Inviare un messaggio

In risposta a:
Vati-

IL VATICANO E IL CODICE DA VINCI - di Gian Enrico Rusconi - selezione a cura del patrono della Voce, san Federico La Sala

domenica 30 aprile 2006 di Emiliano Morrone
IL VATICANO E IL CODICE DA VINCI
MADDALENA DELLO SCANDALO
di Gian Enrico Rusconi (La Stampa, 30 aprile 2006)
La reazione allarmatissima e decisa della Chiesa cattolica contro il romanzo, ed ora film, Il Codice da Vinci è il sintomo di una serie di questioni assai più complesse di quanto non si sospetti.
Perché mai un romanzo che narra una storia giudicata falsa e inattendibile, anzi considerata calunniosa e offensiva nei confronti di Gesù e della Chiesa ha un tale incredibile successo? (...)

In risposta a:

> IL VATICANO E IL CODICE DA VINCI --- No del Vaticano a ’Angeli e Demoni’ di Tom Hanks... Negata l’autorizzazione per girare all’interno delle chiese di Roma alcune scene del film tratto dall’omonimo libro di Dan Brown. La Diocesi: ’’E’ un film che lede il comune sentimento religioso’’. I luoghi mancanti verranno ricostruiti nella Reggia di Caserta (ADNKRONOS).

domenica 15 giugno 2008

’Tv Sorrisi e Canzoni’ dedica uno speciale alle riprese

No del Vaticano a ’Angeli e Demoni’ di Tom Hanks

Negata l’autorizzazione per girare all’interno delle chiese di Roma alcune scene del film tratto dall’omonimo libro di Dan Brown. La Diocesi: ’’E’ un film che lede il comune sentimento religioso’’. I luoghi mancanti verranno ricostruiti nella Reggia di Caserta

Roma, 15 giu.(Adnkronos/Ign) -Niente permessi. Nessuna collaborazione. Il Vaticano ha negato qualunque tipo di ’’aiuto’’ al film di Ron Howard, con Tom Hanks (nella foto) nel ruolo del professor Langdon, tratto dal romanzo ’Angeli e demoni’ di Dan Brown. A rivelarlo è ’Tv Sorrisi e Canzoni’ nel numero, in edicola da domani, dedicato alle riprese, in corso in questi giorni nella Capitale, della pellicola tratta dal famoso best seller.

La produzione americana aveva richiesto circa un anno fa i permessi del vaticano per girare all’interno di due chiese, Santa Maria del Popolo e Santa Maria della Vittoria. La competenza dei due edifici di culto infatti è sia dello Stato che della Chiesa, ma la Diocesi ha dato il suo parere negativo.

’’Forniamo spesso le nostre chiese a produzioni che hanno finalità o compatibilità con il sentimento religioso - ha dichiarato al settimanale don Marco Fibbi, responsabile dell’ufficio Stampa della Diocesi di Roma -, ma non quando il film agisce in una linea di fantasia che va a ledere il comune sentimento religioso’’. La motivazione dunque è chiara e il riferimento non è soltanto alla storia di ’Angeli e Demoni’, ma anche al precedente ’Il codice da Vinci’.

Il regista Ron Howard comunque non si dà per vinto. Dopo le riprese in esterni a piazza del Popolo e a piazza della Rotonda, per ovviare alla mancanza di location originali vaticane ed ecclesiastiche, la produzione si sposterà alla Reggia di Caserta. Qui - la struttura è stata interamente requisita per tre giorni - verranno ricreati gran parte dei luoghi mancanti e alcune scene saranno girate anche nella Biblioteca Palatina.


Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Titolo:

Testo del messaggio:
(Per creare dei paragrafi separati, lascia semplicemente delle linee vuote)

Link ipertestuale (opzionale)
(Se il tuo messaggio si riferisce ad un articolo pubblicato sul Web o ad una pagina contenente maggiori informazioni, indica di seguito il titolo della pagina ed il suo indirizzo URL.)
Titolo:

URL:

Chi sei? (opzionale)
Nome (o pseudonimo):

Indirizzo email: