Inviare un messaggio

In risposta a:
MEMORIA, STORIA E STORIOGRAFIA. Un’altra storia italiana è possibile

LA RESISTENZA DELLE DONNE: RESISTENZA CIVILE. Dal "Dizionario della Resistenza", la "voce" di Anna Bravo - con aggiornamenti (nel forum), a cura di Federico La Sala

INDICE: I. Forme di lotta. II. La resistenza e la figura femminile.III. Il senso comune storiografico. IV. Il concetto di resistenza civile. V. Resistenza civile e resistenza delle donne
giovedì 10 febbraio 2011 di Federico La Sala
RESISTENZA CIVILE
di ANNA BRAVO *
I. Forme di lotta
Con la significativa eccezione delle enclaves di alto prestigio e potere, non esistono nella resistenza compiti o settori dove non compaiano donne. E’ cosi’ nello scontro armato, nel lavoro di informazione, approvvigionamento e collegamento, nella stampa e propaganda, nel trasporto di armi e munizioni, nell’organizzazione sanitaria e ospedaliera, nel Soccorso rosso, la struttura delegata a sostenere i militanti in difficolta’ e le loro (...)

In risposta a:

> LA RESISTENZA DELLE DONNE ---- VITA DA STREGHE. Parlo nel tempo dell’umanità corrotta, dell’infanzia violata e dei corpi artefatti (di Giorgia Vezzoli).

giovedì 10 febbraio 2011

VITA DA STREGHE

di Giorgia Vezzoli *

-  Parlo nel tempo dell’umanità corrotta,
-  dell’infanzia violata e dei corpi artefatti.

-  Parlo nel tempo di chi elemosina le briciole di una quotidiana certezza,
-  come fiere che si divorano per la stessa pietanza,
-  e tacciono
-  per non essere cacciate dalla mensa del padrone.

-  Parlo nel tempo della coscienza infetta,
-  ammorbata dai veleni, dai mercati,
-  dalla disinformazione,
-  che ha perduto la capacità di discernere e che non sa distinguere
-  gli occhi che mentono da quelli che implorano.

-  Parlo nel tempo degli ubriachi,
-  di chi si fa denudare dei propri diritti, che furono un tempo
-  pretesi e combattuti.

-  Parlo nel tempo di chi non porge rispetto e non conosce memoria,
-  dove ogni tragedia della Terra è un monito
-  che grida il dolore di chi non c’è più.

-  Parlo di un tempo che non a me dovrà rendere conto
-  ma ai figli schiavi della propria menzogna,
-  a quelli mancati delle sue prossime generazioni
-  e a quelli ammazzati dal proprio silenzio.

*

Questa mattina mi sono alzato alle 5,30 ed ho pregato con questa poesia, salmo laico da un mondo laido (don Aldo Antonelli).


Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Titolo:

Testo del messaggio:
(Per creare dei paragrafi separati, lascia semplicemente delle linee vuote)

Link ipertestuale (opzionale)
(Se il tuo messaggio si riferisce ad un articolo pubblicato sul Web o ad una pagina contenente maggiori informazioni, indica di seguito il titolo della pagina ed il suo indirizzo URL.)
Titolo:

URL:

Chi sei? (opzionale)
Nome (o pseudonimo):

Indirizzo email: