Inviare un messaggio

In risposta a:
IL NOME DI DIO: AMORE ("CHARITAS") O MAMMONA ("CARITAS")?! L’ERRORE FILOLOGICO E TEOLOGICO DI PAPA BENEDETTO XVI, NEL TITOLO DELLA SUA PRIMA ENCICLICA (Deus caritas est, 2006), E IL GENERALE SILENZIO ...

MEMORIA EVANGELICA (CRISTICA E CRITICA): DA TREVISO E DALLA CALABRIA, SAN FRANCESCO DI PAOLA "RICORDA" ANCORA LA PAROLA-CHIAVE DELLA SUA VITA E DEL SUO ORDINE. Una scheda di lettura del dipinto del fiammingo Lodewijk Toeput (Ludovico Pozzoserrato) - a c. di Federico La Sala

(...) la figura del Santo, rappresentato come un vecchio in abiti francescani, è contornato da dieci scene che raffigurano altrettanti fatti prodigiosi a lui attribuiti. Nella mano tiene un bastone al quale si appoggia pesantemente, sormontato da quello che diverrà il suo motto CHA: charitas. (...)
domenica 4 marzo 2012
[...] Nella sua tappa a Napoli, fu ricevuto con tutti gli onori da re Ferrante I, incuriosito di conoscere quel frate che aveva osato opporsi a lui; il sovrano assisté non visto ad una levitazione da terra di Francesco, assorto in preghiera nella sua stanza; poi cercò di conquistarne l’amicizia offrendogli un piatto di monete d’oro, da utilizzare per la costruzione di un convento a Napoli.
Si narra che Francesco ne prese una, la spezzò e ne uscì del sangue, quindi rivolto al re disse: (...)

In risposta a:

>DA TREVISO E DALLA CALABRIA, SAN FRANCESCO ---- Protesta a Paola contro i tagli di Trenitalia. All’iniziativa venticinque sindaci dei comuni cosentini, rappresentanti della Provincia di Cosenza, il parlamentare del Pd, Franco Laratta, e numerosi viaggiatori.

lunedì 16 gennaio 2012

Ferrovie, protesta a Paola contro i tagli di Trenitalia

Alla manifestazione contro il taglio dei treni dal sud verso il resto dell’Italia partecipano numerosi sindaci e il parlamentare del Pd, Franco Laratta

16/01/2012 I binari della stazione di Paola, sul tirreno cosentino, sono stati occupati per alcuni minuti da numerosi sindaci e dal parlamentare del Pd, Franco Laratta, nel corso di una manifestazione organizzata contro il taglio dei treni dal sud verso il reso d’Italia. La protesta non ha provocato disagi alla circolazione ferroviaria: «Abbiamo deciso di occupare - ha detto Laratta - in modo simbolico i binari senza creare disagi alla circolazione. Con il taglio attuato da Trenitalia l’Italia è spezzata in due, e questo accade proprio nell’anno in cui abbiamo festeggiato i 150 anni dell’Unità nazionale».

All’iniziativa stanno partecipando venticinque sindaci dei comuni cosentini, rappresentanti della Provincia di Cosenza, il parlamentare del Pd, Franco Laratta, e numerosi viaggiatori. Dopo l’occupazione simbolica dei binari la manifestazione si è spostata nella stazione dove sono state illustrate le motivazioni della protesta.

«Trenitalia - ha proseguito Laratta - ha attuato una politica scellerata cancellando tutti i treni a lunga percorrenza. Sono stati eliminati i treni che viaggiavano durante la notte ed ora ci troviamo nelle condizioni che non esiste più un collegamento diretto con il nord dell’Italia. E’ una situazione intollerabile alla quale non escludiamo di poter rispondere anche con una class action. La nostra è una battaglia in favore di un diritto costituzionale che è quello della libertà di movimento».

* IL QUOTIDIANO DELLA CALABRIA, 16/O1/2012.


Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Titolo:

Testo del messaggio:
(Per creare dei paragrafi separati, lascia semplicemente delle linee vuote)

Link ipertestuale (opzionale)
(Se il tuo messaggio si riferisce ad un articolo pubblicato sul Web o ad una pagina contenente maggiori informazioni, indica di seguito il titolo della pagina ed il suo indirizzo URL.)
Titolo:

URL:

Chi sei? (opzionale)
Nome (o pseudonimo):

Indirizzo email: