Poster un message

En réponse à :
LA FRECCIA FERMA : L’ITALIA (1994-2011) E LA PERDITA DELLA CAPACITA’ DI DISTINGUERE E DI GIUDICARE ....

LA CULTURA FALSA, COME LA MONETA FALSA, SCACCIA QUELLA BUONA : iL GRANDE SACCHEGGIO. Un disastro annunciato : la denuncia dello storico Piero Bevilacqua - a cura di Federico La Sala

"Il silenzio, o il sommesso brusio, delle forze intellettuali, del ceto politico, del mondo imprenditoriale, dei media, dello stesso corpo accademico a noi appare forse come il segno più inquietante di un paese che ha scelto consapevolmente di mettersi da parte, di stare fuori dalla scena del mondo nel prossimo futuro."
lundi 24 janvier 2011 par Federico La Sala
Il ridimensionamento delle università nella vita italiana non è certo questione che attiene agli schieramenti politici. Esso corrisponde alla scelta strategica di un ridimensionamento complessivo dell’Italia nel mondo. Senza ricerca scientifica, senza valorizzazione culturale della nostra gioventù, quale può essere l’avvenire economico del nostro paese ? Anche a voler ragionare secondo una logica sviluppista - che non ci appartiene e che crediamo ormai senza avvenire - quale posto intende (...)

En réponse à :

> iL GRANDE SACCHEGGIO. Un disastro annunciato ---- e le domande di Piero Bevilacqua sull’etica civile delle grandi opere

vendredi 20 juin 2014

L’etica civile delle grandi opere

Grandi opere e territori

[...] A chi appartiene la Laguna di Venezia, all’ex sindaco Orsoni, all’ex ministro Galan e ai suoi predecessori o, per caso, agli abitanti di Venezia ? Se non altro perché la Laguna, e la stessa città che noi ereditiamo, sono il frutto di un’opera secolare di conservazione, realizzata con ingenti sforzi da innumerevoli generazioni di veneziani. E la Val di Susa - già collegata alla Francia con un ferrovia internazionale, con una autostrada e con altre due strade minori - che si vuole sconvolgere con un tunnel di ben 57 km ?
-  A chi appartiene la Val di Susa, al sindaco di Torino, a Prodi a Berlusconi, al ministro Alfano, che l ‘ha messo sotto assedio con una operazione di guerra di posizione ? O non per caso alle popolazioni che da secoli l’hanno resa produttiva contribuendo alla ricchezza nazionale, che l’hanno curata e mantenuta per noi e per le generazioni che verranno ? E dov’è il superiore fine nazionale che dovrebbe far tacere i diritti locali ?
-  E il sottosuolo di Firenze, dov’è in corso una dissennata opera di escavazione per costruire una stazione sotterranea destinata alla TAV ? Appartiene all’ex sindaco Renzi o agli attuali ministri in carica ? E che dire dei costi, che secondo il parere di esperti come Marco Ponti, sono di almeno 4 volte superiori rispetto a una stazione di superficie ? Senza dir nulla dei pericoli di dissesto che corre la città, patrimonio dell’umanità.
-  Sono affari degli italiani o del ceto politico, alcuni rappresentanti dei quali sono già sotto inchiesta per questi lavori ?

* Piero Bevilacqua, L’etica civile delle grandi opere (Eddyburg, 19.06.2014)


-  ITALIA. LA PAROLA RUBATA..... E IL GOVERNO DI UN PARTITO E DI UN MAESTRO UNICO !!! L’ "ITALIA" E’ IL MIO "POPOLO DELLA LIBERTA’" : "FORZA ITALIA" !!!
-  BLOB !!! CHE BEL COLPO ALLO STATO !!! IL POPOLO D’ITALIA IPNOTIZZATO, GIORGIO NAPOLITANO CHE GRIDA "FORZA ITALIA", E SILVIO BERLUSCONI CHE RIDE E RIDE A CREPAPELLE !!! A vergogna del nostro presente, a futura memoria


Ce forum est modéré à priori : votre contribution n'apparaîtra qu'après avoir été validée par un administrateur du site.

Titre :

Texte de votre message :
(Pour créer des paragraphes, laissez simplement des lignes vides.)

Lien hypertexte (optionnel)
(Si votre message se réfère à un article publié sur le Web, ou à une page fournissant plus d'informations, veuillez indiquer ci-après le titre de la page et son adresse URL.)
Titre :

URL :

Qui êtes-vous ? (optionnel)
Votre nom (ou pseudonyme) :

Votre adresse email :