Poster un message

En réponse à :
Primo Maggio 2007

CONCERTONE PER IL LAVORO E LA SICUREZZA. I sindacati hanno presentato l’appuntamento del Primo Maggio in piazza S. Giovanni a Roma - a cura di pfls

A Torino la manifestazione nazionale con i leader di Cgil, Cisl e Uil. A Roma la cerimonia al Quirinale, poi la maratona musicale in piazza San Giovanni
mardi 1er mai 2007 par Maria Paola Falchinelli
[...] Il primo maggio i sindacati chiederanno un minuto di silenzio nelle piazze italiane per ricordare i morti sul lavoro, 1.300 l’anno, "una tragedia che ci inchioda alle nostre responsabilità" dice Epifani, che auspica che "la legge varata dal Consiglio dei ministri sui temi della sicurezza sul lavoro venga approvata rapidamente", che "continui l’impegno iniziato dal governo con i suggerimenti del sindacato e si allarghi il principio di legalità, di non far lavorare le persone in (...)

En réponse à :

> CONCERTONE PER IL LAVORO E LA SICUREZZA. I sindacati hanno presentato l’appuntamento del Primo Maggio in piazza S. Giovanni a Roma - a cura di pfls

mardi 1er mai 2007

Sorrento : cade gru, muoiono due donne*

Due passanti sono morte e quattro persone sono rimaste ferite a Sorrento, a piazza Sant’Antonino, nel centro della città, in seguito ad un incidente sul lavoro, avvenuto proprio il 1° maggio. Il braccio elevatore montato su un camion, con il quale tre operai della ditta Donnarumma di Pimonte erano impegnati nei lavori di sistemazione di luminarie per la festa cosiddetta di Sant’Antonino dei contadini, si è spezzato per motivi ancora non chiari (la rottura potrebbe essere dipesa o da usura del braccio meccanico o da un eccessivo peso caricato nel "cesto"). Una tragica fatalità, una morte assurda e drammatica per le due donne - Claudia Morelli, di 86 anni e la nuora, Teresa Reale, di 50 - che sono state colpite dal braccio rovinato al suolo e che sono morte all’istante. Erano appena uscite dalla chiesa dove avevano assistito alla messa. Solitamente preferivano andare in cattedrale ma, avendo oggi ritardato, avevano fatalmente ripiegato sulla chiesa di Sant’Antonino. Nell’incidente sono rimasti feriti anche tre operai ed un altro passante. I due feriti più gravi, ricoverati nel reparto di rianimazione dell’ospedale di Sorrento, sono Massimo ed Eduardo Donnarumma, figli del titolare della ditta impegnata nei lavori, appaltati dal Comune di Sorrento. Non gravi le condizioni del terzo operaio e del passante, un autista di pulmino a noleggio. L’incidente ha provocato un’ondata di commozione in tutta Sorrento, invasa dai turisti in questi giorni di festa.

La notizia dell’incidente di Sorrento è arrivata proprio mentre a Torino si celebrava il Primo Maggio con un minuto di silenzio per le vittime del lavoro. Una coincidenza sottolineata dal segretario della Cgil, Guglielmo Epifani : « Mentre qui facevamo un minuto di silenzio ci sono state altre due morti a causa di incidenti sul lavoro. Per questo ci vuole la tolleranza zero, una parola che non ci piace perché troppo spesso usata contro chi chiede dei diritti ma che oggi va usata nei confronti di chi provoca feriti e morti sul lavoro ». Epifani ha sottolineato che è necessario che si interroghi il sistema delle imprese perché « non può andar bene un modello in cui l’impresa guadagna, fa profitti, non investe e risparmia sugli investimenti e sulla sicurezza. O si usa la tolleranza zero, o anno dopo anno, continueremo a recitare questo rosario di morti che anche noi finiremo per rassegnarci ». Anche il segretario generale della Uil, Luigi Angeletti, che ha appreso sul palco la notizia del nuovo incidente, avvenuto a Sorrento, ha spiegato che bisogna « fare più controlli, verificare che le imprese rispettino le regole e modificare una legge criminogena, quella sugli appalti al massimo ribasso che provocano incidenti come questo di Sorrento. È il non rispettare le leggi e le regole - ha concluso - che provoca le morti ».

* l’Unità, Pubblicato il : 01.05.07, Modificato il : 01.05.07 alle ore 14.15


Ce forum est modéré à priori : votre contribution n'apparaîtra qu'après avoir été validée par un administrateur du site.

Titre :

Texte de votre message :
(Pour créer des paragraphes, laissez simplement des lignes vides.)

Lien hypertexte (optionnel)
(Si votre message se réfère à un article publié sur le Web, ou à une page fournissant plus d'informations, veuillez indiquer ci-après le titre de la page et son adresse URL.)
Titre :

URL :

Qui êtes-vous ? (optionnel)
Votre nom (ou pseudonyme) :

Votre adresse email :