Poster un message

En réponse à :

LA CHIESA DEL SILENZIO E DEL "LATINORUM". Il teologo Ratzinger scrive da papa l’enciclica "Deus caritas est" (2006) e, ancora oggi, nessuno - nemmeno papa Francesco - ne sollecita la correzione del titolo. Che lapsus !!! O, meglio, che progetto !!!

lundi 27 juillet 2020
Caro BENEDETTO XVI ...
Corra, corra ai ripari (... invece di pensare ai soldi) ! Faccia come insegna CONFUCIO : provveda a RETTIFICARE I NOMI. L’Eu-angÚlo dell’AMORE (“charitas”) Ŕ diventato il Van-gÚlo del ’caro (prezzo)’ e della preziosi-tÓ (“caritas”), e la Parola (“Logos”) Ŕ diventato il (...)

En réponse à :

> LA CHIESA DEL SILENZIO E DEL "LATINORUM". --- "NON SAPEVO CHE DIO ╚ SPIRITO" (Agostino, "Confessioni").

jeudi 17 octobre 2019

NON SAPEVO CHE DIO ╚ SPIRITO....*


Lutto.

Addio a Maria Bettetini, filosofa e studiosa di sant’Agostino

╚ morta domenica 13 ottobre a Milano la filosofa Maria Bettetini, docente di Estetica, Retorica e Filosofia delle immagini. Il suo nome Ŕ per˛ legato in particolare agli studi agostiniani-

di Francesco Ognibene (Avvenire, lunedý 14 ottobre 2019)

╚ morta domenica 13 ottobre a Milano la filosofa Maria Bettetini, studiosa di sant’Agostino, docente all’UniversitÓ Iulm di Milano. 57 anni, milanese, figlia di Gianfranco, che fu pioniere all’UniversitÓ Cattolica degli studi semiotici in Italia, Maria Bettetini ha insegnato dapprima Storia della filosofia medioevale all’UniversitÓ Ca’ Foscari di Venezia e poi alla Iulm Estetica, Retorica e Filosofia delle immagini approfondendo in particolare lo statuto della finzione e dell’inganno, studi che hanno dato vita a uno dei suoi libri pi¨ noti, “Breve storia della bugia” (Cortina, 2001).

Il suo nome Ŕ per˛ legato in particolare agli studi agostiniani, dal classicoIntroduzione a Agostino” (Laterza, 2008) a un’edizione delle “Confessioni” da lei curata nel 2000 per Einaudi. Tra gli altri filoni dei quali Ŕ stata apprezzata studiosa va ricordato in particolare quello sull’iconoclastia, da “Contro le immagini” (Laterza, 2006) a “Distruggere il passato” (Cortina, 2016).
-  Nel 2015 aveva pubblicato un suo omaggio alla filosofia, “La bellezza e il peccato” (Bompiani), una “piccola scuola” - come l’aveva definita - nata da una domanda : “Chi se non la buona filosofia pu˛ insegnare a cogliere la bellezza in questo mondo da salvare ?”. Con i “Quattro modi dell’amore” (Laterza, 2012) aveva invece proposto un singolare itinerario filosofico e letterario attraverso amicizia, passione, amori folli o ideali e falsi amori.

La sua intelligenza viva e penetrante, la spontanea disposizione a creare e mantenere relazioni profonde, la libertÓ di pensiero, la fede sempre intensamente vissuta hanno fatto di lei una figura di pensatrice originale e apprezzata e l’hanno resa naturalmente prossima al pensiero del vescovo di Ippona, del quale Ŕ stata instancabile divulgatrice, fino agli ultimi giorni prima di una morte prematura.


*

      • "Non sapevo che Dio Ŕ spirito" (Agostino, Confessioni, III, 7, 12 ; cit. in Maria Bettetini, La misura delle cose, pref. di Giulio Giorello, Rusconi editore, Milano, 1994, p. 15).


Sul tema, nel sito, si cfr. :

FREUD, KANT, E I SOGNI DELLA TEOLOGIA POLITICA EUROPEA -- FILOLOGIA E "ARCHEOLOGIA". Considerazioni a margine dell’affresco di sant’Agostino nella cattedrale di Nard˛ (Lecce).

Federico La Sala


Ce forum est modéré à priori : votre contribution n'apparaîtra qu'après avoir été validée par un administrateur du site.

Titre :

Texte de votre message :
(Pour créer des paragraphes, laissez simplement des lignes vides.)

Lien hypertexte (optionnel)
(Si votre message se réfère à un article publié sur le Web, ou à une page fournissant plus d'informations, veuillez indiquer ci-après le titre de la page et son adresse URL.)
Titre :

URL :

Qui êtes-vous ? (optionnel)
Votre nom (ou pseudonyme) :

Votre adresse email :