Poster un message

En réponse à :
"Gomorra" !!!

Campania-CALABRIA-Sicilia : Camorra-’Ndrangheta-Mafia. VIBO VALENTIA. Operazione della polizia di Stato. In manette anche un magistrato.

vendredi 10 novembre 2006 par Federico La Sala
[...] Al magistrato Pasquin, che risiede a Vibo Valentia, vengono contestati i reati di corruzione semplice, corruzione in atti giudiziari, falso, truffa e abuso. Reati che sarebbero stati commessi in favore di persone vicine alla cosca Mancuso, uno dei più noti e attivi gruppi criminali della ’ndrangheta, con interessi in molteplici attivita’ economiche e commerciali [...]
’Ndrangheta, blitz nel Vibonese
in manette anche un magistrato *
VIBO VALENTIA - C’è anche un magistrato del tribunale (...)

En réponse à :

> Campania-Calabria : Camorra-’Ndrangheta. VIBO VALENTIA. Operazione della polizia di Stato. In manette anche un magistrato.

vendredi 10 novembre 2006

’Ndrangheta, blitz nel Vibonese, arrestato magistrato

Altri sedici fermi, tra cui imprenditori e esponenti della criminalità organizzata *

VIBO VALENTIA. Un magistrato, due avvocati e un ex assessore regionale, un assessore comunale, sono stati arrestati insieme ad altri dodici persone su ordine della Dda di Salerno nel vibonese. Sedici in totale gli arresti compiuti nel corso di una operazione della squadra mobile di Vibo Valentia denominata ’Dinasty 2 do ut des« . Le accuse vanno dalla corruzione aggravata, al falso ed alla truffa ai danni dello Stato, alla corruzione in atti giudiziari.

Il magistrato arrestato è Patrizia Pasquin, 52 anni, presidente della sezione civile del Tribunale di Vibo Valentia. Altri due giudici collaboratori di Pasquin sono indagati. Paquin, veneta di origine, risiede e opera da tempo in Calabria. È stata per alcuni anni sostituto procuratore della Repubblica del Tribunale vibonese. Il suo nome era emerso nei fascicoli dell’operazione »Dinasty« , che anni orsono portò all’arresto di una sessantina di persone tra capi e gregrari del potente clan Mancuso di Limbadi, di cui l’operazione odierna rappresenta una prosecuzione..

A pronunciarlo Antonio Ventura, un commerciante di Pizzo Calabro fallito e colpito anch’egli dall’odierna ordinanza. Dagli atti emergerebbe che il giudice avrebbe avuto contatti con il potente clan Mancuso di Limbadi. Quattro le ordinanze di custodia cautelare in carcere eseguite, 9 quelle ai domiciliari e tre misure interdittive dell’esercizio della professione. Trentatrè le persone indagate complessivamente a vario titolo. Arrestato anche l’assessore al turismo di Tropea, Michele Accorinti, residente a Parghelia (Vibo Valentia).Nella sua cariera politico-amministrativa Accorinti aveva ricoperto anche il ruolo di capogruppo di opposizione del suo Comune, prima di essere chiamato alla guida dell’assessorato al Turismo di Tropea, una delle città turistiche più conosciute della Calabria e del Sud.

* La Stampa, 10/11/2006


Ce forum est modéré à priori : votre contribution n'apparaîtra qu'après avoir été validée par un administrateur du site.

Titre :

Texte de votre message :
(Pour créer des paragraphes, laissez simplement des lignes vides.)

Lien hypertexte (optionnel)
(Si votre message se réfère à un article publié sur le Web, ou à une page fournissant plus d'informations, veuillez indiquer ci-après le titre de la page et son adresse URL.)
Titre :

URL :

Qui êtes-vous ? (optionnel)
Votre nom (ou pseudonyme) :

Votre adresse email :