Poster un message

En réponse à :
Memoria Eu-angelica e Liberazione

FAMILY DAY : LA CHIESA IN PIAZZA .... CON "GESU’ DI NAZARET" (il libro), A GRIDARE "DIO, PATRIA, E FAMIGLIA" ?! Che dire e che fare ?! "Resistenza e Pace" : una limpida nota (da "Rocca") di Raniero La Valle - a cura di pfls

samedi 12 mai 2007 par Maria Paola Falchinelli
[...] Ci fu un’altra volta in cui la Chiesa tentò un’operazione del genere, e fu quando fece scendere a Roma trecentomila militanti della Gioventù cattolica, con un uniforme berretto verde sul capo, perciò soprannominati “baschi verdi” (non c’era ancora la Lega), per una manifestazione di anticomunismo (che era il grande coagulante di allora). Quando De Gasperi li vide sfilare, disse : gridano per il papa, ma marciano contro di me. Da quel trauma la Chiesa si riebbe solo col (...)

En réponse à :

> FAMILY DAY : LA CHIESA IN PIAZZA .... CON "GESU’ DI NAZARET" (il libro), A GRIDARE "DIO, PATRIA, E FAMIGLIA" ?! Che dire e che fare ?! "Resistenza e Pace" : una limpida nota (da "Rocca") di Raniero La Valle - a cura di pfls

samedi 12 mai 2007

PERCHE’ SONO SCAPPATO DA ROMA

di don Aldo Antonelli

Questa mattina ero a Roma. La città, soprattutto la zona di Viale Libia, era letteralmente fasciata da migliaia di manifesti di benvenuto al Falily Day, firmati da Azione Giovani, gruppo della destra fascista. Non ho accettato nemmeno l’invito a pranzo di mia sorella. Sono scappato. Faccio mio il comunicato stampa di "noi Siamo Chiesa" che vi incollo qui sotto. Aldo

“Noi Siamo Chiesa” non partecipa al Family Day. La Chiesa deve parlare alle coscienze e non organizzarle per premere sulle istituzioni.

Il movimento per la riforma della Chiesa cattolica “Noi Siamo Chiesa” non partecipa al Family Day e condivide il disagio diffuso in una parte del mondo cattolico italiano per questa iniziativa. Essa si presenta, aldilà di qualche affermazione puramente di immagine, come organizzata per contraddire le positive iniziative governative e parlamentari che vogliono dare una ragionevole regolamentazione ad un fenomeno socialmente rilevante, quello delle coppie di fatto di ogni tipo.

Sulla proposta dei DICO i parlamentari cattolici devono decidere con assoluta libertà , consapevoli che essa non intacca i diritti e i ruoli della famiglia tutelati dalla Costituzione, che ovviamente stanno a cuore anche a tutti i cattolici che esprimono posizioni critiche interne alla Chiesa e che si richiamano al Concilio Vaticano II.

“Noi Siamo Chiesa” constata che il manifesto di promozione della manifestazione di domani è del tutto carente di analisi e di proposte sui veri problemi che rendono difficile nel nostro paese la creazione di nuove famiglie e che rendono troppo faticosa la vita di moltissime di quelle esistenti : la precarietà del lavoro, il problema della casa, le pensioni al minimo, la condizione delle famiglie degli extracomunitari ecc..

Come poi non chiedere una esplicita e forte autocritica sulle gravemente insufficienti politiche sociali per la famiglia a chi ha governato l’Italia dal dopoguerra ad oggi ? Non sono stati forse, da allora, cattolici gran parte dei protagonisti della vita politica italiana ?

Inoltre, manifestazioni di massa di questo tipo, che vogliono organizzare le coscienze piuttosto che parlare alle coscienze, fanno nascere nuove ostilità nei confronti della fede, malamente fatta coincidere con l’immagine di tante iniziative mediatiche delle gerarchie della Chiesa cattolica piuttosto che con il Vangelo.

“Noi Siamo Chiesa”

(aderente all’International Movement We Are Church)

Roma, 11 maggio 2007


Ce forum est modéré à priori : votre contribution n'apparaîtra qu'après avoir été validée par un administrateur du site.

Titre :

Texte de votre message :
(Pour créer des paragraphes, laissez simplement des lignes vides.)

Lien hypertexte (optionnel)
(Si votre message se réfère à un article publié sur le Web, ou à une page fournissant plus d'informations, veuillez indiquer ci-après le titre de la page et son adresse URL.)
Titre :

URL :

Qui êtes-vous ? (optionnel)
Votre nom (ou pseudonyme) :

Votre adresse email :