Poster un message

En réponse à :
LIBERALIZZAZIONE

Farmaci da banco nei supermercati. Una scelta opinabile

lundi 3 juillet 2006 par Mauro Diana
Farmaci da banco nei supermercati. Una scelta opinabile.
Il centrosinistra sembra finalmente uscito da quel torpore che gli ronzava intorno dopo la vittoria al cardiopalma delle scorse politiche. Con un provvedimento firmato dal ministro Bersani, il governo Prodi ha dato il via libera ad una serie di liberalizzazioni che riguardano tutti i singoli cittadini : dalle licenze dei taxi, agli onorari dei liberi professionisti sino alla tanto discussa abolizione dell’ICI che la Chiesa non pagava (...)

En réponse à :

LE COOP CI HANNO RESTITUITO IL SORRISO E LA SPERANZA

jeudi 4 janvier 2007
Gentile titolare di farmacia, perchè tale mi appare anche da molto lontano, le vorrei rispondere in merito al post da lei sottoposto all’attenzione dei lettori. Sono uno dei farmacisti Coop e me ne vanto enormemente perchè posso parlare con cognizione di causa sia per quanto riguarda le vendite sia per quanto riguarda altri argomenti poco nobili che lei ha citato. Cominciamo da questi... Lo stipendio che Coop corrisponde a noi farmacisti è più elevato di quello che lei scrive (forse il suo è stato un lapsus in relazione a quello che è lo stipendio che corrisponde ai suoi collaboratori...) e quindi più conveniente di quello che normalmente si percepisce in farmacia. Il falso mito che alcuni titolari mettono in giro per disincentivare le domande di assunzione nella grande distribuzione è un’ulteriore testimonianza di quanto basso sia il loro profilo intellettuale. Per quanto concerne i vari discorsi relativi ai guadagni delle aziende... Sinceramente i margini di guadagno non li conosco ma li posso immaginare. In tanti anni di farmacia privata ho sentito diversi collaboratori scientifici proporre i loro prodotti con sconti fino al 70% !!! Detto quindi che la grande distribuzione di cui faccio parte non si approvigiona direttamente dalle ditte produttrici ma da un magazzino all’ingrosso (comune a molte farmacie esterne...) immagino che non ci possa essere una simile scontistica. Curo personalmente il lato tecnico del Punto Salute e so per certo che, facendo due conti, l’azienda non ci guadagna certamente quanto molti potranno pensare, anzi potrei dire serenamente che si viaggia "in pari". Vogliamo dire allora che è tutta una montatura pubblicitaria ? Benissimo, ma se questa "montatura" permette ai cittadini di risparmiare... tanto meglio ! In anni da collaboratore ho visto un sacco di gente e molto spesso anche assidua. Così è anche alla Coop, ma posso dire con sicurezza che la tanto paventata corsa all’accaparramento non c’è stata affatto ! Perchè ? Forse perchè è più la comodità di poter prendere una scatola di aspirina in un luogo dove si va almeno una volta alla settimana, che non la voglia di farsi prendere la mano dal prezzo ! Eppoi forse anche perchè alla vendita ci sono dei professionisti che sanno quando è il caso di informare. Non potrei dire lo stesso di molti titolari di farmacia che, in nome (taciuto) del profitto, vendono tranquillamente farmaci sottoposti all’obbligo di legge di prescrizione medica, senza che la stessa sia mai stata nemmeno chiesta. A supporto di quanto dico vorrei farvi sapere che ogni giorno moltissime persone chiedono Aulin (e equivalenti), Oki, Synflex, Gentalyn (e Gentalyn Beta), Zimox (e equivalenti)... e potrei andare avanti per un bel po’ ma mi fermo qui. Perchè dovrebbe servire una prescrizione se questi prodotti non fossero da assumersi solo in casi particolari ??? Rigetto anche la considerazione, peraltro di bassa lega, sulla possibilità di comprarsi la casa o l’auto con i 10 euro risparmiati alla Coop. Sì perchè se il mio vecchio titolare ha scelto un tosaerba per il suo prato con la vernice metallizzata perchè più chic, non trovo giusto pensare che tutti abbiano le stesse disponibilità economiche. In ultima analisi, considerato il piglio un po’ acido in merito alle "Coop rosse", potrei azzardare (e qui mi sbilancio in buona fede) che chi ha scritto tali enormità sia un simpatizzante di un’area politica ben chiara e attualmente all’opposizione. Bene, vorrei ricordare che il padrone di questa coalizione politica ha le proprie auto assicurate con Unipol... e che quindi meriterebbe come minimo una buona lavata di capo ! Con la vendita dei soli prodotti SOP e OTC non facciamo nemmeno il solletico ai titolari di farmacia, ma è uno spiraglio in un muro di cemento armato ! Spero pertanto che quanto prima le cose subiscano un ulteriore evoluzione e si possa aprire alla vendita di TUTTI i farmaci ponendo così le basi per una vera politica liberale (tanto cara ad una certa parte politica...) che metta in concorrenza titolari sonnecchiosi e impigriti e giovani desiderosi di arrivare lontano.

Ce forum est modéré à priori : votre contribution n'apparaîtra qu'après avoir été validée par un administrateur du site.

Titre :

Texte de votre message :
(Pour créer des paragraphes, laissez simplement des lignes vides.)

Lien hypertexte (optionnel)
(Si votre message se réfère à un article publié sur le Web, ou à une page fournissant plus d'informations, veuillez indiquer ci-après le titre de la page et son adresse URL.)
Titre :

URL :

Qui êtes-vous ? (optionnel)
Votre nom (ou pseudonyme) :

Votre adresse email :