Inviare un messaggio

In risposta a:
IL RITORNO DEL RIMOSSO E LA LEZIONE (’DIMENTICATA’) DI SIGMUND FREUD. LA "SACRA FAMIGLIA" DELLA GERARCHIA CATTOLICO-ROMANA E’ ZOPPA E CIECA: IL FIGLIO HA PRESO IL POSTO DEL PADRE DI GESU’ E DEL "PADRE NOSTRO" E FA IL SANTO "PADRINO".... CON "MAMMASANTISSIMA"!!!

CHIESA: LA PENITENZA, IL PECCATO, E LA SPERANZA. Una nota di Aldo Schiavone - a cura di Federico La Sala

È importante che il Papa abbia parlato, nella sua ultima omelia, del valore e del significato della penitenza (...) ma penitenza deve voler dire anche cercar di capire, per arrivare al fondo delle cose.
domenica 18 aprile 2010 di Federico La Sala
[...] Penitenza vuol dire oggi per la Chiesa sapersi rivoluzionare, nel nome di un Dio di speranza,
d’amore, di libertà e di eguaglianza. Nel nome di una fuga epocale dalla politica: si abbandoni a
Cesare quel che gli spetta. Nel nome di una riconciliazione con la modernità e con la scienza; nel
nome di un nuovo, integrale umanesimo [...]
LA CHIESA DEL SILENZIO E DEL "LATINORUM". Il teologo Ratzinger scrive da papa l’enciclica "Deus caritas est" (2006) e, ancora oggi, nessuno ne sollecita (...)

In risposta a:

> CHIESA: LA PENITENZA, IL PECCATO, E LA SPERANZA. ---- DOPO GOEBBELS E DOPO HITLER, LE ALTE GERARCHIE VATICANE COME PRIMA E PEGGIO DI PRIMA!!!

lunedì 19 aprile 2010

DOPO GOEBBELS E DOPO HITLER, LE ALTE GERARCHIE VATICANE HANNO CONTINUATO COME PRIMA E PEGGIO DI PRIMA!!! COME SE AUSCHWITZ NON FOSSE MAI AVVENUTO, PER LA CHIESA DI PAPA RATZINGER. Si continuano a "concedere a Hitler delle vittorie postume" (Emil L. Fackenheim: "Tiqqun. Riparare il mondo")!!! (Federico La Sala


Le accuse di Goebbels alla chiesa: preti pedofili!

di Dino Messina (16/04/2010) *

Nel 1937 papa Achille Ratti (Pio XI) emise un’enciclica, Mit Brennender Sorge (con viva preoccupazione) in cui condannava alcuni aspetti del nazismo. Due anni dopo avrebbe fatto compilare a padre La Farge un’altra enciclica, mai pubblicata anche per la sopravvenuta morte, la Humani Generis Unitas, in cui veniva dato un colpo definitivo alle teorie naziste sulla superiorità della razza umana.

Anche se dal 1933 esisteva un concordato tra Santa Sede e Germania, i rapporti con il nazismo erano di forte tensione. Tanto che appena due mesi dopo la pubblicazione dela Mit Brennender Sorge (10 marzo 1937) il ministro della propaganda Joseph Gobbels tenne un discorso in cui attaccava la chiesa con l’infamante accusa della pedofilia. Era il 28 maggio 1937 e Joseph Goebbels accusava: "Ci sono casi di abusi sessuali che vengono alla luce ogni giorno contro un gran numero di membri del clero cattolico. Purtroppo non si può più parlare di casi individuali, ma di una crisi morale collettiva che forse la storia culturale dell’umanità non ha mai conosciuto in una dimensione così spaventosa e sconcertante. Numerosi sacerdoti e religiosi sono rei confessi. Non c’è dubbio che le migliaia di casi venuti a conoscenza della giustizia rappresentino solo una piccola frazione dell’ammontare autentico, dal momento che molti molestatori sono stati coperti e nascosti dalla Gerarchia".

Vennero celebrati processi, si scoprì che i preti colpevoli erano meno numerosi di quanto si pensasse, ma venne fuori anche che il ministero dela propaganda aveva dato istruzioni per soffiare sul fuoco dell’infamia. C’era un piano per infangare la chiesa che Wilhelm Canalis, capo del controspionaggio e futuro organizzatore del fallito attentato a Hitler nel 1944, fece conoscere ai vertici vaticani.

Questa storia ci viene raccontata oggi sul quotidiano della Cei "Avvenire", da Massimo Introvigne. Nessun parallelo con i fatti odierni, ma solo la puntuale ricostruzione di un caso.

* * Corriere della Sera/La nostra storia - blog di Dino Messina, 16.04.2010


Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Titolo:

Testo del messaggio:
(Per creare dei paragrafi separati, lascia semplicemente delle linee vuote)

Link ipertestuale (opzionale)
(Se il tuo messaggio si riferisce ad un articolo pubblicato sul Web o ad una pagina contenente maggiori informazioni, indica di seguito il titolo della pagina ed il suo indirizzo URL.)
Titolo:

URL:

Chi sei? (opzionale)
Nome (o pseudonimo):

Indirizzo email: