Poster un message

En réponse à :
CALABRIA. In trincea, in terra di ’ndrangheta, cosche pericolose, i Ruga, i Metastasio e i Gallace di Guardavalle.

MONASTERACE : LA LEZIONE DI MARIA CARMELA LANZETTA SERVE A TUTTI. Note di Fabrizio Caccia e di Goffredo Buccini - a c. di Federico La Sala

MONASTERACE (Reggio Calabria) - Sono tutti lì ad applaudirla, in sala consiliare, le due del pomeriggio di ieri : lei ha appena ritirato le dimissioni da sindaco. Maria Carmela Lanzetta, dopo due settimane di puro travaglio, ha così scelto di restare in trincea
vendredi 13 avril 2012 par Federico La Sala
[...] la politica, mobilitandosi, aiuta la Lanzetta, certo ; ma la Lanzetta e i sindaci come lei - non importa di quale partito - aiutano e molto la politica, sgobbando sul territorio sotto gli occhi dei concittadini. Una nuova legittimazione può trovarsi solo fuori dai Palazzi e lontano dai privilegi, in mezzo al popolo italiano. La lezione di Monasterace serve davvero a tutti [...]
IL SIMBOLO DELL’ 8 MARZO 2012 : TRE DONNE CORAGGIOSE. Iniziativa del Quotidiano della Calabria, lanciata il (...)

En réponse à :

> MONASTERACE : LA LEZIONE DI MARIA CARMELA LANZETTA --- « Un riconoscimento per chi opera in mezzo alla gente ». Interv. a M. Carmela Lanzetta, Ministro degli Affari Regionali (di Federica Fantozzi).

samedi 22 février 2014

M. Carmela Lanzetta

L’ex sindaca anti ’ndrangheta : « Non me lo aspettavo. Delrio mi ha chiamata cinque minuti prima e ha detto : ti va bene se ti cedo il mio posto ? »

« Un riconoscimento per chi opera in mezzo alla gente »

di Federica Fantozzi (l’Unità, 22.02.2014)

Pronto, ministro Maria Carmela Lanzetta ?

« Sì, scusi, è bene che mi sieda... Ancora non credo che sia vero. L’ho saputo cinque minuti fa ».

Dica la verità. Impossibile che Matteo Renzi o Graziano Delrio non l’avessero chiamata per avvertirla...

« Delrio mi ha telefonato proprio pochi minuti fa : “Ti va bene se ti cedo il mio posto ? Bene, allora accendi la televisione” mi ha detto ».

È più contenta o preoccupata ?

« Guardi, sono in farmacia (Lanzetta è farmacista, il suo esercizio è stato anche bruciato dalla ‘drangheta nel 2011) circondata dagli amici più cari che sono arrivati appena hanno saputo la notizia. Stiamo condividendo questa cosa nuova, enorme. Se fossi sola devo ammettere che avrei una paura terribile, ma con loro devo soprattutto dire : grazie Monasterace ».

Monasterace, il comune della Locride in cui vive e di cui è stata sindaco per il Pd dal 2006 al novembre 2013. Si è dimessa due volte, la prima Bersani la convinse a cambiare idea, l’ultima è stata definitiva. Lanciando un durissimo j’accuse alla politica, compreso il suo partito, che ha lasciato sola lei, il territorio, i problemi del Paese : « Basta, sono stanca, schiacciata tra politica e criminalità »

Questo gesto lenisce la sua delusione ?

« È un gesto molto importante. Un riconoscimento per tutti quelli che lavorano in mezzo alla gente e la ascoltano. Non servono proclami e comizi, per risolvere i problemi basta viverci in mezzo ».

Sul fronte della legalità, non le sono mancati. Minacce, auto bruciata, pressioni. Il suo background la aiuterà anche a capire le regioni del Nord ?

« Sì, questo microcosmo è molto difficile. Le assicuro che vivere qui serve a capire non soltanto la Locride, ma tutto il Paese. Che vive una difficoltà principale e drammatica : la mancanza di lavoro. Per i giovani, ma anche per chi a cinquant’anni lo ha perso e non sa dove andare ».

Ministro degli Affari Regionali è un ruolo complicato. Molti sostengono persino che le Regioni andrebbero abolite perché hanno troppi poteri e diventano veicoli di sprechi. È prematuro parlare di programma, ma ha in mente qualche idea ?

« Noi ragioneremo anche sugli sprechi e su tutto quello che ne consegue. Faremo un programma ampio e completo. Ma ne parleremo domani (oggi, ndr). Adesso non sono molto lucida... ».

Lei è stata eletta con Civati. Come sarà lavorare gomito a gomito con Renzi ?

« E pensare che gli ho anche votato contro in direzione. Sono stata una dei 16 no ».

Adesso è uno dei 16 ministri.

« Resto civatiana, porteremo avanti le nostre istanze. Ma lavoreremo insieme per un programma rigoroso. In gioco c’è il futuro dell’Italia e non abbiamo tempo da perdere ».


Ce forum est modéré à priori : votre contribution n'apparaîtra qu'après avoir été validée par un administrateur du site.

Titre :

Texte de votre message :
(Pour créer des paragraphes, laissez simplement des lignes vides.)

Lien hypertexte (optionnel)
(Si votre message se réfère à un article publié sur le Web, ou à une page fournissant plus d'informations, veuillez indiquer ci-après le titre de la page et son adresse URL.)
Titre :

URL :

Qui êtes-vous ? (optionnel)
Votre nom (ou pseudonyme) :

Votre adresse email :