Poster un message

En réponse à :
LIBERALIZZAZIONE

Farmaci da banco nei supermercati. Una scelta opinabile

lundi 3 juillet 2006 par Mauro Diana
Farmaci da banco nei supermercati. Una scelta opinabile.
Il centrosinistra sembra finalmente uscito da quel torpore che gli ronzava intorno dopo la vittoria al cardiopalma delle scorse politiche. Con un provvedimento firmato dal ministro Bersani, il governo Prodi ha dato il via libera ad una serie di liberalizzazioni che riguardano tutti i singoli cittadini : dalle licenze dei taxi, agli onorari dei liberi professionisti sino alla tanto discussa abolizione dell’ICI che la Chiesa non pagava (...)

En réponse à :

LE COOP HANNO INVASO I GIORNALI PER DISTRUGGERE L’IMMAGINE DI UNA PROFESSIONE..

samedi 19 août 2006
Gentile Diana.Ho letto tanti messaggi in questo forum...ma forse l’analisi migliore della situazione che si creera’ la ha fatta proprio il sig.Diana.La manovra fatta sui farmaci e’ stata fatta per aumentare le entrate e il prestigio degli ipermercati COOP, che poi sono la fonte di finanziamento del partito che pesa di piu’ nell’attuale governo. Ma partiamo da lontano, e’ da un paio d’anni che la stampa o almeno il 90 per cento di essa pubblica di continuo articoli che attaccano il sistema farmacia in Italia promettendo prezzi piu’ bassi, risparmio per i cittadini, piu’ posti di lavoro..in realta’ questi attacchi continui hanno realizzato due cose..1) la gente consumera’ piu’ farmaci di quanto ne abbisognavano fino a 1 mese fa...nell’ordine dei 50% in piu’...(primimi dati reali) ; si pensi che l’anifa( associazione ditte produttrici di farmaco da banco ) ha stimato che nell’anno 2005 ogni cittadino italiano ha speso 39 euro per farmaci da banco, ora se le stime della COOP sono valide e ci sara’ la riduzione del 30 per cento dei prezzi (prendo la forchetta massima di sconto) ogni cittadino risparmia euro 10 l’anno....puo’ sicuramente sfruttare tale cifra per comprarsi una casa o comprare una macchina piu’ decente.... !!!!!ma la cosa piu’ divertente e’ un’altra se, come si e’ visto dalle prime battute ci sara’ un incremento di spesa del 50 % per i farmaci da banco i conti sono presto fatti il cittadino nel 2007 spendera’ 39 euro -10 euro (effetto sconti)+ 20 euro ( effetto induzione) =49 euro per acquisto farmaci da banco...quindi avra’ 10 euro in meno per comprarsi la casa o la macchina nuova...2) i farmacisti nn titolari o spero per la loro onesta’ intellettuale solo i loro rappresentanti (che strumentalizzano la base)plaudono alla manovra bersani e alle coop...per quale motivo ?dicono che ognuno potra’ aprirsi un negozio...in realta’ pochissimi lo faranno...leggo sui giornali...che alcuni farmacisti hanno richiesto farmaci per poterli rivendere...ma con quale speranza ?come potrebbe fare a competere sul mercato un farmacista che deve affrontare la concorrenza della GDO ?quanti pezzi potrebbe acquistare per rivendere col 30 % di sconto ?..tutti capirebbero che e’ effetto del mercato che chi nn ha potere economico viene spazzato via...invece loro evocano la parita’ dei diritti dell’uomo e tante altre cose...stupide e inutili....3) ove mai ci fosse modifica alla pianta organica delle farmacie...questa nn avvantaggera’ in nessun caso i farmacisti collaboratori...e anche qui...l’economia rossa ci viene in soccorso....le COOP hanno bisogno di personale..ora sono rarissimi farmacisti italiani disoccupati o sottopagati( sotto i 900 1100 euro che offre la coop sono pochissimi)....basta leggere i dati ALMALUREA 2005, sono i dati che analizza la COOP nn le chiacchiere dei politicanti dei farmacisti liberi,quindi la COOP nn permettera’ in alcun modo che si aumenti la concorrenza contro di essa e nello stesso tempo si aumenti lo stipendio delle persone destinate ai punti...farmaci da banco negli ipermercati...quindi o apriranno altre farmacie vere ma a marchio coop o nn ne aprira’ nessun altra ; 4) i farmacisti nn titolari che difendono e che sono difesi da Bersani suscitando nella gente attraverso la stampa sentimenti negativi verso le farmacie tradizionali...mi paiono come quei mariti....che per far dispetto alle mogli..si tagliano gli zebedei... In conclusione questo decreto portera’ aumento consumo e spesa farmaci per i cittadini..., aumento sottoccupazione per farmacisti collaboratori( li voglio vedere a fare i turni all’ipercoop....a proposito li’ nn c’e’ rivendicazione sindacale..perche’ il sindacato e la coop sono una cosa sola...), riduzione personale laureato in farmacie tradizionali, potenziamento notevole potere economico e politico COOP ROSSE... cordiali saluti

Ce forum est modéré à priori : votre contribution n'apparaîtra qu'après avoir été validée par un administrateur du site.

Titre :

Texte de votre message :
(Pour créer des paragraphes, laissez simplement des lignes vides.)

Lien hypertexte (optionnel)
(Si votre message se réfère à un article publié sur le Web, ou à une page fournissant plus d'informations, veuillez indiquer ci-après le titre de la page et son adresse URL.)
Titre :

URL :

Qui êtes-vous ? (optionnel)
Votre nom (ou pseudonyme) :

Votre adresse email :