Inviare un messaggio

In risposta a:
ANTROPOLOGIA, TEOLOGIA, ED EDUCAZIONE. "Oggi lo sconcerto, il putiferio nella Chiesa è sempre e solo di origine sessuale come aveva appunto previsto il filosofo cattolico Augusto Del Noce, il quale pensava che l’incubo del sesso avrebbe minato la Chiesa" (F.co Merlo).

LA CHIESA CIECA, LA CODA DI PAGLIA, E IL PRETE-ORCO. Sul caso di don Riccardo, una nota di Francesco Merlo - a c. di Federico La Sala

Non c’è un solo prete pedofilo che sia stato denunziato dalla Chiesa alla magistratura, consegnato dalla Chiesa alla polizia.
giovedì 19 maggio 2011
[...] a Sestri Ponente tutti sapevano tutto, tranne gli altri parroci, tranne i vescovi e i cardinali, tranne la Congregazione della Fede che solo ora, finalmente, si affida alla giustizia civile, ai poliziotti e ai magistrati d’Italia [...] Nel catalogo della sessuofobia cattolica nazionale non c’era ancora il prete-diavolo che ostenta il vizio come un personaggio della pulp fiction di Tarantino: "Satana sia con te" lo avevamo sentito solo nei film porno e nei peggiori libelli (...)

In risposta a:

> LA CHIESA CIECA, LA CODA DI PAGLIA, E IL PRETE-ORCO. Sul caso di don Riccardo, una nota di Francesco Merlo - a c. di Federico La Sala

giovedì 19 maggio 2011

LA CHIESA CIECA

 “Guai a voi, guide cieche, che dite: ‘Se qualcuno giura per il tempio, non è nulla; ma se qualcuno giura per l’oro del tempio, è obbligato’. 17 Stolti e ciechi! Infatti, che cosa è più grande, l’oro o il tempio che ha santificato l’oro?

LA CODA DI PAGLIA

Divengono essi come paglia dinanzi al vento, E come pula che l’uragano porta via?

 Poiché la mano di Dio si poserà su questo monte, e Moab dev’essere calpestato nel suo luogo come quando un mucchio di paglia è calpestato in un letamaio.

Considera il ferro come semplice paglia, Il rame come semplice legno marcio.

(IL PRETE ORCO)

I romani adottarono l’inferno etrusco, chiamandolo Orco o Inferno, e presero a prestito anche i miti greci riguardo ad Ade, il re degli inferi, chiamandolo Orco o Plutone.

Il cristianesimo primitivo: Non un fatto casuale NEL primo secolo c’erano dèi a bizzeffe e dèi per tutti i gusti. Dalla culla alla tomba i cittadini dell’impero romano facevano assegnamento sull’aiuto e sulla protezione di dèi e dee. Cuba si prendeva cura del neonato e Ossipagus induriva le ossa del bambino che cominciava a camminare. Adeona lo guidava nei primi passi e Fabulinus gli insegnava a parlare. In battaglia era protetto da Marte. Quando si ammalava, Esculapio si prendeva cura di lui. Quando moriva, su di lui vigilava Orco, dio dell’oltretomba.

Allora Gesù parlò alle folle e ai suoi discepoli, dicendo: 2 “Gli scribi e i farisei si sono seduti sul seggio di Mosè. 3 Perciò fate e osservate tutte le cose che vi dicono, ma non fate secondo le loro opere, poiché dicono ma non fanno. 4 Legano gravi carichi e li mettono sulle spalle degli uomini, ma essi stessi non li vogliono muovere neppure col dito.

Sinceri saluti a tutto lo staff dall’emigrato Integrato


Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Titolo:

Testo del messaggio:
(Per creare dei paragrafi separati, lascia semplicemente delle linee vuote)

Link ipertestuale (opzionale)
(Se il tuo messaggio si riferisce ad un articolo pubblicato sul Web o ad una pagina contenente maggiori informazioni, indica di seguito il titolo della pagina ed il suo indirizzo URL.)
Titolo:

URL:

Chi sei? (opzionale)
Nome (o pseudonimo):

Indirizzo email: