Poster un message

En réponse à :
Parola d’ordine : "caro-prezzo" ("caritas") !!!

GIU’ LE MANI DAL COPYLEFT !!! NO COPYRIGHT !!! L’ Art. 32 del decreto legge n. 262, aggregato alla FINANZIARIA, propone la tassa sulle rassegne stampa realizzate senza scopo di lucro !!! APPELLO di PEACELINK

La libertà non si può fermare. L’informazione su internet deve rimanere libera.
jeudi 19 octobre 2006 par Federico La Sala


[...] Non e’ facile trovare la disposizione che introduce il pizzo degli editori sulle rassegne stampa : per scovarla non basta leggere l’intero testo della finanziaria, ma va esaminato l’articolo 32 del capo IX del decreto legge 262 del 3 ottobre 2006, collegato alla finanziaria ed entrato gia’ in vigore il 3 ottobre scorso. Chi riesce ad arrivare alla fine di questo labirinto giuridico scopre che il decreto modifica la legge sul (...)

En réponse à :

> Art. 32 del decreto legge n. 262. GIU’ LE MANI DAL COPYLEFT !!! NO alla tassa sulle rassegne stampa realizzate senza scopo di lucro !!! APPELLO di PEACELINK

mercredi 18 octobre 2006

Dalla finanziaria nuove minacce alla libera informazione

di Giulietto Chiesa

In un articolo di poche righe un colpo violento alla democrazia *

Leggo, con stupore e sbalordimento, il decreto legge 262 del 3 ottobre 2006, aggregato alla finanziaria, che in un articolo di sole dieci righe ("Riproduzione di articoli di riviste o giornali"), travolge alla chetichella la legge del 1941 sul diritto d’autore.

La nuova norma, in vigore appunto dal 3 ottobre, stabilisce che ogni riproduzione, anche parziale, di articoli di riviste o giornali, venga pagata agli editori.

La formulazione precedente prevedeva, come unico obbligo per chi riproduceva l’articolo, la citazione della fonte e dell’autore. Cosa significa ? Che tutto quello che accade in Rete, dove milioni di persone, da anni, riproducono, catalogano, diffondono - senza altro fine che quello di comunicare, studiare, condividere conoscenza e informazione - migliaia di articoli e dati, non potrà più esistere. Perchè queste attività, che hanno cambiato la fisionomia della comunicazione pubblica e privata, dovranno essere pagate. E, per giunta, non agli autori degli articoli, ma agli editori. Si tratta dunque di una modifica sostanziale e gravissima.

Addio a milioni di siti indipendenti, di blog, di forme di comunicazione della società civile. Un colpo violentissimo e irrimediabile alla democrazia della comunicazione, in rete e fuori dalla rete. Un colpo alla democrazia. Fuori da ogni regola europea e in spregio dei diritti umani.

E’ possibile che la norma servisse, nelle intenzioni, a proteggere il diritto d’autore da forme di copiatura a scopo di lucro. Ma il risultato è un attentato alla libertà di espressione e di comunicazione. Se si tratta di un errore bisogna correggerlo immediatamente. Se non è un errore dichiaro che mi batterò con tutte le forze per sconfiggere una decisione grave. La prima cosa da fare è ritirare il provvedimento e tornare alla formulazione precedente.

Giulietto Chiesa Europarlamentare

___ * www.ildialogo.org, Mercoledì, 18 ottobre 2006


Ce forum est modéré à priori : votre contribution n'apparaîtra qu'après avoir été validée par un administrateur du site.

Titre :

Texte de votre message :
(Pour créer des paragraphes, laissez simplement des lignes vides.)

Lien hypertexte (optionnel)
(Si votre message se réfère à un article publié sur le Web, ou à une page fournissant plus d'informations, veuillez indiquer ci-après le titre de la page et son adresse URL.)
Titre :

URL :

Qui êtes-vous ? (optionnel)
Votre nom (ou pseudonyme) :

Votre adresse email :