Inviare un messaggio

In risposta a:
VIAGGIO IN ISRAELE. Il presidente Napolitano accolto da Shimon Peres

CURARE LA DEMOCRAZIA: NAPOLITANO IN ISRAELE, ALL’UNIVERSITA’ DI TEL AVIV. "E’ per me di grande significato che sia una istituzione israeliana a riconoscere e premiare il mio impegno" - a c. di Federico La Sala

PREMIO "DAN DAVID". Il capo dello Stato insignito dell’onorificenza all’UniversitÓ di Tel Aviv, presente Shimon Peres. "La democrazia non pu˛ considerarsi compiuta e vitale una volta per tutte, neppure in Italia. Richiede cure, verifiche critiche, riforme. ResponsabilitÓ a cui non mi sottraggo"
domenica 22 maggio 2011 di Federico La Sala
[...] "Il rafforzamento dei valori e delle istituzioni democratiche in Italia e in Europa Ŕ stato l’impegno di una vita - ha ricordato il capo dello Stato -, avendo io speso 43 anni come membro del Parlamento italiano, per dieci legislature, e come membro del Parlamento europeo, in due legislature". Una responsabilitÓ "che ancora mi spetta esercitare e a cui non mi sottraggo - ha aggiunto Napolitano - operando e pensando per l’ulteriore marcia della democrazia" [...]
ANTONIO GRAMSCI, (...)

In risposta a:

> CURARE LA DEMOCRAZIA: NAPOLITANO ... il compito del Colle Ŕ quello di "rappresentare l’unitÓ nazionale" ed Ŕ "completamente diverso da quello dei leader politici".

lunedì 23 maggio 2011


-  Napolitano: "In Italia troppa partigianeria
-  E i leader politici non siano gelosi di me" *

ROMA - In Italia c’Ŕ un eccesso di partigianeria politica. Lo ha detto il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano nel suo incontro stamattina con i giornalisti della stampa estera.

All’incontro ha partecipato una rappresentanza di giornalisti di diverse testate internazionali e secondo quanto si Ŕ appreso il capo dello stato avrebbe fatto riferimento, come gli Ŕ capitato altre volte, a una partigianeria politica esasperata usando il termine inglese "hyperpartisanship".

"Penso che non ci sia per i politici italiani motivo di ingelosirsi, perchŔ viaggiamo su pianeti diversi, non ci sono comparazioni possibili, che non siano invece arbitrarie", ha aggiunto il capo dello Stato a proposito del suo ruolo. Spiegando poi che il compito del Colle Ŕ quello di "rappresentare l’unitÓ nazionale" ed Ŕ "completamente diverso da quello dei leader politici".

* la Repubblica, 23 maggio 2011


Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Titolo:

Testo del messaggio:
(Per creare dei paragrafi separati, lascia semplicemente delle linee vuote)

Link ipertestuale (opzionale)
(Se il tuo messaggio si riferisce ad un articolo pubblicato sul Web o ad una pagina contenente maggiori informazioni, indica di seguito il titolo della pagina ed il suo indirizzo URL.)
Titolo:

URL:

Chi sei? (opzionale)
Nome (o pseudonimo):

Indirizzo email: