Inviare un messaggio

In risposta a:
INGEGNERIA GENETICA. «COMINCIA L’ERA POST-GENOMICA»

VITA ARTIFICIALE: SVOLTA EPOCALE. Costruita la prima cellula artificiale, in grado di dividersi e moltiplicarsi - a cura di Federico La Sala

Il risultato, pubblicato su Science, è stato ottenuto negli Stati Uniti, nell’istituto di Craig Venter
giovedì 20 maggio 2010 di Federico La Sala
[...] «Si tratta di un traguardo fondamentale dell’ingegneria genetica, non solo per possibili risvolti applicativi, ma anche perché segna la tappa iniziale dell’era post-genomica» commenta il genetista Giuseppe Novelli, preside della facoltà di Medicina dell’Università di Tor Vergata di Roma. «Di fatto Venter ha creato qualcosa che prima non c’era, un batterio prima inesistente, perché il genoma artificiale che ha costruito con una macchina in laboratorio contiene dei pezzetti di Dna che (...)

In risposta a:

> VITA ARTIFICIALE: SVOLTA EPOCALE. ---- La creazione della cellula artificiale "è un ulteriore segno della grande intelligenza dell’uomo". Così, a Torino, il cardinale Angelo Bagnasco, presidente della Cei.

venerdì 21 maggio 2010

GENETICA

-  Vita artificiale, Bagnasco: "Ulteriore segno
-  dell’intelligenza dell’uomo, dono di Dio"

Il cardinale, a Torino per visitare la Sindone, commenta la notizia della nascita di un batterio col Dna sintetico. "Ogni scoperta va commisurata a etica" *

La creazione della cellula artificiale "è un ulteriore segno della grande intelligenza dell’uomo". Così, a Torino, il cardinale Angelo Bagnasco, presidente della Cei, prima di entrare in duomo per visitare la Sindone, insieme ai pellegrini della diocesi di Genova, ha commentato la notizia della nascita della prima vita arificiale 1.

"Non conosco i termini precisi della questione - ha spiegato il cardinale - ho letto solo i titoli sui giornali questa mattina, ma certamente se le cose stanno così questo è un ulteriore segno dell’intelligenza, dono di Dio per conoscere meglio il creato e poterlo meglio ordinare". E poi ha agginto: "D’altra parte l’intelligenza non è mai senza responsabilità, quindi ogni forma di intelligenza e ogni acquisizione scientifica deve sempre essere commisurata alla dimensione etica, che ha a cuore la dignità vera di ogni persona nella prospettiva del creato".

* la Repubblica, 21.05.2010


Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Titolo:

Testo del messaggio:
(Per creare dei paragrafi separati, lascia semplicemente delle linee vuote)

Link ipertestuale (opzionale)
(Se il tuo messaggio si riferisce ad un articolo pubblicato sul Web o ad una pagina contenente maggiori informazioni, indica di seguito il titolo della pagina ed il suo indirizzo URL.)
Titolo:

URL:

Chi sei? (opzionale)
Nome (o pseudonimo):

Indirizzo email: