Poster un message

En réponse à :
Inchiesta

Abbazia florense : l’ex sindaco Nicoletti scarica Pignanelli, che firmò quel parere che dice il falso

samedi 8 septembre 2012
di Carmine Gazzanni
“Si, io mi ero accorto delle irregolarità contenute nel documento firmato dall’avvocato Gaetano Pignanelli per l’accreditamento della rsa dalla Regione Calabria. Ho scritto diverse lettere a riguardo, non una. Ma non mi è arrivata mai risposta”. Con queste parole comincia la lunga conversazione con l’ex sindaco di San Giovanni in Fiore Antonio Nicoletti, il quale, dopo aver riconosciuto importanti responsabilità alla Curia, conclude : “Io sono il primo (...)

En réponse à :

> Abbazia florense --- Abbazia florense : anche il sindaco Barile scarica Pignanelli. Astorino ci bidona, ma Infiltrato scrive (di Carmine Gazzanni)

mercredi 12 septembre 2012

Abbazia florense : anche il sindaco Barile scarica Pignanelli. Astorino ci bidona, ma Infiltrato scrive

Scritto da Carmine Gazzanni (L’Infiltrato, Mercoledì 12 Settembre 2012)

Gaetano Pignanelli era dirigente dell’Ufficio legale del Comune di San Giovanni in Fiore (Cosenza). Deve rispondere ai cittadini e alle autorità di un parere, protocollo n. 14574, dell’otto settembre 2006, con cui la Regione Calabria accreditò la San Vincenzo De’ Paoli srl come struttura socio-sanitaria operante in locali comunali dentro l’Abbazia florense, monumento del XIII secolo.

Nel parere, a firma di Pignanelli, è dichiarato il falso : si dice che la De’ Paoli srl esercita l’attività dal 1946, mentre la società esiste dal 2006. Oltretutto, nel documento non si rileva che i locali in questione sono del municipio. Per debiti, l’allora parroco don Franco Spadafora cedette l’ospizio della parrocchia, attivo in quei locali per sessant’anni grazie a un comodato d’uso gratuito concesso dal municipio. Nella vicenda ci sono responsabilità dell’ex parroco, poi condannato per una vicenda di truffa e appropriazione indebita, della Curia, della politica e di Pignanelli.

Abbiamo sentito l’attuale sindaco, Antonio Barile (Pdl ; in foto, ndr), che, come il predecessore Nicoletti, ha scaricato Pignanelli. Luigi Astorino (Pdl), invece, è il presidente del Consiglio comunale di San Giovanni in Fiore. Contemporaneamente, è medico della residenza socio-sanitaria gestita dalla San Vincenzo De’ Paoli srl, contro cui il Comune è in causa per il rilascio degl’immobili.

Il 21 settembre ci sarà un consiglio comunale in cui Astorino, che ieri si è negato a una nostra intervista, sarà sottoposto a voto di sfiducia. Per Barile, la mozione su Astorino, presentata dall’opposizione di centrosinistra, è un falso problema, rispettto all’intera vicenda. Il sindaco ci ha assicurato, però, che Astorino si dimetterà dall’incarico di medico della casa di riposo, immediatamente dopo il consiglio comunale del prossimo 21 settembre. L’Infiltrato sta facendo informazione e compiendo azioni civili per il ripristino della legalità.

Intanto, ieri abbiamo appreso dall’avvocato Bruno Calvetta, dirigente del Dipartimento Politiche sociali della Regione Calabria, che dopo la visita del nostro direttore Emiliano Morrone in Regione, il Dipartimento in questione ha trasmesso tempestivamente gli atti - e il parere di Pignanelli - al Dipartimento per la Tutela della Salute, oggi competente per la verifica degli accreditamenti delle strutture socio-sanitarie.

Continua la lettura sull’Infiltrato


Ce forum est modéré à priori : votre contribution n'apparaîtra qu'après avoir été validée par un administrateur du site.

Titre :

Texte de votre message :
(Pour créer des paragraphes, laissez simplement des lignes vides.)

Lien hypertexte (optionnel)
(Si votre message se réfère à un article publié sur le Web, ou à une page fournissant plus d'informations, veuillez indiquer ci-après le titre de la page et son adresse URL.)
Titre :

URL :

Qui êtes-vous ? (optionnel)
Votre nom (ou pseudonyme) :

Votre adresse email :