Poster un message

En réponse à :
Per l’inizio del dialogo, quello vero (B. Spinelli)

ITALIA E PAKISTAN : LA DIVINA COMMEDIA (Dante Alighieri) E IL POEMA CELESTE (Muhammad Iqbal). Ri-leggiamo insieme... le due opere e i due Autori ! Un’ipotesi di rilettura di DANTE .... e un appello per un convegno e per il Pakistan !!!

DANTE PER LA PACE, PER LA PACE TRA LE RELIGIONI E TUTTI I POPOLI.
vendredi 9 novembre 2007 par Federico La Sala
[...] W O ITALY ... Dopo di lui, in Vaticano, è tornata la confusione, la paura, e la volontà di potenza e di dominio. Un delirio grande, al di qua e al di là del Tevere, ma La Legge dei nostri ‘Padri’ e delle nostre ‘Madri’ Costituenti è sana e robusta ... Dante è riascoltato a Firenze, come in tutta Italia - e nel mondo. Anche nel Pakistan - memori del “Poema Celeste” (Muhammad Iqbal) - la Commedia non è stata dimenticata !!! [...]
PICCHIARE LE DONNE. DIO, UOMINI E DONNE : (...)

En réponse à :

> LA DIVINA COMMEDIA (Dante Alighieri) E IL POEMA CELESTE (Mohammad Iqbal) : PER UNA ’PARTITA’ DEL CUORE E DELLA RAGIONE tra Oriente e Occidente, Cristianesimo e Islamismo, tra ITALIA e PAKISTAN. Ri-leggiamo insieme... le due opere e i due autori : ri-prendiamo il dialogo ! Un’ipotesi di rilettura di DANTE .... e un appello per un convegno !!!

vendredi 22 juin 2007

DIVAMPA LA PROTESTA PER « SIR » RUSDHIE *

Il ministero degli Esteri iraniano ha convocato l’ambasciatore britannico a Teheran per protestare contro il conferimento in Gran Bretagna dell’onorificenza di baronetto allo scrittore Salman Rushdie. Ne ha dato notizia l’agenzia iraniana Fars, spiegando che all’ambasciatore Geoffrey Adams è stato comunicato che Teheran considera la decisione di Londra come « un atto provocatorio destinato a suscitare la rabbia di mezzo miliardo di musulmani in tutto il mondo ». Immediata la reazione inglese, che in una nota ha spiegato che l’onorificenza è stata conferita allo scrittore anglo-indiano per i servizi resi alla letteratura britannica e che non deve essere considerata un insulto contro l’Islam. Nel 1989 contro Rushdie era stata emessa una « fatwa », una sentenza di morte per i contenuti considerati « blasfemi » del suo libro « I versetti satanici ».

Ad aggiungere benzina sul fuoco, viene sempre da Tehran la notizia che i cittadini iraniani invitati dall’ambasciata inglese in occasione del compleanno della regina Elisabetta saranno sottoposti a un’« indagine della polizia » perché sospettati di aver picchiato alcuni contestatori fondamentalisti del party. È da ricordare che in quella occasione un gruppo di giovani integralisti contestò il ricevimento con lancio di uova e pietre contro gli invitati. Intanto in vari altri paesi musulmani, anche con governi decisamente laici, si acuiscono le critiche a Londra. in Malaysia e in Pakistan ci sono state nuove manifestazioni popolari di protesta, mentre in Egitto il parlamento ha condannato l’onorificenza di baronetto conferita a Salman Rushdie.

* il manifesto, 21.06.2007


Ce forum est modéré à priori : votre contribution n'apparaîtra qu'après avoir été validée par un administrateur du site.

Titre :

Texte de votre message :
(Pour créer des paragraphes, laissez simplement des lignes vides.)

Lien hypertexte (optionnel)
(Si votre message se réfère à un article publié sur le Web, ou à une page fournissant plus d'informations, veuillez indiquer ci-après le titre de la page et son adresse URL.)
Titre :

URL :

Qui êtes-vous ? (optionnel)
Votre nom (ou pseudonyme) :

Votre adresse email :