Poster un message

En réponse à :
Memoria Eu-angelica e Liberazione

FAMILY DAY : LA CHIESA IN PIAZZA .... CON "GESU’ DI NAZARET" (il libro), A GRIDARE "DIO, PATRIA, E FAMIGLIA" ?! Che dire e che fare ?! "Resistenza e Pace" : una limpida nota (da "Rocca") di Raniero La Valle - a cura di pfls

samedi 12 mai 2007 par Maria Paola Falchinelli
[...] Ci fu un’altra volta in cui la Chiesa tentò un’operazione del genere, e fu quando fece scendere a Roma trecentomila militanti della Gioventù cattolica, con un uniforme berretto verde sul capo, perciò soprannominati “baschi verdi” (non c’era ancora la Lega), per una manifestazione di anticomunismo (che era il grande coagulante di allora). Quando De Gasperi li vide sfilare, disse : gridano per il papa, ma marciano contro di me. Da quel trauma la Chiesa si riebbe solo col (...)

En réponse à :

> FAMILY DAY : LA CHIESA IN PIAZZA .... CON "GESU’ DI NAZARET", A GRIDARE "DIO, PATRIA, E FAMIGLIA" ?! "Resistenza e Pace". L’anticipazione di una limpida nota (in uscita su "Rocca") di Raniero La Valle - a cura di pfls

mercredi 18 avril 2007

La piazza di Dio

di Bruno Ugolini *

Era ora. Non se ne poteva più di questo silenzio sociale. Tacciono I metalmeccanici, i tessili, gli alimentaristi, gli elettrici, i braccianti, i pensionati, gli invalidi, i parenti dei morti sul lavoro, quelli tartassati del fisco direttamente sulle buste-paga, quelli che non hanno diritti nemmeno quello di scioperare o andare in ferie. E’ da molto tempo che non manifestano. Forse si trovano bene così. Stanno zitti e buoni. Ora però tutto cambia. La Santa Madre Chiesa ha preso in mano le redini della protesta sociale. Scende in piazza.

Ma che cosa inquieta questi uomini di preghiera trasformati in agitatori sociali ? I contratti di lavoro che non vengono rinnovati ? La media giornaliera dei morti in fabbriche e cantieri ? No, l’obiettivo è impedire l’oscura e terribile minaccia dei Dico. Cardinali e monsignori sono preoccupati per questi poveri di spirito chiusi in coppie libertine. Non s’interessano dei poveri di pane e diritti. Sono i nuovi sindacalisti, in abito talare, contro il peccato dell’amore privo di tutti i crismi. Fra poco faranno staccare anche i peccaminosi lucchetti simbolici appesi dagli adolescenti a Ponte Milvio, in quel di Roma. Simboli del demonio.

Hanno scatenato una moderna crociata contro il dilagare delle convivenze, magari anche tra persone dello stesso sesso. Concubini senza ritegno che vorrebbero perfino tutele legali, senza nemmeno pagare le spese spesso spropositate delle cerimonie matrimoniali. Sarebbe anche un colpo per le finanze dei poveri parroci.

Non si meravigliano della mercificazione delle carni che imperversa in Vallettopoli o nel dilagare dell’affarismo politico. Oppure di situazioni imbarazzanti come quelle dei centri d’accoglienza dove si ammassano gli immigrati nelle metropoli. Dio non abita lì.

http://www.ugolini.blogspot.com/

* l’Unità, Pubblicato il : 04.04.07, Modificato il : 04.04.07 alle ore 13.16


Ce forum est modéré à priori : votre contribution n'apparaîtra qu'après avoir été validée par un administrateur du site.

Titre :

Texte de votre message :
(Pour créer des paragraphes, laissez simplement des lignes vides.)

Lien hypertexte (optionnel)
(Si votre message se réfère à un article publié sur le Web, ou à une page fournissant plus d'informations, veuillez indiquer ci-après le titre de la page et son adresse URL.)
Titre :

URL :

Qui êtes-vous ? (optionnel)
Votre nom (ou pseudonyme) :

Votre adresse email :