Poster un message

En réponse à :
Vati-

IL VATICANO E IL CODICE DA VINCI - di Gian Enrico Rusconi - selezione a cura del patrono della Voce, san Federico La Sala

dimanche 30 avril 2006 par Emiliano Morrone
IL VATICANO E IL CODICE DA VINCI
MADDALENA DELLO SCANDALO
di Gian Enrico Rusconi (La Stampa, 30 aprile 2006)
La reazione allarmatissima e decisa della Chiesa cattolica contro il romanzo, ed ora film, Il Codice da Vinci è il sintomo di una serie di questioni assai più complesse di quanto non si sospetti.
Perché mai un romanzo che narra una storia giudicata falsa e inattendibile, anzi considerata calunniosa e offensiva nei confronti di Gesù e della Chiesa ha un tale incredibile successo ? (...)

En réponse à :

> IL VATICANO E IL CODICE DA VINCI - di Gian Enrico Rusconi - selezione a cura del patrono della Voce, san Federico La Sala

vendredi 12 mai 2006

C’è poco da ridere, conoscendo le teorie del nostro Professore. Cosa dovremmo fare ? Esaltare il proprio corpo, come oggi assistiamo ? L’eros, caro Federico, oggi è degradato a puro "sesso". E il sesso è diventato merce, cioè qualcosa che si può comprare e vendere. Siamo diventati merce di scambio. È questo lo definisci forse : "luogo di esperienza del godimento infinito di Dio" ? Sarebbe questo il grande "sì" dell’uomo (donna) al proprio corpo ? La sessualità è vissuta spesso come materiale da sfruttare, da adoperare. Dopo la repressione quindi lo sfogo ? Ecco allora tutte le sregolatezze fisiche e pschiche ben presenti ai nostri occhi. Il problema non è vietare o autorizzare, ma capire e studiare la sessualità, onde permetterci di orientarla affinchè contribuisca al nostro sviluppo psichico, mentale e spirituale.

Ricordiamo che il Concilio Vaticano II ha descritto l’atto d’amore tra l’uomo la donna come una delle più alte espressioni dell’amore. Le Istituzioni religiose affermano comunque e giustamente la necessità di una educazione per imporsi sull’istinto sessuale che è particolarmente tirannico, "deve anch’esso essere educato, orientato, collocato nel suo posto, sotto pena di squilibrare l’uomo e di compromettere la sua capacità di amare".

Saluti


Ce forum est modéré à priori : votre contribution n'apparaîtra qu'après avoir été validée par un administrateur du site.

Titre :

Texte de votre message :
(Pour créer des paragraphes, laissez simplement des lignes vides.)

Lien hypertexte (optionnel)
(Si votre message se réfère à un article publié sur le Web, ou à une page fournissant plus d'informations, veuillez indiquer ci-après le titre de la page et son adresse URL.)
Titre :

URL :

Qui êtes-vous ? (optionnel)
Votre nom (ou pseudonyme) :

Votre adresse email :