Inviare un messaggio

In risposta a:

RIPARARE IL MONDO. LA CRISI EPOCALE DELLA CHIESA ’CATTOLICA’ E LA LEZIONE DI SIGMUND FREUD. Alcune note - di Federico La Sala

martedì 18 maggio 2010
A FREUD (Freiberg, 6 maggio 1856 - Londra, 23 settembre 1939), GLORIA ETERNA!!!
"TEBE": IN VATICANO NON C’E’ SOLO LA "SFINGE" - C’E’ LA "PESTE"!!! Caro Benedetto XVI ... DIFENDIAMO LA FAMIGLIA!? MA QUALE FAMIGLIA - QUELLA DI GESU’ (Maria - e Giuseppe!!!) O QUELLA DI EDIPO (Laio e Giocasta)?! (...)

In risposta a:

> RIPARARE IL MONDO. LA CRISI EPOCALE DELLA CHIESA ’CATTOLICA’ E LA LEZIONE DI SIGMUND FREUD. ---- I silenzi del Vaticano, dalla pedofilia a Israele (di Filippo Gentiloni).

domenica 28 marzo 2010

I silenzi del Vaticano, dalla pedofilia a Israele

di Filippo Gentiloni (il manifesto, 28 marzo 2010)

Per il Vaticano è tempo di silenzi più o meno colpevoli. Primi di tutti quelli riguardanti la pedofilia: più gravi di quanto non si sospettasse e più diffusi in tutti i continenti e nelle nazioni più cattoliche, come l’Irlanda. Ne sono piene le pagine dei giornali di questi giorni. Dove, però, non mancano altri silenzi colpevoli.

-  l’ordine internazionale

Fra gli altri vale la pena di ricordare il silenzio vaticano nei confronti degli insediamenti che lo stato di Israele continua a costruire nel territorio palestinese, nonostante gli accordi e l’opposizione internazionale, a cominciare da quella statunitense. Un atteggiamento, quindi, che contrasta decisamente con l’ordine internazionale e schiera Israele contro l’ordine mondiale. Come mai questo deciso atteggiamento di opposizione e come mai questo pesante silenzio che coinvolge anche il Vaticano e il mondo cattolico?

-  la risposta è complessa

La risposta è complessa e non può non coinvolgere gli ultimi decenni della storia europea e mondiale: quando gli ebrei furono spaventosamente perseguitati nella Germania nazista e non solo e quando perciò ebbe inizio la loro difesa e il loro sostegno. Una difesa e un sostegno che non possono non continuare anche al di là delle persecuzioni e dalla shoa. Oggi è logica la difesa degli ebrei da parte dei cattolici e del Vaticano, anche se non è stato logico, tutt’altro, l’atteggiamento al tempo della persecuzione. Il silenzio di oggi nei confronti degli atteggiamenti di Israele, perciò, non è una logica conseguenza dei silenzi colpevoli di allora, ma li contraddice.

-  un capitolo nuovo

Oggi il Vaticano potrebbe e dovrebbe aprire un capitolo nuovo, indipendente dalla storia antica e recente e legato piuttosto alle vicende di oggi e dei palestinesi e legate, come sempre nelle pagine evangeliche, ai più deboli e poveri e ai meno sostenuti e difesi dal diritto internazionale. I palestinesi di oggi non molto lontani dagli ebrei di ieri.


Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Titolo:

Testo del messaggio:
(Per creare dei paragrafi separati, lascia semplicemente delle linee vuote)

Link ipertestuale (opzionale)
(Se il tuo messaggio si riferisce ad un articolo pubblicato sul Web o ad una pagina contenente maggiori informazioni, indica di seguito il titolo della pagina ed il suo indirizzo URL.)
Titolo:

URL:

Chi sei? (opzionale)
Nome (o pseudonimo):

Indirizzo email: