono chiarire è legato alla documentazione anagrafica di tre dei candidati in lizza. Per il ’listino’ della candidata governatrice (a cui mancava la firma del vicecoordinatore del Pdl) bisognerà invece attendere 48 ore per un pronunciamento della Corte.

Sempre entro oggi, dovrebbero arrivare altre due sentenze cruciali. Una, dalla Corte d’appello di Roma, sulla lista Pdl Roma e Provincia (presentata in ritardo, e su cui il Tribunale di prima istanza si è già pronunciato in senso negativo). L’altra dalla Corte d’appello di Milano per la lista Formigoni, bocciata a causa della non regolarità di alcune firme.

La situazione resta tesissima. Il capogruppo del Pdl a Montecitorio Fabrizio Cicchitto ha parlato di "violazione dei principi della democrazia", dovuta "all’azione provocatoria di alcuni rappresentanti di lista di altri partiti che hanno fatto ostruzionismo e dall’inaccettabile ordine dato dal magistrato di impedire la consegna delle liste Pdl".

Ancora più duro il ministro della Difesa Ignazio La Russa, che in un’intervista al Riformista ha dichiarato: "Non vorrei fare la parte dell’eversivo ma lo dico chiaro e tondo: noi attendiamo fiduciosi i verdetti sulle nostre liste, ma non accetteremo mai una sentenza che impedisca a centinaia di migliaia di nostri elettori di votarci alle regionali. Se ci impediscono di correre siamo pronti a tutto’’.

Parole forti, che provocano preoccupazione e indignazione nei partiti d’opposizione. Dice Marco Pannella: "Vorrei ricordare, non al paleo-fascista La Russa ma a me stesso e ai cittadini italiani, che il Capo delle Forze Armate in Italia è il Presidente della Repubblica". Gli fa eco Ignazio Marino: "Minacce inquietanti ed eversive, trovo davvero gravi e inaccettabili parole e toni usati dal ministro". Toni analoghi da Savino Pezzotta, candidato governatore della Lombardia per l’Udc: "La Russa è un ministro della Repubblica quindi è meglio se cerca, per il momento, di trattenere i suoi appetiti eversivi".

* la Repubblica, 03 marzo 2010


Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Titolo:

Testo del messaggio:
(Per creare dei paragrafi separati, lascia semplicemente delle linee vuote)

Link ipertestuale (opzionale)
(Se il tuo messaggio si riferisce ad un articolo pubblicato sul Web o ad una pagina contenente maggiori informazioni, indica di seguito il titolo della pagina ed il suo indirizzo URL.)
Titolo:

URL:

Chi sei? (opzionale)
Nome (o pseudonimo):

Indirizzo email: