Inviare un messaggio

In risposta a:
Cinema

Emir Kusturica: la poetica del disordine - di Claudio Fabretti

Sfrenata e surreale, l’opera di Kusturica rappresenta una delle novità più significative degli ultimi vent’anni di cinema. Un’epopea balcanica iniziata nei circoli underground di Sarajevo degli anni 70
martedì 2 maggio 2006 di Vincenzo Tiano
Dal sito www.ondarock.it
Il cinema di Emir Kusturica è una raffigurazione pagana e surreale del caos. Un caleidoscopio di immagini eccessive e sfrenate, all’insegna di uno humour alticcio e di una livida vena poetica. Veterano del disordine, non solo come chiave artistica ma anche come stile di vita, il regista di Sarajevo ha attraversato vent’anni di cinema con la fantasia di un bambino e l’animo selvaggio di un pirata, dipingendo storie di un mondo alla deriva, proprio come il suo (ex) (...)

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Titolo:

Testo del messaggio:
(Per creare dei paragrafi separati, lascia semplicemente delle linee vuote)

Link ipertestuale (opzionale)
(Se il tuo messaggio si riferisce ad un articolo pubblicato sul Web o ad una pagina contenente maggiori informazioni, indica di seguito il titolo della pagina ed il suo indirizzo URL.)
Titolo:

URL:

Chi sei? (opzionale)
Nome (o pseudonimo):

Indirizzo email: