Poster un message

En réponse à :
CRISI NUCLEARE. All’indomani della pubblicazione del rapporto dell’Aiea sul nucleare iraniano, uno scenario (reale) da brividi.

IRAN E ISRAELE : ALLARME ROSSO. CON LA SUA INVINCIBILE ARMADA VOLANTE, ISRAELE E’ PRONTA AD ATTACCARE TEHERAN. Un breve resoconto di U. De Giovannangeli - a c. di Federico La Sala.

Di fronte all’acuirsi della crisi tra Israele e Iran, si moltiplicano gli sforzi internazionali per una svolta diplomatica. L’Europa chiede un rafforzamento delle sanzioni. Tel Aviv le accetta solo se saranno « paralizzanti ».
dimanche 18 novembre 2012 par Federico La Sala
[...] « Se saremo attaccati risponderemo con i missili all’aggressione », avverte il generale Mohammed Ali Jafari, comandante dei Guardiani della rivoluzione. I vettori iraniani possono trasportare sia testate convenzionali che chimiche o batteriologiche e addirittura nucleari. Se venissero utilizzate armi di distruzione di massa la risposta israeliana non si farebbe attendere grazie ai missili balistici Jericho II e Jericho III. Non solo : le testate nucleari miniaturizzate a bordo dei (...)

En réponse à :

> IRAN E ISRAELE : ALLARME ROSSO. ---- CONTRO LA GUERRA, PAROLA D’ORDINE : DISOBBEDIENZA ! Lettera al signor Prefetto di Cagliari (di Antonio Repetto)

mercredi 23 novembre 2011

Contro la guerra PAROLA D’ORDINE : DISOBBEDIENZA ! Lettera al signor Prefetto di Cagliari

di Antonio Repetto *

Antonio Repetto è lo storico militante ambientalista e antimilitarista carlofortino (Sardegna) che lo scorso 23 ottobre 2011, insieme ad altri militanti antimilitaristi sardi, ha piantato un bandiera della pace e lasciato dei cartelloni ("RADAR STOP", "SPESE MILITARI STOP - PIU’ LAVORO, PIU’ OSPEDALI, PIU’ SCUOLE") nella zona di Capo Sandalo (Carloforte), dove è prevista l’installazione di un radar militare (per maggiori info vedi : http://noradarcaposperone.blogspot.com/). Con il presente comunicato egli continua la sua azione nonviolenta contro la nuova avventura militare contro l’Iran che, ove mai dovesse realizzarsi, avrà conseguenze catastrofiche per l’intera umanità. *

-   Al sig. Prefetto di Cagliari
-  e, p.c., Organi di stampa

Sig. Prefetto,

le invio (lo trova sotto), il mio comunicato stampa, per informarla che alla prima occasione entrerò dentro un sito o una base militare, dove collocherò la bandiera per la pace, per protestare contro l’imminente azione di guerra che Stati uniti, Israele e Gran Bretagna, stanno per compiere nei confronti dell’Iran. L’Iran è una dittatura, ma non è questo il modo di risolvere il problema. D’altronde, anche Israele ha la bomba atomica ! Un’azione di questo tipo rischia di fatto di scatenare un conflitto mondiale.

In pratica, mi sto autodenunciando.

La mia coscienza di cittadino, l’Italia sta violando per l’ennesima volta l’Articolo 11 della Costituzione, e di cristiano, mi impone, di nuovo, di disobbedire.

Distinti saluti,

-  Antonio Repetto
-  Carloforte (CI)

      • COMUNICATO STAMPA

PAROLA D’ORDINE : DISOBBEDIENZA !

La situazione è molto grave : Israele, Inghilterra, Sati uniti, vogliono bombardare, è solo questione di tempo, i siti nucleari iraniani. Dalle base aerea della Nato di Decimomannu, in Sardegna, vicino a Cagliari, partiranno, o faranno tappa, gli aerei, anche israeliani, che colpiranno l’Iran.

Invito tutte le persone di buona volontà a mobilitarsi, in maniera pacifica e nonviolenta, per dire NO a questa folle avventura guerrafondaia che rischia di innescare una catastrofica reazione a catena, dagli esiti nefasti, in tutto il Medio Oriente con serie conseguenze per la pace nel mondo !

Conseguentemente invito tutti a violare, per protesta, le basi militari di tutta Italia, collocando al loro interno la bandiera della pace.

Come ben sapete, poco tempo fa, ho violato la zona militare a Capo Sandalo, issando la bandiera della pace, insieme ad altri pacifisti, per protestare contro l’installazione dei radar della Guardia Costiera nell’isola di San Pietro, dove io risiedo. Sono stato denunciato, ma la mia coscienza di cittadino e di cristiano mi impone di continuare a disobbedire !

Consapevole di stare invitando le persone ad addentrarsi nelle zone militari, anch’io tornerò alla prima occasione a farlo : mi autodenuncio per la seconda volta !

-  Milioni di persone, soprattutto bambini, muoiono di fame in tutto il pianeta !
-  Basta con le spese militari e le guerre !
-  Più cibo, più lavoro, più ospedali, più ricerca scientifica, più scuole !
-  La nostra parola d’ordine deve essere : disobbedienza civile nonviolenta !

Voglio citare simbolicamente, per concludere, la "preghiera semplice" di San Francesco di Assisi, il frate simbolo della pace universale, molto caro a tutta l’umanità.

Antonello Repetto - Aderente a Pax Christi - Movimento internazionale per la pace

-  O Signore, fa’ di me uno strumento della tua Pace :
-  Dove è odio, fa’ ch’io porti l’Amore.
-  Dove è offesa, ch’io porti il Perdono.
-  Dove è discordia, ch’io porti l’Unione.
-  Dove è dubbio, ch’io porti la Fede.
-  Dove è errore, ch’io porti la Verità.
-  Dove è disperazione, ch’io porti la Speranza.
-  Dove è tristezza, ch’io porti la Gioia.
-  Dove sono le tenebre, ch’io porti la Luce.
-  O Maestro, fa’ ch’io non cerchi tanto :
-  Essere consolato, quanto consolare.
-  Essere compreso, quanto comprendere.
-  Essere amato, quanto amare.
-  Poiché sì è :
-  Dando, che si riceve ;
-  Perdonando che si è perdonati ;
-  Morendo, che si risuscita a Vita Eterna.

* IL DIALOGO, Mercoledì 23 Novembre,2011


Ce forum est modéré à priori : votre contribution n'apparaîtra qu'après avoir été validée par un administrateur du site.

Titre :

Texte de votre message :
(Pour créer des paragraphes, laissez simplement des lignes vides.)

Lien hypertexte (optionnel)
(Si votre message se réfère à un article publié sur le Web, ou à une page fournissant plus d'informations, veuillez indiquer ci-après le titre de la page et son adresse URL.)
Titre :

URL :

Qui êtes-vous ? (optionnel)
Votre nom (ou pseudonyme) :

Votre adresse email :