Inviare un messaggio

In risposta a:

CASO ELUANA. L’ ACCANIMENTO DEL CARD. BARRAGAN E DEL VATICANO: E’ UN ASSASSINIO!!! IL PADRE, NESSUN COMMENTO.

martedì 11 novembre 2008
ANSA» 2008-11-11 14:30
Santa Sede: sospendere alimenti è assassinio
CITTA’ DEL VATICANO - Sospendere l’idratazione e l’alimentazione in un paziente in stato vegetativo è "una mostruosità disumana e un assassinio": lo ha ribadito all’ANSA il presidente del Pontificio consiglio per la Salute, (...)

In risposta a:

> CASO ELUANA. --- Il compito della chiesa non è quello di fare leggi ma di testimoniare i valori che professa (don Aldo Antonelli).

mercoledì 19 novembre 2008
No, caro Biagio, non mi hai rotto.... anzi! Ho conosciuto bene, molto bene padre Turoldo: è stato uno dei miei maestri! Assieme a don Primo Mazzolari, a don Milani e a padre Balducci, è stato corresponsabile della mia vocazione. Se non avessi incontrato questi grandi testimoni, nella mia vita, non mi sarei fatto prete! E sono sicuro che se fosse vivo, oggi, padre Turoldo, starebbe sulle mie posizioni. Ma possibile che sia tanto difficile intendersi? Nel caso di Eluana nessuno vuole ucciderla o darle la morte. Figurarsi se un padre vuole ammazzare sua figlia...; e se io prete voglio che si dia la morte ad una persona: io, seguace di quel Gesù di Nazaret che ha ridato la vita anche ai morti! Qui si vuole solo che la tecnica la smetta di fare da padrona sulla pelle di un malato e che la medicina non sia invasiva e che l’assistenza non sia insistenza. Qui si vuole solo che la si smetta con l’accanimento terapeutico. Cosa c’entrano l’eutanasia o, addirittura, il suicidio? Il debordare il discorso su questi temi a me sembra abusivo e strumentale: dettato da una indebita paura (da parte di semplici cittadini) o, ancor peggio, da una pervicace malafede (da parte di certi politici...). Che la natura faccia il suo corso. Di fronte a certe situazioni, come quella in cui si trova Eluana, la scienza dovrebbe smettere i panni della prepotenza e noi tutti si dovrebbe fare un passo in dietro: in una fiduciosa attesa noi credenti, e in una dignitosa resa i non credenti. Dove sta lo scandalo? Un caro saluto, Biagio. Aldo Antonelli

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Titolo:

Testo del messaggio:
(Per creare dei paragrafi separati, lascia semplicemente delle linee vuote)

Link ipertestuale (opzionale)
(Se il tuo messaggio si riferisce ad un articolo pubblicato sul Web o ad una pagina contenente maggiori informazioni, indica di seguito il titolo della pagina ed il suo indirizzo URL.)
Titolo:

URL:

Chi sei? (opzionale)
Nome (o pseudonimo):

Indirizzo email: