Poster un message

En réponse à :

IL VATICANO, L’ARCANGELO DELLA GIUSTIZIA, E UN BEL CARTELLO : "CHIUSO PER RESTAURO". Una lettera di Paolo Izzo

jeudi 4 novembre 2010
Vaticano, "chiuso per restauro"
di Paolo Izzo *
Cara “Liberazione”,
se un giorno si trovano le ossa di una donna nei loro lucernai, dove la luce non entra e nessuna chiarezza è possibile. Se un altro giorno si scopre che l’obbligo della loro astinenza riguarda soltanto i rapporti con l’altro (...)

En réponse à :

> IL VATICANO, L’ARCANGELO DELLA GIUSTIZIA, E UN BEL CARTELLO : "CHIUSO PER RESTAURO". --- Tramonto vaticano (di Filippo Gentiloni).

dimanche 21 novembre 2010

Tramonto vaticano

di Filippo Gentiloni (il manifesto, 21.11.2010)

In questo periodo tutte le librerie sono piene di libri sul Vaticano e sul papato : come al solito, sia favorevoli che contrari. Ma i contrari abbondano, forse più che nel passato. Se ne può citare qualcuno, fra i più noti : « La sfida oscurantista di Joseph Ratzinger » di Paolo Flores d’Arcais (Ponte alle Grazie) e « C’era una volta un Vaticano » di Massimo Franco (Mondadori).

Soprattutto quest’ultimo mi sembra significativo. Si chiede perché la chiesa sta perdendo peso in Occidente e risponde : « Investito dagli scandali, travagliato dalle lotte di potere, sfidato dal relativismo e dall’indifferenza, quale Vaticano riemergerà dalla grande crisi dell’Occidente ? ». Si noti : gli scandali vengono sottolineati ma non enfatizzati, mentre la crisi del Vaticano viene studiata nel quadro generale della crisi di tutto l’Occidente.

Il testo di Franco misura il peso e la crisi del Vaticano con la bilancia della novità di Obama negli Usa e nel mondo. « Un po’ alleati, ma un po’ alieni ». Anche se i vescovi americani erano - e sono - divisi fra repubblicani e democratici, l’Osservatore Romano è sembrato a Franco eccessivamente schierato pro Obama.

Interessante anche il capitolo riguardante l’Italia, con un titolo significativo : « Italia, cattolici senza politica ». La Democrazia cristiana è lontana, come è lontana l’idea di un Vaticano onnipotente. Nei decenni postdemocristiani si prepara l’egemonia berlusconiana. Il premier diceva, infatti : « Ho promesso collaborazione e credo che questa ci sarà, perché i valori della tradizione e della cultura cristiana mi appartengono . Quindi procederemo su una strada di collaborazione e di vicinanza ».

Negli anni più recenti, Franco osserva la crisi dell’episcopato italiano : « Cattolici senza casa ». Mentre la gerarchia è politicamente subalterna, di fatto, a un centrodestra nel segno di Berlusconi e di Bossi. « È il tramonto di un ceto politico cattolico sempre meno rappresentativo e sempre più estraniato ».


Ce forum est modéré à priori : votre contribution n'apparaîtra qu'après avoir été validée par un administrateur du site.

Titre :

Texte de votre message :
(Pour créer des paragraphes, laissez simplement des lignes vides.)

Lien hypertexte (optionnel)
(Si votre message se réfère à un article publié sur le Web, ou à une page fournissant plus d'informations, veuillez indiquer ci-après le titre de la page et son adresse URL.)
Titre :

URL :

Qui êtes-vous ? (optionnel)
Votre nom (ou pseudonyme) :

Votre adresse email :