Inviare un messaggio

In risposta a:
CALABRIA. A San Giovanni in Fiore, una tragedia evitata per caso...

ATTENTATO DI TIPO MAFIOSO AL SINDACO DI SAN GIOVANNI IN FIORE. MASSIMA SOLIDARIETA’ AD ANTONIO BARILE, AL DI LA’ DELLE SOLITE FORMALITA’! Una nota dell’Associazione Culturale "Verso Sud" - a c. di Federico La Sala

SCORTA PER BARILE, SUBITO. La chiedono il sen. Giuseppe Lumia ((Pd), il sen. Stefano Pedica (IdV), e gli europarlamentari Gianni Pittella e Mario Pirillo (Pd), e l’on Angela Napoli (Fli).
martedì 10 gennaio 2012 di Federico La Sala
[...] “Penso che il Prefetto di Cosenza debba prendere seriamente in considerazione la possibilità di assegnare una scorta ad Antonio Barile, Sindaco di San Giovanni in Fiore, a seguito delle intimidazioni che ha subito nei giorni scorsi.
Attentare alla sua vettura, sbullonare le ruote dell’automobile è un fatto di estrema gravità. Le circostanze ormai note fanno pensare che poteva succedere una tragedia, nel momento in cui la moglie del Sindaco conduceva proprio quella vettura con (...)

In risposta a:

> ATTENTATO DI TIPO MAFIOSO AL SINDACO DI SAN GIOVANNI IN FIORE. --- Continuano le intimidazioni contro il primo cittadino di San Giovanni in Fiore, Antonio Barile.

lunedì 9 gennaio 2012


-  San Giovanni in Fiore, ancora
-  intimidazioni contro il sindaco

Dopo le gomme tagliate, la fiancheggiata della macchina rigata, i bulloni delle 4 ruote svitati all’auto della moglie, un’altra scritta comparsa contro Barile e la sua Giunta lungo la strada che dalla Cona conduce a Palla Palla *

09/01/2012 Continuano le intimidazioni contro il primo cittadino di San Giovanni in Fiore, Antonio Barile. Una nuova scritta minacciosa è comparsa contro Barile e la sua Giunta, lungo la strada che dalla Cona conduce a Palla Palla, storica frazione di San Giovanni in Fiore: “Barile stai attento tu e tutta la Giunta”.

La scoperta della scritta è avvenuta ieri mattina e si va ad aggiungere a quella trovata nella scorsa settimana sul muro nei pressi della stradina che porta agli uffici comunali di Via Livorno.

«Il messaggio è evidente. Il clima che si respira in città è chiaro e noi ne siamo perfettamente consapevoli». Questo il commento del sindaco, Antonio Barile e degli amministratori locali, colpiti da questa azione continuata di intimidazione che tenta, subdolamente, di impaurire e far vacillare l’azione della partecipazione nella pratica amministrativa e della trasparenza avviata dall’amministrazione Barile.

Nemmeno l’incontro fra Barile, il prefetto di Cosenza e il procuratore hanno sortito effetti immediati. Lo Stato, tramite i due rappresentanti, aveva assicurato al sindaco della città gioachimita tutto il sostegno delle istituzioni, anche in modo abbastanza sostanzioso (si parla di una scorta discreta per lui e la sua famiglia), però la scritta di ieri mattina, come quella sulla mura che portano al provvisorio comune e il taglio degli alberi nell’anfiteatro attiguo, non lasciano presagire niente di buono nella patria di Gioacchino da Fiore. Tutti i partiti locali, compreso il centro sinistra, che finora mancava all’appello, si sono stretti attorno al sindaco, manifestando l’appoggio incondizionato alla sua persona. Anche l’appello all’antimafia con la relativa fiaccolata a sostegno di Barile, ha sortito pochi o nessun effetto.

* IL QUOTIDIANO DELLA CALABRIA, 09/01/2012:

http://www.ilquotidianoweb.it/it/calabria/cosenza_san_giovanni_fiore_intimidazioni_sindaco_barile_ancora_minacce_giunta_4564.html


Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Titolo:

Testo del messaggio:
(Per creare dei paragrafi separati, lascia semplicemente delle linee vuote)

Link ipertestuale (opzionale)
(Se il tuo messaggio si riferisce ad un articolo pubblicato sul Web o ad una pagina contenente maggiori informazioni, indica di seguito il titolo della pagina ed il suo indirizzo URL.)
Titolo:

URL:

Chi sei? (opzionale)
Nome (o pseudonimo):

Indirizzo email: