Inviare un messaggio

In risposta a:
MATERA 2019: DELLA TERRA, IL BRILLANTE COLORE!!! IN MEMORIA DI CARLO LEVI, DI ROCCO SCOTELLARO, E GIUSEPPE DI VITTORIO

LA LEZIONE DI CARLO LEVI - OGGI: LA "DITTA RENZI" (DI TORINO) AD ALIANO (MATERA). Un invito alla ri-lettura di "Cristo si è fermato ad Eboli" - di Federico La Sala

Carlo Levi: "1939 settembre-dicembre. Costretto a fuggire in Francia, è a La Baule, presso St. Nazaire in Bretagna. Qui scrive in compagnia di Vico e della Bibbia, Paura della libertà"
venerdì 1 aprile 2016
[...] egli ha ben compreso - come scrive all’editore Einaudi nel 1963 - non solo "la Lucania che è in ciascuno di noi", ma anche "tutte le Lucanie di ogni angolo della terra". Nato a Torino (29 novembre 1902) e morto a Roma (4 gennaio 1975), ora riposa nel cimitero di Aliano, nella sua Terra. A suo onore e memoria, possono valere (in un senso molto prossimo) le stesse parole del "Finnegans Wake" di Joyce[...]
STORIA D’ITALIA. INTELLETTUALI E SOCIETA’....
VICO, LA «SCUOLA» DEL GENOVESI, E (...)

In risposta a:

> LA LEZIONE DI CARLO LEVI - OGGI: LA "DITTA RENZI" (DI TORINO) AD ALIANO (MATERA). -- FORUM AREE INTERNE 2017 ALIANO, 29 E 30 MAGGIO. Sintesi dei lavori.

domenica 27 agosto 2017

FORUM AREE INTERNE 2017

ALIANO, 29 E 30 MAGGIO

Sintesi dei lavori

FORUM AREE INTERNE 2017 Aliano, 29 e 30 maggio

Pag. 2

Il 29 e 30 maggio circa 200 persone si sono riunite ad Aliano: il Comune lucano, che fa parte dell’area interna della Montagna Materana, ha ospitato il ”Forum Aree Interne" 2017, giunto alla sua quarta edizione.

Tra i partecipanti, amministratori, ricercatori, il Comitato Tecnico Aree Interne e molti professionisti impegnati nella costruzione di progetti di sviluppo per le aree "remote" del Paese, quelle che, anche a causa della fragilità dei servizi offerti alla popolazione, soffrono il problema dello spopolamento.

L’appuntamento del Forum, il cui obiettivo è fare il punto sullo stato d’avanzamento della Strategia Nazionale Aree Interne (SNAI), è stato fondamentale per definire, secondo un orizzonte di medio-lungo periodo, i prossimi passi dell’azione del Governo, che riguarda il 60% del territorio nazionale, ben 180mila chilometri quadrati (non solo nelle zone montane delle Alpi o degli Appennini), dove vivono oltre 13 milioni di persone, quasi un quarto della popolazione del Paese.

Ad oggi, la SNAI interessa 71 aree, in tutte le Regioni e nella Provincia autonoma di Trento, selezionate utilizzando indicatori relativi all’accesso a servizi per la salute, la mobilità collettiva e l’istruzione. I Comuni coinvolti sono 1.066, e misurano il 16,7% della superficie del Paese: vi abitano circa 2,1 milioni di italiani, pari al 3,5% della popolazione del Paese.

La dotazione della Strategia Nazionale Aree Interne è pari a 190 milioni di euro, mentre le risorse complessivamente mobilitate dalla misura - che comprendono anche l’allocazione di risorse FEASR, FSE e FESR - sono stimabili per un valore tre volte superiore (cfr presentazione Coordinatore del Comitato). La due giorni di Aliano ha visto numerose tavole rotonde e otto sessioni di lavoro tematiche, da cui sono emersi gli spunti di lavoro che potete leggere nelle pagine che seguono. Le sessioni hanno toccato tutti gli ambiti di lavoro della SNAI: dall’accesso alla terra alla gestione e valorizzazione del patrimonio culturale diffuso, dall’inclusione, anche nei confronti di migranti e nuovi residenti, alla tutela e gestione attiva del territorio, in una logica di produzione di energie rinnovabili.

Nel suo intervento introduttivo, il ministro per la Coesione territoriale e il Mezzogiorno, Claudio De Vincenti, ha ricordato l’importanza di una manifestazione svolta in un luogo così emblematico “per ciò che rappresenta Aliano”, borgo del confino dello scrittore, intellettuale e parlamentare Carlo Levi, e “perché siamo in Basilicata, che è un esempio importante delle potenzialità del nostro Mezzogiorno”. De Vincenti ha evidenziato nel suo intervento l’obiettivo dei due "perni" della strategia nazionale, ovvero un miglioramento nell’accesso ai servizi per i cittadini e un coordinamento ampio, ad ogni livello, dei Comuni: secondo De Vincenti - riporta una nota dell’agenzia ANSA - in Italia vi sono aree interne "che hanno subito un divario che si è andato allargando in termini economici, di popolazione, rispetto alle aree più sviluppate, ma che hanno reagito e fatto da attrazione, come è avvenuto qui ad Aliano". Il ministro ha ricordato come fossero (a fine maggio) “undici le strategie d’area già approvate, tre quelle in corso di approvazione".

Accanto a De Vincenti sul palco di Aliano sedeva l’onorevole Enrico Borghi, consigliere della Presidenza del Consiglio per l’attuazione della SNAI. “Con la Strategia Nazionale Aree Interne - ha spiegato - non stiamo svolgendo un’azione di sviluppo tradizionale, che punta a dare una risposta particolare a specifici problemi di carattere localistico: stiamo costruendo una risposta partendo dal basso che sia funzionale ad obiettivi di ricostruzione dell’identità nazionale e al rilancio produttivo del Paese. Siamo consapevoli che oggi l’innovazione passa per quelle aree che, in un vecchio ’schema di gioco’, venivano viste come marginali e periferiche. Siamo dentro una metamorfosi culturale. Ci aspettiamo molto dalla Strategia Nazionale Aree Interne e dalla ’Comunità delle Aree Interne’, che è la più votata a costruire e declinare le opportunità che sono date dalla SNAI, ma che possiamo ritrovare anche in altre norme di recente adozione, come quelle sulla green community, la previsione del pagamento per i servizi ecosistemi e la valorizzazione dei borghi nell’ottica di un’offerta turistica nazionale”.

INDICE

-  SESSIONE COME FAVORIRE LA DOMANDA INNOVATIVA DI ACCESSO ALLA TERRA NELLE AREE INTERNE
-  .............................................................................................................................................4
-  SESSIONE SERVIZI ECOSISTEMICI E GREEN COMMUNITIES ......................................................6
-  BOX L’ASSOCIAZIONISMO COMUNALE: UNO DEI PILASTRI DELLA SNAI..........................8
-  SESSIONE FORMAZIONE, INNOVAZIONE E ZOOTECNIA SOSTENIBILE NELLE AREE INTERNE....9
-  SESSIONE PREVENZIONE SISMICA, TUTELA E GESTIONE ATTIVA DEL TERRITORIO..................11
-  SESSIONE COME SCOPRIRE QUALI RISULTATI OTTENIAMO? VALUTAZIONE “PER” E “DELLE” POLITICHE -PER LE AREE INTERNE .................................................................................................................13
-  SESSIONE GESTIONE E VALORIZZAZIONE DEL PATRIMONIO DIFFUSO: LA DOMANDA CULTURALE E
-  TURISTICA DA OPPORTUNITÀ A REALTÀ ..............................................................................16
-  SESSIONE SVILUPPARE COMPETENZE PER L’INNOVAZIONE. CREATIVITÀ E INNOVAZIONE PER UNA
-  CRESCITA INTELLIGENTE DEI GIOVANI DELLE AREE INTERNE ..................................................18
-  BOX LA STRATEGIA NAZIONALE AREE INTERNE: UNA RISPOSTA ALLE DISUGUAGLIANZE E ALLA
-  “FAGLIA” CENTRO-PERIFERIA............................................................................................19
-  SESSIONE MIGRANTI E MIGRAZIONI IN AREE INTERNE. MICRO ACCOGLIENZA E INTEGRAZIONE PER
-  NUOVI RESIDENTI E CITTADINI ..............................................................................................20

-  continua -> qui


Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Titolo:

Testo del messaggio:
(Per creare dei paragrafi separati, lascia semplicemente delle linee vuote)

Link ipertestuale (opzionale)
(Se il tuo messaggio si riferisce ad un articolo pubblicato sul Web o ad una pagina contenente maggiori informazioni, indica di seguito il titolo della pagina ed il suo indirizzo URL.)
Titolo:

URL:

Chi sei? (opzionale)
Nome (o pseudonimo):

Indirizzo email: