Inviare un messaggio

In risposta a:
INFANZIA, SOCIETA’, E ABUSI. Dietro lo specchio ....

CAMERA OSCURA. «Da Lewis Carroll a Jackson ecco i seduttori di bambini che la società non vuol vedere». Intervista a Simonetta Agnello Hornby di Maria Serena Palieri - a cura di Federico La Sala

(...) è un libro, Camera oscura, che esplorando il terreno scivoloso su cui in età vittoriana si muoveva il reverendo Dodgson, sottotraccia interroga il fenomeno della pedofilia nel mondo d’oggi (...)
lunedì 7 giugno 2010 di Federico La Sala
[...] Smontare l’immagine di Lewis Carroll, in Inghilterra, è l’equivalente di farlo da noi con Collodi. Ma la sua indagine è anche un atto d’accusa alla società vittoriana. Quei genitori conniventi... Oggi potrebbe succedere?
«Il vittorianesimo, più lo conosco più lo detesto. C’era una prostituzione infantile violenta e organizzata. Il direttore della Pall Mall Gazette fece un’inchiesta fingendosi un cliente e gli portarono una bambina cloroformizzata. Lo (...)

In risposta a:

> CAMERA OSCURA. «Da Lewis Carroll a Jackson ecco i seduttori di bambini che la società non vuol vedere». Intervista a Simonetta Agnello Hornby di Maria Serena Palieri - a cura di Federico La Sala

mercoledì 9 giugno 2010
Gentile Sig.ra Hornby, alla presentazione del Suo libro Lei ha rilasciato una breve intervista, (che si può ascoltare accedendo al link http://www.c6.tv/archivio?id=9563 - non so se è corretto riportare o meno un altro indirizzo web, eventualmente prego l’amministratore di eliminare questa parte, in ogni caso si può trovare tranquillamente il sito cercando "Camera oscura" su qualsiasi motore di ricerca) nella quale Lei stessa definisce la storia che racconta nel Suo libro una storia immaginaria, cercando però di spacciarla come verità, di una bambina che Lei ha immaginato essere stata sedotta psicologicamente da un uomo adulto e subdolo quale era Lewis Carroll, sottolineando il fatto che i documenti riguardanti costui sono a disposizione di tutti, ma che le persone non vogliono vedere, non cercano la verità. Non Le sembra di essere un po’ confusa? Quantomeno confusa, direi! Asserisce che le persone, comuni, non vogliono vedere la verità, non vogliono sapere come stanno veramente le cose e poi Lei, una scritttrice, è la prima a farlo. Per sostenere le Sue tesi sulla corruzione morale di certi adulti nei confronti dei bambini, Lei cita la vicenda personale di un uomo, unico al mondo, che peraltro in questo momento non può risponderLe, senza essere minimamente documentata al riguardo; eppure tutto ciò che riguarda la vita di Michael J. Jackson, e soprattutto certe vicende tristemente note a tutti, è davvero a disposizione di tutti, basterebbe soltanto leggere prima di parlare! Tanto più per una persona come Lei, avvocato e scrittrice: non dovrebbe essere così difficile capire come sono andate veramente le cose. La invito pertanto a fare una cosa: faccia un passo indietro, si documenti prima di scrivere e poi magari scriva veramente su MJ! Non potrà che scrivere cose diverse da quelle che asserisce oggi e noi saremo lieti di leggerLa. IT’S ALL FOR L.O.V.E. Cordialmente, Caterina

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Titolo:

Testo del messaggio:
(Per creare dei paragrafi separati, lascia semplicemente delle linee vuote)

Link ipertestuale (opzionale)
(Se il tuo messaggio si riferisce ad un articolo pubblicato sul Web o ad una pagina contenente maggiori informazioni, indica di seguito il titolo della pagina ed il suo indirizzo URL.)
Titolo:

URL:

Chi sei? (opzionale)
Nome (o pseudonimo):

Indirizzo email: