Poster un message

En réponse à :
San Giovanni in Fiore

Una splendida, storica giornata : ha vinto il cambiamento

Circolo culturale Impegnocivile : "La data del 30 maggio 2011, come quella del 25 aprile del ’45 o quella del 2 giugno 1946, non sarà mai dimenticata"
vendredi 3 juin 2011 par Vincenzo Tiano
CIRCOLO CULTURALE IMPEGNOCIVILE
SAN GIOVANNI IN FIORE - Comunicato n° 1 della Nuova Era - 30.05.11
************************************************
UNA SPLENDIDA, STORICA GIORNATA :
HA VINTO IL CAMBIAMENTO
La data del 30 maggio 2011, come quella del 25 aprile del ’45 o quella del 2 giugno 1946, non sarà mai dimenticata.
La Città è stata liberata. I suoi abitanti sono tutti di nuovo pienamente titolari dei propri diritti, (...)

En réponse à :

> Una splendida, storica giornata : ha vinto il cambiamento ---- all’ombra del Cavaliere !!!

vendredi 3 juin 2011
Caro "Giovanni e caro "Giacchino", che probabilmente siete la medesima persona, vili anonimi e schiavi della rete, io non ho accostato in nessun modo il ballottaggio di Barile a quello di Pisapia o De Magistris. E non ne avrei motivo per farlo. Sono vicende diverse le une dalle altre. Non c’è dubbio che Barile brilla di luce propria, per tutto quello che è riuscito a fare. A me interessa in primo luogo l’evento elettorale di San Giovanni in Fiore, al quale ho partecipato e ne vado fiero, assieme a tanti uomini di destra e di sinistra che in città avevano perso le speranze di una politica diversa. Non faccio parte del Circolo culturale "Impegnocivile", che ho conosciuto quando quest’ultimo condivise negli anni passati le iniziative del direttore Emiliano Morrone. In ogni caso, io sono colui che mette faccia e nome nelle cose che fa, anche quando Vattimo si candidò a San Giovanni in Fiore, e Morrone si candidò al Consiglio regionale calabrese. Con De Magistris ho avuto il piacere di condividere diverse iniziative sulla legalità. Ho conosciuto anche Pisapia a Bologna cinque anni fa e mi colpì per la sua serietà e semplicità. Se De Magistis o Pisapia hanno vinto non è certo grazie a voi, vegetali del web e bigotti della contestazione sterile. Voi, non siete in grado neppure di firmarvi, figuriamoci dare un contibuto a chicchessia. Vi riporto una nota che un giornalista a voi noto, intellettualmente onesto, ha lasciato all’indomani della vittoria di Barile su Facebook : "Ha vinto Barile, ma già lo sapevamo. Però i tempi delle elezioni vanno rispettati, e anche tutto quello che gli ruota attorno. Ha vinto Barile perché la città è con lui. Fortissimamente con lui. Ha vinto Barile perché gli ultimi non possono essere sempre gli ultimi. Ha vinto Barile perché gli umili hanno sempre le loro rivincite. Ha vinto Barile perché alcuni cortei hanno il sapore di un sogno, anche in un posto dove non sogna più nessuno. Ha vinto Barile perché un futuro diverso, a San Giovanni in Fiore, possiamo darcelo. Ha vinto Barile perché la prepotenza pagava, ma prima che arrivasse Internet. Ha vinto Barile perché i "servitorelli sciocchi" hanno scoperto le magagne e le hanno rese di dominio pubblico, sputtanandoli. Ha vinto Barile perché attaccare un cittadino sul suo passato è quanto di più losco possa fare la politica. Ha vinto Barile perché quest’estate torno con più gioia da Milano. Ha vinto Barile perché i "posti" che dava il Partito Comunista un tempo... quando "si usava così", erano robe da comunisti. Ha vinto Barile perché il cuore e la pancia, per fortuna, a volte prevalgono sulla paura e sul servilismo. Ha vinto Barile perché Mario Iaquinta sa fare un sito Internet, con meno di 50 mila euro. Ha vinto Barile perché i disoccupati di San Giovanni in Fiore non c’entrano niente con la ’ndrangheta. Ha vinto Barile perché con questa breve nota che ho scritto, domani faranno un volantino firmato "centrosinistra" in cui diranno che alle elementari ho rubato un pacco di caramelle. Vabbè, lo ammetto. E’ vero. E ho anche rotto il vetro di un vicino con una pallonata. Ero terribile. Ma ora sono cambiato. Ve lo giuro.", firmato BIAGIO SIMONETTA. La superficialità che voi anonimi dimostrate, e che avete dimostrato in tutta la campagna elettorale, è stata travolta da una valanga di croci che sulle schede elettorali hanno segnato, con un gesto forte, deciso e liberatorio, il nome B-A-R-I-L-E. Questo è tutto. Vincenzo Tiano.

Ce forum est modéré à priori : votre contribution n'apparaîtra qu'après avoir été validée par un administrateur du site.

Titre :

Texte de votre message :
(Pour créer des paragraphes, laissez simplement des lignes vides.)

Lien hypertexte (optionnel)
(Si votre message se réfère à un article publié sur le Web, ou à une page fournissant plus d'informations, veuillez indiquer ci-après le titre de la page et son adresse URL.)
Titre :

URL :

Qui êtes-vous ? (optionnel)
Votre nom (ou pseudonyme) :

Votre adresse email :