Poster un message

En réponse à :
Costituzione, Politica e Cultura.. Uscire dalla "logica" del "paradosso del mentitore" istituzionalizzata

L’ITALIA "CONFUSA E AGITATA" E OFFESA !!! PRIMA DELLE ELEZIONI, RIMUOVERE LA TRAPPOLA DEL LOGO DEL PARTITO DI BERLUSCONI. Caro Presidente della Repubblica ... una domanda : ma può un Partito usare come Nome e Bandiera di "parte" il Nome e la Bandiera di TUTTO il Popolo Italiano ?!? Una lettera aperta del 2004 di Federico La Sala.

LA PAROLA RUBATA. Un omaggio agli intellettuali : Sigmund Freud, Gregory Bateson, Paul Watzlawick, Jacques Lacan, Elvio Fachinelli.
mardi 5 février 2008 par Emiliano Morrone
[...] La situazione politica ormai non è più riconducibile all’interno del ’gioco’ democratico e a un vivace e normale confronto fra i due poli, quello della maggioranza e quello della minoranza. Da tempo, purtroppo, siamo già fuori dall’orizzonte democratico ! Il gioco è truccato ! Cerchiamo di fermare il ’gioco’ e di ristabilire le regole della nostra Costituzione, della nostra Legge e della nostra Giustizia. Ristabiliamo e rifondiamo le regole della democrazia. E siccome la cosa non (...)

En réponse à :

> LA REPUBBLICA DELLA "PENISOLA DEI FAMOSI" E UN PARLAMENTO CHE CANTA : "FORZA ITALIA" !?! Caro Presidente della Repubblica ... una domanda : ma può un Partito usare come Nome e Bandiera di "parte" il Nome e la Bandiera di TUTTO il Popolo Italiano ?!? --- NAPOLITANO : "Lo sviluppo fuori dallo scontro politico"

mercredi 24 octobre 2007


-  Nuovo appello del presidente della Repubblica alle forze politiche
-  in occasione della consegna delle insegne di Cavaliere del Lavoro

-  Napolitano : "Servono intese sulle riforme
-  Lo sviluppo fuori dallo scontro politico"

-  Invito a favorire un clima più propizio per la soluzione dei problemi
-  con cui "l’intero mondo delle imprese e del lavoro deve misurarsi"
*

ROMA - Intese bipartisan sulle riforme. Il presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, rivolge nuovamente un invito alle forze politiche affinché si crei "un clima più propizio per la soluzione dei problemi con cui l’intero mondo delle imprese e del lavoro deve misurarsi". E torna a chiedere serenità ed equilibrio a chi ha in mano le sorti del Paese : "Ci sono tematiche ed esigenze vitali per il nostro Paese che dovrebbero essere tenute fuori dal clima di concitazione che la vita politica e istituzionale sta attraversando".

Parlando ai cavalieri del lavoro appena insigniti dell’onoreficenza, il presidente chiede pertanto un clima "di maggiore concentrazione costruttiva su questioni che è necessario affrontare e tendere a risolvere attraverso le indispensabili intese. E parlo di questioni di riforma del sistema politico-istituzionale". Le riforme, ribadisce, sono necessarie per assicurare in futuro al Paese ’’l’effettiva governabilità’’.

Napolitano replica indirettamente alle istituzioni internazionali che hanno criticato gli ultimi provvedimenti di politica economica varati dal governo : "Considero fisiologiche e legittime tutte le diversità di giudizio che si esprimono anche in sedi neutrali e internazionali, sui risultati raggiunti dall’azione di risanamento dei conti pubblici, sul ritmo con cui tale azione dovrebbe e potrebbe essere portata avanti, nonchè sul rapporto in cui essa va vista con esigenze fondamentali di crescita e di equità ".

E tuttavia chi governa dovrebbe procedere valutando "i fatti, i problemi, gli impegni cercando di dare valutazioni obiettive, senza cedere nè a forme di autosoddisfazione propagandistica nè a sommarie stroncature".

Il presidente ha poi lodato l’impegno delle imprese, che hanno contribuito al risanamento del Paese : "Il ministro Bersani ha messo in luce il contributo delle imprese alla ripresa economica e ha tracciato un quadro delle politiche con cui il governo ha accompagnato il processo di rinnovamento delle imprese".

Al mondo delle imprese, ha però lanciato un appello perché vengano valorizzati "i talenti femminili che vanno emergendo nel mondo dell’impresa, così come l’impegno per valorizzare gli imprenditori del Mezzogiorno che hanno dovuto resistere e reagire alle pressioni e alle minacce della malavita e del crimine organizzato".

* la Repubblica, 24 ottobre 2007.


Ce forum est modéré à priori : votre contribution n'apparaîtra qu'après avoir été validée par un administrateur du site.

Titre :

Texte de votre message :
(Pour créer des paragraphes, laissez simplement des lignes vides.)

Lien hypertexte (optionnel)
(Si votre message se réfère à un article publié sur le Web, ou à une page fournissant plus d'informations, veuillez indiquer ci-après le titre de la page et son adresse URL.)
Titre :

URL :

Qui êtes-vous ? (optionnel)
Votre nom (ou pseudonyme) :

Votre adresse email :