Poster un message

En réponse à :
Medioevo

PUGLIA : A GRAVINA, UNA CITTA’ SOTTO LA CITTA’. Un patrimonio storico-culturale da salvaguardare

vendredi 7 juillet 2006 par Federico La Sala
[...] L’amministrazione comunale sta ultimando le pratiche per chiedere all’Unesco il riconoscimento di patrimonio dell’umanità. Oggi l’ente dell’Onu premia i territori, così Gravina si unirà a Matera e ai suoi Sassi, distanti 30 chilometri. Presto arriverà il via libera. L’obiettivo è creare un polo di turismo culturale nel profondo sud. E salvare la città sotterranea.
PUGLIA
A trenta chilometri dai Sassi di Matera, un sito eccezionale per il quale è stata richiesta la tutela dell’Unesco (...)

En réponse à :

> PUGLIA : A GRAVINA, UNA CITTA’ SOTTO LA CITTA’. --- Gravina, forse caduti nella cisterna mentre fuggivano dal padre. E’ l’ipotesi della Procura di Bari sulla morte di Francesco e Salvatore Pappalardi

jeudi 28 février 2008


-  E’ l’ipotesi della Procura di Bari sulla morte di Francesco e Salvatore Pappalardi
-  L’ufficio inquirente continua a ritener valide le accuse rivolte al padre dei due fratellini

-  Gravina, forse caduti nella cisterna
-  mentre fuggivano dal padre

-  Gli accertamenti saranno lunghi e approfonditi : "Non prima di un mese i risultati"
-  L’adolescente che ha salvato Michele : "Li ho visti entrare lì. La polizia non mi hanno creduto"

BARI - Potrebbero essere finiti nella cisterna mentre tentavano di fuggire dal padre che voleva punirli, Francesco e Salvatore Pappalardi. E’ un’ipotesi che segue la procura della Repubblica di Bari convinta che le accuse rivolte al papà delle vittime siano valide anche dopo il ritrovamento dei cadaveri nella cisterna abbandonata. Presto sarà riascoltato il quattordicenne che la sera della scomparsa di Ciccio e Tore vide i due bambini salire sull’auto del padre. Fu dopo la testimonianza del giovanissimo che la procura scrisse il nome di Filippo Pappalardi nel registro degli indagati.

Intanto i medici legali nominati dalla Procura hanno iniziato gli esami radiologici sui resti recuperati nella cisterna di Gravina per ricostruire in tre dimensioni i cadaveri dei due bambini. L’esame servirà per capire quando e come Ciccio si è fratturato la gamba destra e se quel tipo di lesione è compatibile con una caduta accidentale nel pozzo abbandonato. Poi gli anatopatologi eseguiranno gli esami sui resti di cibo conservati nello stomaco dei due fratellini per risalire all’ora della loro morte.

"Saranno esami lunghi", hanno detto i medici. Forse non prima di un mese si conosceranno i risultati degli accertamenti. Poi le salme saranno consegnate alle famiglie e saranno celebrati i funerali. Per quel giorno, sarà proclamato il lutto cittadino. Ma non sarà il Comune di Gravina a pagare le esequie. La famiglia Pappalardi ha rifiutato l’offerta avanzata dall’amminstrazione locale. Il legale del padre dei fratellini ha spiegato perché la famiglia non vuole la loro solidarietà" : "Non accetta aiuto da chi non lo ha creduto".

LE IMMAGINI DEL POZZO

"Ciccio e Tore giocavano sempre là dentro. Ci andavamo in gruppo. Era una sfida entrare in quelle stanze buie. E’ pieno di posti come quello qui intorno". I ragazzi di Gravina raccontano della masseria dalle cento stanze, come in paese è chiamato il caseggiato abbandonato dove sono morti Ciccio e Tore. Il compagno di Michele - il tredicenne che cadendo nel pozzo dell’orrore tre giorni fa indirizzò i soccorritori verso la cisterna dove erano conservati i corpi dei fratellini - ricorda di aver visto Francesco e Salvatore Pappalardi entrare anche loro nella vecchia casa, "ma non ricordo quando. L’ho detto alla Polizia, ma forse non mi hanno creduto".

L’INTERVISTA

Il suo amico Michele, caduto nel pozzo tre giorni fa, sta lentamente migliorando. Ha entrambe le gambe fratturate e lesioni anche alle vertebre. "Da ieri respira autonomamente - spiega il direttore sanitario dell’ospedale dove il ragazzino è ricoverato - e in giornata dovrebbere essere dimesso dalla terapia intensiva per essere trasferito in un reparto ortopedico".

* la Repubblica, 28 febbraio 2008 - parziale.


Ce forum est modéré à priori : votre contribution n'apparaîtra qu'après avoir été validée par un administrateur du site.

Titre :

Texte de votre message :
(Pour créer des paragraphes, laissez simplement des lignes vides.)

Lien hypertexte (optionnel)
(Si votre message se réfère à un article publié sur le Web, ou à une page fournissant plus d'informations, veuillez indiquer ci-après le titre de la page et son adresse URL.)
Titre :

URL :

Qui êtes-vous ? (optionnel)
Votre nom (ou pseudonyme) :

Votre adresse email :