Inviare un messaggio

In risposta a:
EREDI. Tema della rassegna di Bologna. Un ciclo di lezioni e letture classiche, sui legami tra le epoche e le generazioni.

L’EREDE: IL PESO DEI PADRI (ATEI E DEVOTI). UN’EREDITA’ ANCORA PENSATA ALL’OMBRA DELL’"UOMO SUPREMO" E DEL "MAGGIORASCATO". Una riflessione di Massimo Cacciari su "cosa significa ereditare il passato" - a c. di Federico La Sala

(...) Siamo eredi che ignorano l’essenza più nobile della nostra eredità: il linguaggio - e lo massacriamo come fosse un mero strumento a nostra disposizione. Siamo, sotto questo aspetto, eredi che non sanno parlare (...)
lunedì 9 maggio 2011
[...] Erede è nome di una relazione massimamente pericolosa, il cui senso è oggi soffocato tra impotenti nostalgie conservatrici, quasi a voler fare del figlio l’automatico erede, e idee sradicanti, se non deliranti, di libertà, e cioè di un essere liberi in quanto assolutamente non destinati alla ricerca di essere eredi, di un necessario rapporto con l’altro da sé. Non solo non cerchiamo di essere eredi, ma accogliamo soltanto eredità che non impegnino, che non obblighino, che ci (...)

In risposta a:

> L’EREDE: IL PESO DEI PADRI. ---- A BOLOGNA, LA RASSEGNA. "EREDI - LETTURE DEI CLASSICI": PROGRAMMA.

giovedì 5 maggio 2011

Eredi - Letture dei Classici

5, 12, 19, 26 maggio 2011,
-  Aula Magna di Santa Lucia,
-  Bologna

-  Tipo:
-  Conferenze

-  Indirizzo:
-  Via Castiglione, 36
-  Bologna

Si apre la decima edizione della tradizionale manifestazione di lettura dei Classici promossa dal Centro Studi La permanenza del Classico.

Il ciclo di quest’anno, presentato come di consueto dal rettore Ivano Dionigi nella cornice dell’Aula Magna di Santa Lucia, si intitola "Eredi" e vuole essere un’articolata riflessione sui legami che connettono tra loro tanto le epoche quanto gli individui, in un incessante passaggio del testimone dai padri ai figli, dai maestri agli allievi, dagli avi ai posteri, dal passato al futuro.

La rassegna si svilupperà per quattro serate nel mese di maggio e vedrà alternarsi sul palco gli interventi di grandi personaggi del mondo della cultura che porteranno contributi e riflessioni sotto forma di una breve lezione. Arricchiranno le conferenze le letture di brani classici, eseguite da importanti nomi del panorama teatrale e cinematografico.

Tutte le traduzioni dei testi che accompagneranno gli incontri sono state prodotte per l’occasione dagli studiosi di La permanenza del Classico, un centro studi, articolazione scientifica del Dipartimento di Filologia Classica e Medioevale dell’Università di Bologna, che si propone l’intento di studiare le proiezioni dell’antico nelle varie forme del sapere occidentale.

Durante le serate verrà distribuito gratuitamente ai partecipanti un libro di sala contenente le letture e le traduzioni dei testi rappresentati. Sul web è possibile consultare una versione digitale del volume: http://www2.classics.unibo.it/Permanenza/2011/EREDI-volume.pdf

L’ingresso è gratuito ma ad invito: i biglietti potranno essere ritirati, fino ad esaurimento, il martedì precedente ciascuna rappresentazione, dalle ore 17.00 alle ore 19.00, presso il Centro Studi La permanenza del Classico (via Zamboni, 32). Per tutti coloro che non riusciranno ad essere presenti alle serate sarà reso disponibile un servizio di diretta video online collegandosi al sito del Centro: http://www2.classics.unibo.it/Permanenza/

PROGRAMMA DELLE SERATE:

-  Giovedì 5 maggio
-  ore 21.00
-  Heres heredem sequitur - Figli e eredi
-  Lezione di Massimo Cacciari e Ivano Dionigi
-  Letture da Virgilio, Eneide
-  Interpretazione Sonia Bergamasco e Fabrizio Gifuni
-  Regia di Claudio Longhi

-  Giovedì 12 maggio
-  ore 21.00
-  Patris imago - Conoscere il padre
-  Lezione di Massimo Recalcati
-  Odissea di e con Mario Perrotta Compagnia Teatro dell’Argine
-  Musiche dal vivo di Mario Arcari e Maurizio Pellizzari

-  Giovedì 19 maggio
-  ore 21.00
-  De magistro - Maestri e allievi
-  Lezione di Paolo Grossi
-  Letture da Platone, Aristotele, Lucrezio, Seneca, Petronio, Persio, Marco Aurelio, Agostino
-  Interpretazione "Mitipretese": Manuela Mandracchia, Alvia Reale, Sandra Toffolatti, Mariángeles Torres
-  Regia di Claudio Longhi

-  Giovedì 26 maggio
-  ore 21.00
-  Apocalypsis - Il testamento di Dio
-  Lezione di Enzo Bianchi e Barbara Spinelli
-  Apocalisse (una domenica a Patmos) dall’Apocalisse di Giovanni
-  con Francesco Colella
-  Regia di Francesco Lagi

FONTE: FLASHGIOVANI.IT - http://www.flashfumetti.it/eventi/evento/id-14418/day-2011-05-26/


Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Titolo:

Testo del messaggio:
(Per creare dei paragrafi separati, lascia semplicemente delle linee vuote)

Link ipertestuale (opzionale)
(Se il tuo messaggio si riferisce ad un articolo pubblicato sul Web o ad una pagina contenente maggiori informazioni, indica di seguito il titolo della pagina ed il suo indirizzo URL.)
Titolo:

URL:

Chi sei? (opzionale)
Nome (o pseudonimo):

Indirizzo email: