Inviare un messaggio

In risposta a:

LA CHIESA DEL SILENZIO E DEL "LATINORUM". Il teologo Ratzinger scrive da papa l’enciclica "Deus caritas est" (2006) e, ancora oggi, nessuno - nemmeno papa Francesco - ne sollecita la correzione del titolo. Che lapsus!!! O, meglio, che progetto!!!

giovedì 9 maggio 2019
Caro BENEDETTO XVI ...
Corra, corra ai ripari (... invece di pensare ai soldi)! Faccia come insegna CONFUCIO: provveda a RETTIFICARE I NOMI. L’Eu-anglo dell’AMORE (“charitas”) diventato il Van-glo del ’caro (prezzo)’ e della preziosi-t (“caritas”), e la Parola (“Logos”) diventato il (...)

In risposta a:

> LA CHIESA DEL SILENZIO E DEL "LATINORUM". --- il dio che non c’e’ (di Alberto Maggi).

lunedì 18 maggio 2009

DIO... Qualunque cosa adorata pu essere definita un dio, in quanto l’adoratore gli attribuisce potere maggiore del proprio e lo venera. Perfino il proprio appetito pu essere un dio. (Ro 16:18; Flp 3:18,19) La Bibbia menziona molti di (Sl 86:8; 1Co 8:5,6), ma indica che gli di delle nazioni sono di senza valore. -Sl 96:5; vedi DEI E DEE.

I termini ebraici. Uno dei termini ebraici tradotti “Dio” ’El, che probabilmente significa “potente; forte”. (Ge 14:18) Ricorre riferito a Geova, ad altri di e a uomini. Inoltre molto usato nei nomi composti, come Eliseo (“Dio salvezza”) e Michele (“chi simile a Dio?”). Alcune volte ’El preceduto dall’articolo determinativo (ha’l, lett. “il Dio”) con riferimento a Geova, distinguendolo cos dagli altri di. -Ge 46:3; 2Sa 22:31; vedi NM, appendice, pp.1569-70. In Isaia 9:6 Ges Cristo chiamato profeticamente ’El Gibbhr, “Dio potente” (non ’El Shaddi [Dio Onnipotente], usato in riferimento a Geova in Genesi 17:1). Il termine ’elohm usato anche a proposito di di idolatrici. A volte significa semplicemente “di”. (Eso 12:12; 20:23) Altre volte un plurale di maest e si riferisce a un unico dio (o dea). Comunque quegli di chiaramente non erano delle trinit. -1Sa 5:7b (Dagon); 1Re 11:5 (la “dea” Astoret); Da 1:2b (Marduk). In Salmo 82:1,6, ’elohm si riferisce a uomini, giudici umani d’Israele. Ges cit questo Salmo in Giovanni 10:34,35. Erano di in quanto rappresentanti e portavoce di Geova. Similmente a Mos fu detto che doveva servire come “Dio” per Aaronne e per Faraone. -Eso 4:16, nt.; 7:1. Molte volte nelle Scritture ’Elohm si trova anche preceduto dall’articolo determinativo ha. (Ge 5:22) Dell’uso di ha’Elohm, F.Zorell dice: “Nelle Sacre Scritture particolarmente il solo vero Dio, Jahve, designato da questo vocabolo; ... Jahve il [solo vero] Dio’ De 4:35; 4:39; Gs 22:34; 2Sa 7:28; 1Re 8:60 ecc.”. -Lexicon Hebraicum Veteris Testamenti, Roma, 1984, p.54; quadre dell’autore.

Il termine greco. Di solito l’equivalente greco di ’El ed ’Elohm nella Settanta thes, il termine che sta per “Dio” o “dio” nelle Scritture Greche Cristiane. Geova, il vero Dio. Il vero Dio non un Dio senza nome. Il suo nome Geova. (De 6:4; Sl 83:18) Dio perch ha creato tutte le cose. (Ge 1:1; Ri 4:11) Il vero Dio reale (Gv 7:28), una persona (At 3:19; Eb 9:24) e non un’impersonale legge della natura che operi senza un legislatore vivente n una forza cieca che agisca attraverso una serie di eventi accidentali dando casualmente origine alle cose. Nell’edizione del 1956 l’Encyclopedia Americana (vol.XII, p.743) alla voce “Dio” osservava: “Secondo il criterio cristiano, maomettano ed ebraico, l’Essere Supremo, la Causa Prima e, in senso generale, com’ considerato attualmente in tutto il mondo civile, un essere spirituale, autoesistente, eterno e assolutamente libero e onnipotente, distinto dalla materia che ha creato in molte forme, e che conserva e domina. Non sembra che ci sia stato un periodo della storia umana in cui l’umanit non credesse in un autore soprannaturale e governatore dell’universo”.

Prove dell’esistenza dell’“Iddio vivente”. L’esistenza di Dio dimostrata dall’ordine, dalla potenza e dalla complessit della creazione, sia a livello macroscopico che microscopico, e dai rapporti che egli ha avuto col suo popolo nel corso della storia. Esaminando quello che si potrebbe chiamare il Libro della creazione divina, gli scienziati imparano molte cose. Si pu imparare da un libro solo se il suo autore gli ha dedicato meditazione e preparazione intelligente. A differenza degli di senza vita delle nazioni, Geova “l’Iddio vivente”.

La Bibbia spiega che Geova Dio vivente da tempo indefinito a tempo indefinito, per sempre

Infinito, ma avvicinabile. Il vero Dio infinito e al di l della piena comprensione dell’uomo.

: “Ogni dono buono e ogni regalo perfetto viene dall’alto, poich scende dal Padre delle luci celestiali, e presso di lui non c’ variazione del volgimento d’ombra”.

“Tutte le cose sono nude e apertamente esposte agli occhi” di Dio, “Colui che annuncia dal principio il termine”. (Eb 4:13; Isa 46:10,11; 1Sa 2:3) La sua potenza e conoscenza si estendono ovunque, abbracciando ogni parte dell’universo.

Il vero Dio spirito, non carne

La sua posizione. Geova il Supremo Sovrano dell’universo, il Re eterno.

La sua giustizia e gloria. Il vero Dio un Dio giusto.

Il suo proposito. Dio ha un proposito che attuer e che non pu essere frustrato.

Nessuno esisteva prima di Geova; perci egli ha priorit su tutti.

Un Dio comunicativo. Nutrendo grande amore per le sue creature, Dio d loro ampia opportunit di conoscere lui e i suoi propositi. Tre volte la sua stessa voce stata udita da uomini sulla terra.

“Un Dio che esige esclusiva devozione”. “Bench ci siano quelli che sono chiamati di’, sia in cielo che sulla terra, come ci sono molti di’ e molti signori’, effettivamente c’ per noi un solo Dio, il Padre”.

Uno dei potenti chiamati “di” nella Bibbia Ges Cristo, che “l’unigenito dio”. Ma egli stesso disse chiaramente: “Devi adorare Geova il tuo Dio, e a lui solo devi rendere sacro servizio”.

PS...Scusate nel precedente commento non vi ho’ dato i miei connotati...appartiene a me John Mazzei emigrato integrato essendo stato sparato per sparire da SGF!!! Con tutto il bene del mondo a tutti coloro che vinceranno.


Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Titolo:

Testo del messaggio:
(Per creare dei paragrafi separati, lascia semplicemente delle linee vuote)

Link ipertestuale (opzionale)
(Se il tuo messaggio si riferisce ad un articolo pubblicato sul Web o ad una pagina contenente maggiori informazioni, indica di seguito il titolo della pagina ed il suo indirizzo URL.)
Titolo:

URL:

Chi sei? (opzionale)
Nome (o pseudonimo):

Indirizzo email: